La voce italiana nella casa comune europea

    Si avvicina la data delle elezioni e nel vortice di messaggi politici che invadono i media nazionali e locali si fa fatica a discernere le vere priorità fra le tante proposte che le parti in campo avanzano per il Paese. L'elenco dei diversi punti programmatici, poi, è tale che probabilmente ben

    – di Bruno Forte

    Per i partiti la difficile sfida delle alleanze

    Queste elezioni sono una lotteria. E' stato così altre volte, ma mai come oggi. Gli esiti possibili, se si crede ai sondaggi pubblicati fino a ora, vanno da una maggioranza risicata per il centro-destra al caos. Tra questi due esiti il M5s occupa un posto speciale. Potrebbe infatti trovarsi di

    – di Roberto D'Alimonte

    Sovranismi diversi ma stessi obiettivi

    L'Italia non è il solo Paese dell'Europa occidentale ad avere problemi politici. La Germania, che ha tenuto le sue elezioni il 24 settembre dell'anno scorso, è ancora senza un governo dopo ben cinque mesi. L'Olanda, che ha tenuto le sue elezioni il 15 marzo dell'anno scorso, ha impiegato 208 giorni

    – di Sergio Fabbrini

    Weidmann: «La Bce non può sostituirsi ai Governi»

    L'uomo che voleva essere re della finanza europea irrompe dentro il Margarete, un elegante ristorante moderno non lontano dal quartier generale della Banca centrale europea, con dieci minuti di anticipo. Ha l'aspetto del classico manager tedesco rampante di mezza età: indossa un completo blu scuro

    – di Claire Jones

    Benvenuti a Sondrio, la città più scollegata d'Italia

    Sondrio - «Guardi, non fraintenda, qui è tutto bellissimo...». Però? «Però le sembra possibile che ci vogliano due ore per andare a Milano? Quando va bene?». Claudio Palladi, originario di Reggio Emilia, è arrivato a Sondrio due anni fa per dirigere il marchio della bresaola Rigamonti. Dopo anni

    – dall'inviato Alberto Magnani

    Il tempo ha avuto più valore del denaro

    Il termine «flessibilità» non è normalmente associato ai tedeschi. Ma quando si parla di lavoro e relazioni industriali la Germania ha in realtà molto da insegnare al resto d'Europa: la flessibilità diventa modus vivendi e attitudine comportamentale, capace di produrre un circolo virtuoso tra

    – di Attilio Geroni

    Un'economia guidata dalla leadership della minoranza

    In maniera graduale ma persistente, due caratteristiche della manifattura italiana stanno assumendo una cifra strutturale: l'inutilità del dato medio nella misurazione dell'andamento del nostro sistema industriale e - finalmente, viene da dire - la leadership della minoranza.

    – di Paolo Bricco

    Acate, il tesoro «sommerso» da 10 milioni nel comune più povero d'Italia

    Sembrano fabbriche. Ma non lo sono. Sono serre, tante, per migliaia di ettari: qui si coltivano primizie e fiori che poi vengono spediti in tutto il mondo. Dovrebbero essere il tesoro di Acate, comune del ragusano, al confine con le province di Caltanissetta e Catania. Diciamo dovrebbero perché si

    – di Nino Amadore

    Industria in corsa per le competenze 4.0

    Gli istituti tecnici cercano studenti che non trovano. Le imprese cercano tecnici che non trovano. Le società specializzate nei corsi di formazione continua per i dipendenti dell'industria non riescono a smaltire la domanda del sistema. Poche le società attive, troppe le richieste di intervento per

    – di Lello Naso

    Crescere per rilanciarsi in Europa

    Già altre volte la Confindustria ha dato prova di sagacia e responsabilità in alcuni momenti-chiave dell'itinerario non solo economico del nostro Paese, lungo il corso degli ultimi venticinque anni. A cominciare dal luglio 1993, con la sua firma apposta, insieme a quella dei sindacati, al

    – di Valerio Castronovo

    Concorrenza sì, ma non sleale

    Ma il mercato unico europeo con oltre 500 milioni di consumatori è sempre una grande opportunità per tutti i Paesi dell'Unione o è diventato una giungla di regole superate, in certi casi il laboratorio occulto di trucchi e rapine organizzate ai danni dei partner della porta accanto? L'estate

    – di Adriana Cerretelli

    Industria 4.0 o zero industria: l'aut aut da evitare per l'Europa

    L'alternativa strategica non può essere l'aut aut tra Industria 4.0 e zero industria. Nel mezzo c'è un sentiero neanche tanto stretto dove deve passare la transizione italiana ai nuovi modelli produttivi. Un cammino perenne fatto di innovazione e adattamento, ritmato dalla velocità di obsolescenza

    – di Alberto Orioli

    Agli Uffizi inaugurate le nuove sale per Caravaggio

    Molti gli appassionati in fila agli Uffizi per l'inaugurazione delle otto nuove sale cremisi del Caravaggio e dei pittori del '600. Ieri, il museo, aperto eccezionalmente per l'occasione nel giorno di chiusura, è stato preso d'assalto. Protagonista della sala principale, la Medusa del Merisi, ora

    Aumentano i figli contesi tra Italia e estero, mille in quattro anni

    Aumentano i bambini contesi tra l'Italia e l'estero: dal 2000 al 2017 sono stati 3.300 i minori "rapiti" da un genitore, ma sono quasi mille - circa il 30% - i casi concentrati negli ultimi quattro anni, quasi 250 all'anno. Nella maggioranza delle situazioni, circa il 60% nel 2017, si tratta di

    – di Valentina Maglione

    Lo snodo fra politica incerta e industria vitale

    Nei passaggi storici importanti della storia d'Italia si ripresenta, puntuale, il nodo del rapporto fra le rappresentanze degli interessi, la rappresentanza politica e lo sviluppo economico. Un nodo che, se ha preso forma nel corso del Novecento, si riaffaccia adesso, in un frangente in cui, non a

    – di Giuseppe Berta

    Biella, la città più «vecchia» d'Italia punta tutto sul digitale

    Tra le mura del vecchio lanificio Maurizio Sella, un complesso industriale in piedi da qualche secolo, spunta la porta di vetro di un ufficio. C'è scritto «Private&fintech»: private banking e tecnologie finanziarie. L'istituto che porta il nome della famiglia, Banca Sella, ha scelto il vecchio

    – di Alberto Magnani

    La difesa europea parlerà solo franco-tedesco?

    Il 12 luglio scorso, alla vigilia dell'apertura del Salone aerospaziale parigino di Le Bourget, il cancelliere tedesco Angela Merkel e il presidente francese Emanuel Macron annunciarono congiuntamente lo sviluppo di un nuovo aereo da combattimento "europeo" per sostituire gli Eurofighter Typhoon

    – di Gianandrea Gaiani

    La commessa negli Usa e l'aiuto sistemico di cui Leonardo ha bisogno

    Superficilita' o dettaglio? Ci arrivo in un attimo, intanto partiamo dai fatti. In America c'e' in ballo per Leonardo e per l'Italia una commessa importante. Washington ha finalmente deciso di cambiare i vecchi jet da addestramento (anni '60) della Lockheed Martin/Kai con un nuovo modello.

    – di Mario Platero

I più letti di Commenti