Lavoro e diritti, quali regole ai tempi della «gig economy»

    E' come se vivessimo nel mondo di "Blade Runner "con gli schemi intellettuali del "Nome della rosa". Un futuro medievalizzato. E' la situazione che vive oggi il diritto del lavoro quando deve fronteggiare l'impatto della diffusione dell'internet delle cose e dell'esplosione dei nuovi consumi online

    – di Alberto Orioli

    Non è facile tradurre la protesta in governo

    L'intesa o meno su un governo Lega-5 Stelle, formato cioè da movimenti che suscitano attenzione tra i nostri partner perché sospettati di essere populisti o anti-europei, avrà probabilmente una portata storica, qualunque sia il suo esito. In particolare sarà significativo se i due partiti, che

    – di Carlo Bastasin

    Ema, il trasferimento può gravare per 472 milioni sul bilancio Ue

    Provate a mettere 472 milioni alla voce «passività» di qualunque bilancio pluriennale e poi chiedetevi, retoricamente, se non rappresentino una zavorra di cui fare volentieri a meno. Milione più, milione meno, è questo il ragionamento che da alcune settimane coinvolge il Parlamento europeo, ancora

    – di Roberto Galullo e Angelo Mincuzzi

    Consultazioni, senza risultati il Colle passerà all'ipotesi Pd-M5S

    «Ora vediamo che succede». Al Quirinale i più stretti collaboratori del presidente continuano a ripetere che si procede passo dopo passo, che non c'è una strada già segnata perché tutto dipende dai partiti. O meglio da quel perimetro di forze politiche che va dai 5 Stelle fino a Lega e Forza

    – di Lina Palmerini

    Più credito e strategia per le Pmi

    Le piccole e medie imprese (Pmi) sono da decenni delizia e croce dell'economia italiana. E' in questo universo dai confini statistici fluidi che si trovano molte delle perle del manifatturiero, capaci d'innovare anche in nicchie impensate e di registrare risultati straordinari sui mercati globali.

    – di Andrea Goldstein

    Premiato il coraggio di sfidare i potenti

    I premi Pulitzer assegnati lunedì sera a New York hanno ribadito una volta di più l'insostituibile ruolo civile della stampa statunitense in un'epoca in cui i media tradizionali sono costretti a combattere quotidianamente per affermare la rilevanza sociale - e la sostenibilità economica - del

    – di Marco Masciaga

    Il tesoro dei beni recuperati

    La Natività di Caravaggio è nella top ten mondiale dell'Fbi delle opere rubate. Qualche mese fa le parole di Rosy Bindi, presidente della Commissione Antimafia, hanno alimentato la speranza che l'opera non sia andata perduta perché le indagini continuano verso l'estero. Quel Caravaggio è una sorta

    – di Marilena Pirrelli

    Il tesoro della Bundesbank

    Una montagna alta 270mila lingotti, equivalente a 3.373,6 tonnellate, pari a un valore che orbita attorno ai 117 miliardi di euro. Sono queste le dimensioni e i valori delle riserve auree della Bundesbank, dati a fine 2017, le più grandi al mondo dopo quelle degli Stati Uniti (che superano le 8mila

    – di Isabella Bufacchi

    Le due facce dell'Italia nelle rinnovabili

    Lato A: l'Italia è ancora tra i Paesi più forti nell'energia rinnovabile con aziende che fanno scuola nel mondo.Lato B: gli investimenti italiani in energia rinnovabile si rivolgono quasi tutti all'estero, mentre in Italia le centrali elettriche invecchiano e si avvicinano all'età della pensione,

    – di Jacopo Giliberto

    Il mistero della finta Telegram (e dei 4mila bambini azionisti di società)

    Qualcuno ha tentato di «clonare» Telegram, l'app di messaggistica criptata concorrente di Wathsapp? Oppure ignoti hackers stanno cercando di screditare il suo ideatore, il russo Pavel Durov, proprio mentre le autorità di Mosca chiedono a Google e Apple di rimuovere l'app dai propri store in una

    – di Roberto Galullo e Angelo Mincuzzi

    L'Eliseo tra ideali e cruda realtà

    Quasi un anno fa era entrato trionfalmente sulla scena europea al suono dell'Inno alla Gioia, brandendo un incontenibile volontarismo riformista e anche rivoluzionario. Una sorta di redivivo Robespierre che, dimentico della Marsigliese, si voleva lanciare nella guerra giusta contro l'Europa

    – di Adriana Cerretelli

    Gli ostacoli sulla via della futura Unione

    Alla luce di quanto è avvenuto nelle ultime settimane, Emmanuel Macron e Angela Merkel si trovano a dovere rivedere i calcoli che ognuno di loro aveva fatto in previsione sia dell'imminente round di Bruxelles sulle riforme dell'Eurozona, sia della scadenza nel 2019 di alcune delle massime cariche

    – di Valerio Castronovo

    La sanità per tutti e il passo indietro che non ci possiamo permettere

    Il 2018 è destinato a passare alla storia della nostra Repubblica come l'anno delle significative celebrazioni: i 70 anni dall'entrata in vigore della Carta Costituzionale, i 60 anni dell'istituzione del ministero della Salute e i 40 anni di una delle riforme più importanti e innovative della

    – di Mariapia Garavaglia

    Se in Europa l'assegno all'ex viene «filtrato» dal bisogno

    La partita sulla quantificazione dell'assegno di divorzio dovuto da un coniuge all'ex partner, che si concluderà (forse), in Italia, con la sentenza delle Sezioni unite civili attesa tra poche settimane, è stata già giocata in altri Stati. Con importanti cambiamenti di rotta e con il passaggio,

    – di Marina Castellaneta

    Maurizio Cattelan: «Fare arte è come possedere le menti»

    Per Maurizio Cattelan l'arte non è solo disturbo delle quiete pubblica o racconto del rumore della realtà. «L'arte è molte cose. Tutte contraddittorie tra loro, eppure tutte vere. Coinvolgente, provocatoria, esclusiva, documentaria, partecipativa, incomprensibile o didascalica».

    – di Paolo Bricco

    La lezione di Keynes sul pacifismo «pragmatico»

    Racconta Robert Skidelsky che, dopo il settembre del 1938, John Maynard Keynes visse un'angosciosa divisione «tra il suo indubbio pacifismo e il suo desiderio di combattere il male e l'aggressione». Sono i mesi dell'annessione tedesca della regione cecoslovacca dei Sudeti, avallata a Monaco da

    – di Gianni Toniolo

    Un raid all'anno in Siria ma a Trump manca una strategia

    C'è un'evidenza logica quando il presidente degli Stati Uniti non dice quando lancerà i suoi missili contro il nemico per poi attaccare nella notte prima del weekend. Ma se il presidente è lo stesso che poche ore prima aveva mandato ai russi un tweet da bullo ginnasiale; se è lo stesso che il

    – di Ugo Tramballi

    Pensioni e Ape volontario, una soluzione salva-conti

    Viviamo più a lungo e ci viene chiesto di lavorare più a lungo. Se razionalità economica e conti pubblici sembrano rendere questa equazione ineludibile, non mancano le (buone) ragioni per chiedere maggior flessibilità in uscita dal mercato del lavoro per i lavoratori anziani. La domandano alcune

    – di Vincenzo Galasso

    Un'alleanza tra chi innova Torino

    Torino e la sua economia sono distanti, per molti versi, da quell'asse di crescita che si sviluppa lungo la direttrice Verona-Brescia-Milano-Bologna in cui si propende a scorgere il cardine di un "modello italiano", luogo di condensazione delle migliori capacità imprenditoriali dell'Italia d'oggi.

    – di Giuseppe Berta

I più letti di Commenti