La riforma del bail-in resti fuori dai bancomat

    Nel 2009, quando il sistema finanziario internazionale era sull'orlo del precipizio, le grandi potenze mondiali si riunirono per discutere come proteggere l'economia reale dagli eccessi della finanza. Da quell'incontro partì non solo il Comitato di Basilea, ma la più imponente manovra di

    – di Alessandro Plateroti

    Da muse a protagoniste

    Le quote rosa stavolta non c'entrano. Non si tratta di rivendicare ope legis una quota garantita di presenze femminili nel blasonato pedigree del design italiano. Qui si tratta, caso mai, di riparare un torto. Di rimediare una rimozione. Il design italiano nel Novecento è stato un design

    – di Silvana Annicchiarico

    Il difficile equilibrio tra nuove competenze ed esperienze di lavoro

    Caro Fabi, con l'avvio del nuovo anno scolastico stanno venendo al pettine i nodi di quella riforma che era stata chiamata "buona scuola". Mi riferisco soprattutto all'ampliamento dell'obbligo di avviare progetti di alternanza scuola-lavoro a tutte ...

    Sulla governance l'ombra della criminalità

    Anche a volersi concentrare su un dato di fatto, cioè sulla stragrande maggioranza delle imprese lombarde che nulla hanno a che fare con la criminalità organizzata, l'Università Bocconi di Milano solleva un problema dal quale non si potrà più prescindere.

    – di Roberto Galullo

    Il nuovo ruolo «globale» dell'Italia

    Dopo anni da osservata speciale, l'Italia affronta gli Annual Meetings della Banca mondiale e del Fondo monetario internazionale (la cui 62a sessione si apre oggi a Washington) con maggiore serenità. Per la prima volta dal 2010, c'è uno scarto positivo significativo tra le previsioni Fmi per l'anno

    – di Andrea Goldstein

    Alley Oop - Donne di design

    Un sottile filo rosso lega le tredici protagoniste del design italiano presentate in questo volume, tredici donne che rappresentano un secolo di storia non solo del progetto ma anche e soprattutto della creatività. Donne accomunate da un'unica parola chiave, il design, che hanno scelto di interpretare e raccontare attraverso scelte artistiche e creative che vanno dal cinema alla fotografia, dal teatro alla scrittura.

    Trump non è un contrattempo della storia

    Nello sforzo di attribuire un senso alla presidenza Trump, continua a spuntare nella mia testa una citazione del Macbeth di Shakespeare: «Una favola/ raccontata da un idiota, piena di rumore e di furore/ che non ha senso alcuno». Potrebbe forse servire un giorno come epitaffio adatto per il periodo

    – di Gideon Rachman

    Reti idriche, un rinnovo lungo 250 anni

    A Mendicino, poco meno di 10mila abitanti fra Cosenza e il mar Tirreno, a metà settembre un uomo è sceso in piazza in accappatoio e ciabatte, e arrivato alla fontana davanti al municipio si è sbarbato in pubblico per protestare contro la lunga assenza di acqua in casa. A Foggia lavare la macchina o

    – di Gianni Trovati

    Tra neotaylorismo e prosperità condivisa

    Pare che davvero la chiamino "humanufacturing". L'automazione manifatturiera dal volto umano, proposta dal Comau, è un gioco di parole ma ha radici nella tradizione piemontese. Maurizio Cremonini, capo del marketing di Comau, spiega che le persone delle fabbriche del futuro sono chiamate ad avere

    – di Luca De Biase

    Massimo Banzi: «Manifattura Italia Open Source»

    Maurizio Banzi é l'inventore di Arduino, l'hardware open source più diffuso al mondo: secondo stime non ufficiali, 7 milioni di schede attive. Arduino è una piccola scheda dal costo irrisorio, a cui si aggiunge un software per la programmazione. Qualcosa di assimilabile a ciò che è Linux per il

    – di Paolo Bricco

    La quarta vita di Singapore

    Eccolo il motore dell'innovazione di Singapore, racchiuso in un solo sguardo dal 23° piano del centro ricerche e sviluppo Fusionopolis, nel distretto One North della città-Stato: «Proprio lì davanti a noi - punta il dito Guglielmo Vastola, ricercatore di A-Star - c'è la Ns, la National University,

    – di Gianluca Di Donfrancesco

    Porte aperte a creativi e imprese made in Italy

    Per trasformarsi in una Smart Nation, Singapore ha bisogno di creatività e imprenditori. Tuttavia, «il suo sistema scolastico - spiega Federico Donato, presidente dell'Italian Chamber of Commerce in Singapore - è in grado di formare figure tecniche e manageriali estremamente competenti, ma è meno

    – di G.D.D.

    Lorenzo Vallarino Gancia, il Giovane industriale che amava il Sole

    Fino all'ultimo ha goduto del colpo d'occhio del giardino all'italiana tagliato nei finestroni del salone del castello dell'amata Canelli. Gli mancavano le distese infinite delle terre argentine dove trascorreva, fino a quando la salute lo ha consentito, sei mesi l'anno. Lorenzo Vallarino Gancia è

    – di Alberto Orioli

    Cosa importa davvero ai lavoratori

    Greg Leiserson, economista del Washington Center for Equitable Growth, recentemente ha scritto un interessante post sulla valutazione della riforma fiscale, in cui sosteneva che le tabelle di distribuzione, che mostrano i guadagni e le perdite ...

    – di Paul Krugman

    Un gesto di ribellione chiamato «pazienza»

    Giornate "piene"! Piene di incontri, di parole dette e/o ascoltate. Piene di relazioni intrecciate, rinsaldate. Ma giornate piene anche di relazioni isterilite dalla consuetudine o sfilacciate a causa di incomprensioni. E' l'esperienza che tutti facciamo. La frenesia caratterizza sempre più spesso

    – di Nunzio Galantino

    Nobel per la Pace all'Ican: un messaggio a Kim (e Trump)

    Anche quest'anno il Nobel per la pace, assegnato all'Ican -l'organizzazione per il bando delle armi nucleari fondata a Ginevra nel 2007 e composta da 460 associati in cento Paesi- ha una connotazione assai politica e di grande attualità, quasi stringente. E' stato conferito nel mezzo delle tensioni

    – di Alberto Negri

    La proposta sul default ordinato pericolosa per l'Italia

    L'allarme lanciato su queste colonne da Stefano Micossi e da Carlo Bastasin (il 23 e il 30 settembre, rispettivamente) è del tutto condivisibile. Sul tavolo negoziale europeo sembrano farsi strada due proposte assai azzardate che per l'Italia sarebbero estremamente pericolose.

    – di Lorenzo Codogno e Giampaolo Galli

    I nodi irrisolti di stipendi e ricercatori

    Prima il clamoroso sciopero dei docenti (non accadeva dagli anni settanta) con il blocco degli esami della sessione autunnale. Nel mirino dei prof (finora hanno aderito in 11mila) i tagli decennali all'università e il congelamento dei loro stipendi. Poi lo scoppio di un nuovo caso di concorsi

    – di Marzio Bartoloni

    L'anomalia italiana dei concorsi

    La recente inchiesta della magistratura che ha messo in evidenza gravi irregolarità in un concorso per professore di Diritto tributario ha riacceso la discussione sulla selezione dei docenti degli atenei. Comprensibilmente, da più parti si invocano regole più stringenti, per garantire imparzialità

    – di Pierdomenico Perata

I più letti di Commenti