Un'economia guidata dalla leadership della minoranza

    In maniera graduale ma persistente, due caratteristiche della manifattura italiana stanno assumendo una cifra strutturale: l'inutilità del dato medio nella misurazione dell'andamento del nostro sistema industriale e - finalmente, viene da dire - la leadership della minoranza.

    – di Paolo Bricco

    Crescere per rilanciarsi in Europa

    Già altre volte la Confindustria ha dato prova di sagacia e responsabilità in alcuni momenti-chiave dell'itinerario non solo economico del nostro Paese, lungo il corso degli ultimi venticinque anni. A cominciare dal luglio 1993, con la sua firma apposta, insieme a quella dei sindacati, al

    – di Valerio Castronovo

    Concorrenza sì, ma non sleale

    Ma il mercato unico europeo con oltre 500 milioni di consumatori è sempre una grande opportunità per tutti i Paesi dell'Unione o è diventato una giungla di regole superate, in certi casi il laboratorio occulto di trucchi e rapine organizzate ai danni dei partner della porta accanto? L'estate

    – di Adriana Cerretelli

    L'ambizione del «popolo degli imprenditori»

    Nelle Assise senza politici, ma tutte destinate alla politica, è stato chiaro come la vera protagonista sia stata la concretezza. Non il glamour da "salotti buoni" di cui non c'era traccia nella moltitudine di sedie allestite nell'hangar della Fiera di Verona, ma il buonsenso e la visione del

    – di Alberto Orioli

    Quell'impegno dedicato a produttività e benessere

    Condizioni favorevoli sui mercati internazionali, un policy mix europeo complessivamente benevolo, riforme in vari ambiti che incoraggiano la ripresa della domanda interna e l'inusuale continuità nella gestione dell'economia (dal 1946, sono solo due i ministri rimasti in carica consecutivamente più

    – di Andrea Goldstein

    Organizzazioni sociali a sostegno della politica

    Come proteggere l'Italia quando il suo sistema politico non funziona? Attraverso l'impegno delle sue organizzazioni sociali. Quando la politica è debole, spetta a queste ultime garantire la continuità del Paese. Ciò non significa che esse dovranno assolvere la funzione di supplenza della politica,

    – di Sergio Fabbrini

    Il buio oltre la siepe elettorale

    Come si fa a non essere preoccupati per l'esito delle prossime elezioni parlamentari? L'Italia è a un bivio. Il 4 marzo deciderà quale direzione prendere. Verso l'occidente rappresentato da un'eurozona in grado di governare la propria integrazione monetaria ed economica (l'Europa di Ventotene)

    – di Sergio Fabbrini

    Moneta, Nobel per la Pace tra economia e realpolitik

    Rischia di passare inosservato, il centesimo della morte di Ernesto Teodoro Moneta, ma in questi tempi di contesa elettorale in cui si dovrebbe parlare di strategie di medio periodo sarebbe un peccato dimenticare l'unico italiano ad aver vinto il Premio Nobel della Pace (nel 1907). Quale può essere

    – di Andrea Goldstein

    L'impasto delle leggi moltiplica il pane fresco

    «Vorrei un chilo di pane». Una richiesta semplice e quotidiana. Ma siamo sicuri di essere veramente consapevoli di ciò che chiediamo? Di solito ci si aspetta di ricevere pane fresco, appena sfornato. Non è, però, così automatico. Non esiste,infatti, una definizione univoca di «pane fresco». La

    – di Antonello Cherchi

    Il vento tedesco che spinge le buste paga

    Negli Stati Uniti ripartono i salari, ai massimi dal 2009, e anche in Europa sta prendendo corpo una dialettica sociale della "pancia piena". Lo zeitgeist, lo spirito del tempo, non a caso soffia in Germania e dalla Germania dove l'Ig Metall (3,6 milioni di lavoratori rappresentati) ha deciso di

    – di Alberto Orioli

    Il fascino rinnovato di Città del Messico

    Torino è stata la prima. Quando fu nominata World Design Capital, era il 2008: l'ICSID, l'assemblea biennale internazionale (oggi WDO) la scelse per la sua capacità di trasformazione da città industriale a città creativa, facendo leva sul design come motore di rinnovamento. A distanza di dieci

    – di Nicoletta Polla Mattiot

    Ema a Milano, un ricorso sacrosanto

    E così, la verità finalmente è venuta fuori in tutta la sua drammatica crudezza. Ed è prosaicamente semplice: l'Olanda non è pronta ad accogliere l'Ema. La recente conferenza stampa del direttore dell'Ema, Guido Rasi, ha chiarito che il trasloco dovrà temporaneamente avvenire in una sede

    – di Andrea Carta Mantiglia e Vincenzo Salvatore

    L'accordo Italia-Francia nel mondo di nessuno

    Perché è importante il discorso che il presidente Trump ha tenuto l'altro ieri a Davos? E quali sono le implicazioni di quel discorso per l'Europa? Cominciamo dalla prima domanda. Trump ha delineato con chiarezza le caratteristiche che, secondo lui, deve acquisire il mondo post-americano. Dice il

    – di Sergio Fabbrini

I più letti di Editoriali