La commedia degli equivoci

    La Commissione europea ha deciso di stringere i tempi sull'unione bancaria con una comunicazione che indica con chiarezza la necessità di affrontare con decisione due temi cruciali: i crediti a rischio e l'assicurazione dei depositi. La notizia è sicuramente positiva, sia perché il verbo accelerare

    – di Marco Onado

    Finanza, il lato oscuro di algoritmi e intelligenza artificiale

    Crolli e rimbalzi istantanei dei prezzi. Flash crash che sembrano scomparsi ma, in realtà, sono ancora ben presenti nelle Borse. Certo, non si vedono più, anche grazie alla stretta dei regolatori, tonfi monstre come quello del 5 maggio 2010 a Wall Street. Ma i terremoti flash continuano a colpire:

    – di Vittorio Carlini

    L'alleanza possibile Italia-mondo arabo

    Il mondo arabo è tornato negli ultimi mesi al centro dell'interesse geopolitico ed economico mondiale. La svolta è iniziata negli Usa per poi passare in Russia con lo storico viaggio del re saudita Salman a Mosca e ora si parla di una possibile missione del ministro degli Esteri francesi, Jean-Yves

    – di Vittorio Da Rold

    I mercati «brindano» alle donne nei cda

    Il dibattito sulla rappresentanza femminile ai vertici delle aziende si riaccende periodicamente. Perché ci sono così poche donne nelle posizioni di comando? Che conseguenze crea questo divario? Se la diversità di genere - avere sia donne sia uomini al vertice - è un valore per il business, come

    – di Paola Profeta

    Vincenti solo i modelli di crescita inclusivi

    Molti anni fa ho avuto il privilegio di presiedere una commissione sulla crescita dei Paesi in via di sviluppo. I suoi membri avevano una grande esperienza economica, politica e sociale del mondo in via di sviluppo e, nonostante le loro differenze, tutti concordavano su alcuni punti cruciali. Due

    – di Michael Spence

    Tra neotaylorismo e prosperità condivisa

    Pare che davvero la chiamino "humanufacturing". L'automazione manifatturiera dal volto umano, proposta dal Comau, è un gioco di parole ma ha radici nella tradizione piemontese. Maurizio Cremonini, capo del marketing di Comau, spiega che le persone delle fabbriche del futuro sono chiamate ad avere

    – di Luca De Biase

    La quarta vita di Singapore

    Eccolo il motore dell'innovazione di Singapore, racchiuso in un solo sguardo dal 23° piano del centro ricerche e sviluppo Fusionopolis, nel distretto One North della città-Stato: «Proprio lì davanti a noi - punta il dito Guglielmo Vastola, ricercatore di A-Star - c'è la Ns, la National University,

    – di Gianluca Di Donfrancesco

    Porte aperte a creativi e imprese made in Italy

    Per trasformarsi in una Smart Nation, Singapore ha bisogno di creatività e imprenditori. Tuttavia, «il suo sistema scolastico - spiega Federico Donato, presidente dell'Italian Chamber of Commerce in Singapore - è in grado di formare figure tecniche e manageriali estremamente competenti, ma è meno

    – di G.D.D.

    Cosa importa davvero ai lavoratori

    Greg Leiserson, economista del Washington Center for Equitable Growth, recentemente ha scritto un interessante post sulla valutazione della riforma fiscale, in cui sosteneva che le tabelle di distribuzione, che mostrano i guadagni e le perdite ...

    – di Paul Krugman

    La proposta sul default ordinato pericolosa per l'Italia

    L'allarme lanciato su queste colonne da Stefano Micossi e da Carlo Bastasin (il 23 e il 30 settembre, rispettivamente) è del tutto condivisibile. Sul tavolo negoziale europeo sembrano farsi strada due proposte assai azzardate che per l'Italia sarebbero estremamente pericolose.

    – di Lorenzo Codogno e Giampaolo Galli

    L'anomalia italiana dei concorsi

    La recente inchiesta della magistratura che ha messo in evidenza gravi irregolarità in un concorso per professore di Diritto tributario ha riacceso la discussione sulla selezione dei docenti degli atenei. Comprensibilmente, da più parti si invocano regole più stringenti, per garantire imparzialità

    – di Pierdomenico Perata

    La rivoluzione delle rinnovabili è già arrivata

    Nei prossimi cinque anni nel mondo si costruiranno centrali elettriche "pulite" per una potenza complessiva di un milione di megawatt, pari alla metà di tutte le centrali a carbone costruite negli ultimi 80 anni. Di questi nuovi impianti alimentati con energia rinnovabile la fetta maggiore, 440mila

    – di Jacopo Giliberto

    Radio24 festeggia i 18 anni con gli ascoltatori

    Radio 24, l'emittente del Gruppo 24 ORE, compie 18 anni. Era il 4 ottobre 1999 quando per la prima volta si sono accesi i microfoni della prima emittente news & talk privata nel panorama radiofonico italiano. Una radio che ha conquistato stabilmente ...

    Le mine vaganti che ostacolano il rilancio dell'Europa

    Volevano lanciare un messaggio di unità a Tallinn, offrire al mondo e ai propri scettici cittadini il senso di un impegno condiviso per costruire la nuova Europa dopo Brexit, dopo che a fine marzo 2019 si sarà compiuto il divorzio britannico.

    – di Adriana Cerretelli

    I danni (pubblici) dell'ambiguità della Fed

    Capire l'orientamento della politica monetaria della banca centrale americana (Fed) sta diventando più complicato di prevedere come girerebbe una banderuola dinnanzi all'apertura del mitico otre dei venti di Eolo. Una banca centrale banderuola è il contrario di quello che serve ai mercati e

    – di Donato Masciandaro

    Senza investimenti rischio di guerre per l'«oro blu»

    Determinate evenienze demografiche e geoeconomiche concorreranno ad alimentare nel prossimo futuro le tensioni internazionali: a cominciare dalle "guerre per l'acqua". In alcuni casi esse sono in atto fin d'ora ma senza adeguato riscontro.

    – di Valerio Castronovo

    La nuova centralità del Mediterraneo

    Una serie di dati e indicatori fanno emergere con chiarezza una nuova e più importante centralità del Mediterraneo nello scenario geoeconomico internazionale. Il commercio estero (import-export) dei principali Paesi del mondo (dalla Cina agli Usa) ...

    – di Massimo Deandreis

    Le promesse lunari della nuova America

    Il presidente Trump ha chiesto al Congresso di accelerare i tempi per varare il suo piano fiscale. Peccato che non lo abbia ancora definito. Non solo non esiste ancora una proposta legislativa dettagliata, ma la sua amministrazione non ha nemmeno deciso le linee guida di ciò che vuole.

    – di Paul Krugman

    Riforma incisiva e profonda per il non profit

    L'attuazione governativa della delega conferita dal Parlamento con la legge 106/2016, con l'approvazione dei quattro decreti che costituiscono la struttura portante della riforma del terzo settore, ridisegna il quadro di riferimento dei soggetti non ...

    – Chiara Borghisani

I più letti di Scenari