Borse, quando e perché la guerra spinge i listini

    «Compra sul rumore dei cannoni, vendi al suono della tromba». L'adagio, il cui copyright in molti attribuiscono a Nathan Rothschild, richiama l'idea che lo scoppio della guerra sia un buon momento per investire in Borsa. Dopo, infatti, dovrebbe esserci il rally del mercato. Una convinzione

    – di Vittorio Carlini

    I camaleonti della Federal Reserve

    Tutti i riflettori sono accesi per capire quale sarà il volto della banca centrale americana Fed, cioè la composizione del suo consiglio, sotto la presidenza di Donald Trump. E' una attenzione pienamente giustificata, per almeno tre ragioni: è il consiglio della banca centrale più importante al

    – di Donato Masciandaro

    Fino al cuore del Dna

    Per la prima volta un paziente di 44 anni, affetto da una grave malattia metabolica che gli ha causato innumerevoli danni organici, costringendolo a 26 operazioni chirurgiche, è stato trattato con un complesso biochimico ingegnerizzato, che dovrebbe correggere il difetto genetico, cambiare in modo

    – di Gilberto Corbellini

    Il filo che da Padova porta a Roma e Palermo

    Tra i molti luoghi dove il "mondo di sopra", il "mondo di sotto" e il "mondo di mezzo" si incrociano e interagiscono, ce ne sono alcuni rilevanti: le banche. Le frequentazioni, le relazioni, gli scambi qui transitano e da qui finiscono archiviati nei centri elaborazione dati degli istituti di

    – di N.B.

    Intransigente, anzitutto con se stesso

    Questo pezzo non riepilogherà le battaglie - molte vinte, tante perse - di Vincenzo Maranghi che hanno riempito un quarto di secolo di cronache finanziarie. Ma si concentrerà sul profilo della "persona" prima ancora che banchiere, così come lo hanno voluto ricordare, a dieci anni dalla scomparsa, i

    – di Antonella Olivieri

I più letti di Scenari