Cinema, «guerre stellari» tra le major sui contenuti audiovisivi

    C'era una volta a Hollywood lo studio system, il sistema delle major che faceva il bello e il cattivo tempo sul grande schermo: da un lato le "Big Five" Paramount, Mgm, 20th Century Fox, Warner Bros e Rko, dall'altro le "Little Three", Universal, Columbia e United Artists. In otto tenevano in mano

    – di Francesco Prisco

    Il cinema come esperienza (inter)religiosa

    C'è un villaggio ai piedi dell'Himalaya e c'è un bambino di dieci anni che ha rotto incidentalmente la sedia di un suo compagno di classe. Se la porta a casa, percorrendo sette chilometri e facendosi anche rubare l'asinello, perché vuole riparargliela in tempo per il giorno dell'esame. Delle sedie

    – di Francesca Milano

    Scatenato e divertente «Free Fire» di Ben Wheatley

    Uno dei film d'azione più divertenti dell'anno: si può riassumere così «Free Fire», ultima creazione di Ben Wheatley e grande protagonista del weekend in sala.Ambientato a Boston negli anni Settanta, il film racconta di due gang, una irlandese e l'altra americana, che si incontrano in un magazzino

    – di Andrea Chimento

    Ferruccio e lo storico litigio con Enzo. La leggenda «Lambo» va al cinema

    «Cosa vuol saperne di auto lei che guida trattori?». Enzo Ferrari non era certo il tipo da mandarle a dire. Nenche quando si trovava di fronte un cliente importante come Ferruccio Lamborghini, imprenditore rampante, quasi conterraneo, di 18 anni più giovane. Lo affrontò a muso duro, come faceva con

    – di Francesco Prisco

    Infanzia abbandonata

    Un albero spoglio con mille dita scheletriche e nere appare dal basso come un re afflitto da una feroce solitudine. E' l'inizio di Loveless, nei cinema dal 6 dicembre, di Andrey Zvyagintsev. Il regista russo conosce bene la Natura desolata: è nato a Novosibirsk, in Siberia; più vicino alla Mongolia

    – di Cristina Battocletti

    Risate garantite con la commedia francese «C'est la vie»

    I registi di «Quasi amici» sono tornati e sperano in un nuovo successo al box office di casa nostra: Olivier Nakache e Eric Toledano sono tra i grandi protagonisti del weekend in sala con la loro ultima fatica, «C'est la vie - Prendila come viene».Al centro c'è una coppia di novelli sposi che si

    – di Andrea Chimento

    Reciprocamente atterriti

    Ci sono buone ragioni per pensare che Gli Sdraiati di Francesca Archibugi diventi un riempisala, fronteggiando anche il cinepanettoncino anticipato napoletan-torinese, Caccia al tesoro di Carlo Vanzina, con tanto di San Gennaro. Gli sdraiati anzitutto può contare sul richiamo al successo

    – di Cristina Battocletti

    Gli scontri razziali del 1967 nel potente «Detroit»

    Un nuovo film di Kathryn Bigelow è sempre un evento importante: l'ennesima conferma del talento della regista americana arriva con «Detroit», attesissimo lungometraggio che è il grande protagonista del weekend in sala. Al centro ci sono gli scontri razziali avvenuti nella città del Michigan nel

    – di Andrea Chimento

    Borghesia senza amore

    Michael Haneke precipita i bambini dei suoi film nello stesso gorgo feroce degli adulti: ne Il nastro bianco (Palma d'oro a Cannes nel 2009) infilzavano uccellini con le forbici. In Happy End, dal 30 novembre nei cinema, E've (Fantine Harduin), una quasi tredicenne che ha nel corpo tutte le acerbità

    – di Cristina Battocletti

    The Big Sick, commedia sentimentale che sorprende

    Una commedia che scalda il cuore è la grande protagonista del weekend in sala: «The Big Sick» di Michael Showalter, dopo l'ottimo successo ottenuto negli Stati Uniti, arriva in Italia ed è il film da vedere della settimana.Al centro c'è la storia d'amore tra Kumail, aspirante comico pakistano, ed

    – di Andrea Chimento

I più letti di Cinema