Week end naturalistico/ In Abruzzo per il Cammino dell'accoglienza

    Tappa in Abruzzo dal 1 al 3 giugno per la V^ edizione del "Cammino dell'accoglienza" (caiavezzano.it; abruzzoturismo.it) la tre giorni di marcia che attraversa un verde angolo dell'Abruzzo interno, ricco di naturali bellezze che, oltre 70 anni fa, diede ospitalità a migliaia di prigionieri alleati,

    Week end storico/ A Spello per i giorni dell'infiorata

    Il 2 e il 3 giugno in Umbria a Spello torna la magica infiorata (infioratespello.it). Una festa di colori e creatività unica nel suo genere.Le meravigliose Infiorate (tappeti e quadri) che si offrono agli sguardi ammirati dei numerosi visitatori italiani e stranieri sono il risultato di un

    Week end gustoso/ A Parma per un'immersione nel gusto e nella gastronomia

    Sabato 2 giugno e domenica 3 giugno Parma lancia il primo City of Gastronomy Festival per celebrare una lunga tradizione di gusto che ha portato l'UNESCO a riconoscere alla petite capitale il titolo, prima in Italia, di Città Creativa per la Gastronomia. Cooking show stellati, temporary restaurant

    Elogio della pigrizia

    Sosteneva Hofmannsthal ne "Il libro degli amici" che "vi è negli spiriti superiori una pigrizia feconda e una improduttiva, ed esse sconfinano apparentemente l'una nell'altra in una regione che si sottrae al nostro sguardo".

    – di Armando Torno

    Kraftwerk e Katy Perry, agli estremi della musica sintetica

    L'elettronica al potere. Synth e drum machine pompati al massimo. Effetti, tanti effetti, purché siano davvero «speciali». Questa la cifra di una settimana dei concerti che oscilla tra due estremi: i Kraftwerk, che la cosiddetta «musica sintetica» la hanno inventata, e Katy Perry, che ne ha saputo

    – di Francesco Prisco

    L'animale femmina di Emanuela Canepa: se la violenza è manipolazione

    La solitudine di Rosita è una ribellione. Rosita è una studentessa fuori corso, in una città chenon è la sua. Una città voluta, inseguita, come voluti ad ogni costo sono i suoi studi. Rosita è la figlia quietamente obbediente di una madre, onnipotente, invadente, a tratti anaffettiva. Rosita è

    – di Serena Uccello

    Il «buen retiro» e i giochi di Giacomo bambino a San Leopardo

    «Sdraiato presso un pagliaio a San Leopardo sul crepuscolo vedendo venire un contadino all'orizzonte…». Sono i ricordi dell'infanzia e dell'adolescenza di Giacomo Leopardi, quando era ancora "Muccio", dei giorni passati nella casina di San Leopardo: un tesoro "nascosto" tra i luoghi leopardiani,

    – di Patrizia Maciocchi

    Matrimonio di bellezza

    Abbiamo, noi esseri umani, una capacità sorprendente e invidiabile di trovarci delle vie di fuga, qualora l'aria si faccia, per un motivo o per l'altro, irrespirabile. Siamo sublimemente capaci di distrarci, svicolare, schivare, spostarci. Andare altrove. Lasciare la strada principale e addentrarci

    – di Paola Mastrocola

    Rap & Trap, metrica e poetica

    Rap, Trap. Due sillabe. Due suoni. Due percussioni. Due ramificazioni della cultura Hip Hop. Una delle ragioni di ripresa dell'industria discografica in Italia e nel mondo. Un fenomeno talmente popolare da potere essere considerato il nuovo Pop. E come tale, spesso privo di rivoluzione. Ma ci sono

    – di Alessio Bertallot

    L'avventura dell'universo

    Per millenni i filosofi, gli astronomi e gli scienziati hanno concepito l'universo come una sorta di palcoscenico, un'arena fissa, immutabile, nella quale i pianeti, le stelle e altri corpi celesti erano stati messi in moto.

    – di John D. Barrow

    Tenace fustigatore armato di scrittura

    Se n'è andato anche Philip Roth. Non pareva possibile, come se lui l'anagrafe non lo riguardasse, perché fino ai romanzi finali, pur tra molte ombre di morte, ha conservato l'energia degli inizi. E' vero che da qualche anno non pubblicava. La tentazione di smettere, d'altra parte, apparteneva alla

    – di Nicola Gardini

    Numeri a regola d'arte

    Sono due fratelli destinati a lasciare una traccia profonda nella cultura del secolo appena trascorso quelli che, nella primavera del 1940, si scambiano la manciata di lettere raccolte in questo volumetto. Da un lato la filosofa, saggista e mistica Simone Weil, dall'altro André, uno dei più grandi

    – di Umberto Bottazzini

    Andrea Camilleri mitico indovino: «Tiresia sono....»

    Sotto un cielo che è luminoso anche di notte, e tra le pietre bianche del Teatro greco di Siracusa, zampillano le note del brano The Cinema Show dell'album Selling England by the Pound del gruppo musicale Genesis. E intanto scivolano pianamente, nella càvea, le parole lavorate dalla musica.

    – di Salvatore Silvano Nigro

    I Cherubini volano a Torino

    Hanno debuttato a Torino, chiudendo la prestigiosa stagione di concerti di "lingottomusica", nel grande Auditorium di Renzo Piano. Tirati a lucido dopo un tour europeo che ha fatto tappa a Parigi, Lussemburgo e Ginevra, coprendoli di allori: eccoli ritornati, i "Cherubini", cento giovani musicisti

    – di Carla Moreni

    Grande festa al Mudec per Frida Kahlo

    Eventi e aperture straordinarie da mercoledì 30 maggio fino a domenica 3 giugno per accompagnare la chiusura della mostra sulla pittrice messicana più importante del '900. Siamo agli ultimi giorni prima della chiusura definitiva della mostra "Frida Kahlo. Oltre il mito", attualmente aperta al

    Schiacciato da un masso durante la fuga: a Pompei si moriva (anche) così

    In tanti finirono travolti dalla lava. Molti altri furono soffocati dalle esalazioni. Qualche altro tuttavia a Pompei, nella terribile eruzione vesuviana del 79 d.C., perse la vita in circostanze piuttosto «fortuite». Ce lo rivelano i nuovi scavi in corso nella Regio V del Parco archeologico, dove

    – di Fr.Pr.

    Almudena Grandes: «I miei romanzi al servizio della memoria»

    L'impeto con cui Almudena Grandes racconta della Spagna, della scrittura, delle protagoniste dei suoi libri è pari all'intensità che fluisce nelle quasi 800 pagine della sua ultima opera: I pazienti del dottor García, quarta "puntata" dei sei Episodi di una guerra interminabile, incessante

    – di Eliana Di Caro

    Paralizzati nella ragnatela delle lealtà

    Les loyautés, le "fedeltà invisibili", «sono fili che ci legano agli altri, ai vivi come ai morti, sono promesse che abbiamo sussurrato e di cui non riconosciamo l'eco, lealtà silenziose, sono contratti per lo più stipulati con noi stessi, parole d'ordine accettate senza averle comprese, debiti che

    – di Lara Ricci

    Hip hop d'Italia: ecco chi crea la nostra lingua

    Rap, Trap. Due sillabe. Due suoni. Due percussioni. Due ramificazioni della cultura Hip Hop. Una delle ragioni di ripresa dell'industria discografica in Italia e nel mondo. Un fenomeno talmente popolare da potere essere considerato il nuovo Pop. E come tale, spesso privo di rivoluzione. Ma ci sono

    – di Alessio Bertallot

I più letti di Domenica