Mai fidarsi del testimone

    Le prove forensi - ovvero i dati empirici utilizzati dalla Scientifica per indagare su un reato e perseguirne l'autore - sono tenute in alta considerazione nella nostra società in virtù della loro potenziale capacità di tracciare un percorso oggettivo fino alla giustizia penale. Malgrado le

    – di Thomas Albright

    Paesaggi di guerra

    Tra gli equivoci del postmodernismo, uno dei più influenti è stato l'interpretazione del cosiddetto spatial turn quale sostituzione della geografia alla storia. Se le «grandi narrazioni» della modernità avevano peccato di uno storicismo progressivo, il tempo a seguire avrebbe rappresentato i

    – di Andrea Cortellessa

    Pollock, l'Icona dell'incertezza

    Nei quadri di Pollock le sgocciolature si susseguono con un margine di casualità, ma poi il risultato finale «non poteva che essere quello». Nella vita delle persone il caso via via si riduce, se guardiamo la vita a posteriori, quando siamo diventati vecchi e ci sembra che la nostra vita «doveva»

    – di Paolo Legrenzi e Armando Massarenti

    L'uomo che catturò il Che: «Fidel lo spedì in Bolivia per sbarazzarsene»

    L'8 ottobre 1967, Ernesto «Che» Guevara venne catturato in Bolivia. Uno dei protagonisti della rivoluzione cubana del 1959 era venuto in Bolivia nella speranza di trasformarla in uno dei «tanti Vietnam» che aveva invocato nel 1966 nel suo «Messaggio alla Tricontinentale». I resoconti degli eventi

    – di Clare Hargreaves

    Il populismo giornalistico che ignora i capolavori dell'architettura fascista

    «Perché così tanti monumenti fascisti sono ancora in piedi in Italia?» è il titolo dell'articolo pubblicato sul sito del magazine del «New Yorker», a firma di Ruth Ben-Ghiat, docente di Storia e Studi italiani presso la New York University. Il New Yorker è stupito che in Italia siano rimasti e

    – di Fulvio Irace

    Paesaggi di guerra

    Tra gli equivoci del postmodernismo, uno dei più influenti è stato l'interpretazione del cosiddetto spatial turn quale sostituzione della geografia alla storia. Se le «grandi narrazioni» della modernità avevano peccato di uno storicismo ...

    – Andrea Cortellessa

    Orsi, alci e modernità della natura

    «Attenti agli orsi! Abbiamo avuto cinque aggressioni e due persone morte da giugno. E se guidate di sera, attenti alle alci, perché investirne una potrebbe causarvi molto male». Queste le prime raccomandazioni di Robert, il proprietario del b&b ...

    – Gilberto Corbellini

    #Perdonarsi

    Di certe cose diciamo che non si possono perdonare, o che non ce le perdoneremo mai. E invece poi lo facciamo, lo facciamo di continuo.

    – Gianfranco Ravasi

    Considerazioni sull'albero

    Non si parla da pari a pari con un albero: esso obbliga ad alzare la testa. Del resto senza quell´arroganza che caratterizza molte cose alte: incute rispetto, ma con una maestosità semplice, senza affettazione, e quasi leggera, senza dubbio a causa dell´aria che lo attraversa. Della maggior parte

    – di Olivier Rolin

    Siamo all'Opera da quattrocento anni

    Che cosa è l'opera? Passione, potere, politica. Ecco fatto il titolo perfetto per una mostra originale, chic, smaliziata: la prima in assoluto dedicata al teatro in musica, nella sua campata complessiva, dalle origini ai nostri giorni. La allestisce a Londra il Victoria and Albert Museum, nella

    – di Carla Moreni

    Dieta e ritmo per non invecchiare

    Il premio Nobel assegnato quest'anno ai tre ricercatori american J. Hall, M. Rosbash e M. W. Young per le ricerche che hanno portato alla luce i meccanismi genetici e fisiologici alla base dei ritmi circadiani è anche l'occasione per ricordare che ...

    – di Gilberto Corbellini e Mario Molinaro

    La tempistica dei Nobel

    Alzi la mano chi conosce Nils Gustaf Dalén. Nessuno sicuramente ne ha mai sentito parlare. Eppure nel 1912 questo signore svedese fu insignito del premio Nobel per la fisica, già allora il più importante riconoscimento mondiale in campo scientifico. Si dirà: ben pochi degli scienziati che ricevono

    – di Vincenzo Barone

    La Estorick Collection alla riscoperta dell'Arte Povera

    Cinquanta anni fa, nel settembre 1967, la Galleria La Bertesca di Genova aveva ospitato la prima mostra di Arte Povera, così battezzata dal giovane critico Germano Celant. Povera nel senso di essenziale, tesa a eliminare il superfluo e a colmare il divario tra arte e vita vera. Mezzo secolo dopo,

    – di Nicol Degli Innocenti

    Procol Harum in tour per i 50 anni di «A Whiter Shade of Pale»

    Cinquant'anni fa, da qualche parte in Inghilterra, qualcuno mise l'organo Hammond al centro della sintassi rock. Scelta di grande raffinatezza che premiava uno strumento fino a quel momento protagonista soprattutto nel jazz, trovata che gettava le basi per soluzioni destinate a durare nel tempo. Fu

    – di Francesco Prisco

    Walter Benjamin e i confini di arte e violenza

    Non deve stupire il successo che il filosofo, saggista e critico Walter Benjamin (morto nel 1940 a 48 anni) sta avendo ai nostri giorni. Le sue opere sono apprezzate da opposte tendenze e, d'altra parte, nel suo pensiero confluiscono la mistica ebraica (amico di Gershom Scholem, teologo e semitista

    – di Armando Torno

    Week end tra amici/ In Toscana per scoprire il rituale dell'Extravergine

    Chi vuole può regalarsi un'esperienza particolare e di lusso, magari in compagnia di amici, può cogliere la proposta di Castello Del Nero a Tavarnelle Val di Pesa. Nel cuore del Chianti in un tipico esempio di residenza signorile del XII secolo, questo hotel di lusso (membro dei The Leading Hotels

    Week end culturale/ A Bergamo tutto parla di Scienza!

    Fino a domenica 15 ottobre a Bergamo va in scena la XV edizione di BergamoScienza, il festival di divulgazione scientifica organizzato dall'Associazione BergamoScienza . Un ampio palinsesto di eventi, aperti gratuitamente al pubblico, animerà la città di Bergamo: laboratori, conferenze, mostre,

    Week end sportivo/ A Trieste per la Barcolana

    Quello del 7 e 8 ottobre è il week end conclusivo della Barcolana di Trieste, una festa del mare per tutti, principianti e non! La regata più famosa e frequentata d'Italia che giunta alla sua 49° edizione quest'anno ha registrato il maggior numero di barche. Il suo bello è che è aperta a tutti:

    Week end gustoso/ Al Alba va in scena messer Tartufo

    Questo week end e fino al 26 novembre Alba e le sue colline si preparano ad accogliere l'87a edizione della Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d'Alba. La Fiera Internazionale del Tartufo rappresenta il culmine degli eventi enogastronomici del Piemonte e che ogni anno attira più di 600 mila

    Santa Cecilia, Pappano stupisce con «Re Ruggero» di Szymanowsky

    Sceglie una apertura insolita, Re Pappano, per la stagione di Orchestra e Coro di Santa Cecilia: Król Roger di Karol Szymanowsky, opera unica del compositore polacco, composta nel 1926 e mai rappresentata a Roma. E nemmeno in altre città italiane, tranne Palermo, paladina di questo titolo, fin dal

    – di Carla Moreni

I più letti di Domenica