Il coraggio di essere dandy

    «Per tutti gli anni della mia triste giovinezza, Huysmans è stato per me un compagno, un amico fedele; non ho mai dubitato di lui, non sono mai stato tentato di abbandonarlo», scrive Michel Houellebecq nel suo ultimo libro, Sottomissione, in cui quest'autore disgustato dalla vita riaffiora senza

    – di Giuseppe Scaraffia

    Quel che resta del tuono

    Al ricordo che tracciai, su questo «Domenicale», il 30 dicembre 2013 (Fernando Bandini era scomparso il giorno di Natale), vorrei aggiungere questo suo garbato autoritratto, che lo dipinge affabile e ironico, com'egli era, teneramente fedele alla propria Vicenza: «Non giro per salotti, / ho amici

    – di Carlo Ossola

    Che diavolo di romanzi!

    Esattamente un mese prima del passaggio ravvicinato alla terra della cometa di Halley, il 20 maggio 1910, il direttore della società psicoanalitica di Vienna, Sigmund Freud, organizzò un convegno per riflettere sul numero crescente di suicidi, in particolare tra i giovani. Pascoli, Tolstoj e Blok

    – di Cristina Battocletti

    Nobel e Pulitzer, al Salone di Torino mai così tanti autori stranieri

    L'ultimo ad essere annunciato è un vero monumento della letteratura spagnola, Havier Marìas, autore di testi straordinari come L'uomo sentimentale, Il tuo volto domani, Tutte le anime, Nera schiena del tempo, Un cuore così bianco, Domani nella battaglia pensa a me. E adesso Berta Isla. L'edizione

    – di Serena Uccello

    Vizi e virtù della provincia che scolora

    La provincia italiana che sta svanendo dovrebbe essere dichiarata patrimonio dell'umanità. E' speciale. Si presenta più coinvolgente di quella francese, più ghiotta della britannica, più ironica della tedesca (ci vuole poco: là il sorriso è il grande assente). Nel Paese dei campanili, delle

    – di Armando Torno

    Torino si presenta e fa già il pienone. Ecco i dodici finalisti dello Strega

    «Abbiamo fatto tutto il nostro dovere. E credo che l'abbiamo fatto con spirito di unità, di concordia e per il bene del Paese». Cita Aldo Moro, Massimo Bray presidente della Cabina di regia che organizza il Salone del Libro di Torino, per presentare oggi l'edizione di quest'anno in programma dal 10

    – di S.U.

    L'eterna giovinezza di Pickwick

    «Arrivederci alla prossima puntata». Ai tempi della regina Vittoria, e anche un po' prima, in Gran Bretagna i romanzi uscivano periodicamente a fascicoli e solo in un secondo momento raccolti in volume. Da parte dell'editore era, questo, un modo di controllare le spese; e, da parte dell'autore, un

    – di Luigi Sampietro

    La poesia, un atto di verità

    Una vastissima geografia di nomi, in un arco che va dalla fine della seconda Guerra mondiale agli anni Settanta; più di novecento lettere di Bonnefoy,quarantanove corrispondenti: imprese letterarie e scelte di vita, la verità dell'autentico. Raramente un epistolario entra così nel vivo di un

    – di Carlo Ossola

    Periferia fosca e feroce

    Come eco prolungata e amara di un latrato di cani e di lupi nelle notti di un raggelato inverno, Voragine, libro d'esordio di Andrea Esposito, è un dirupo di vertigine. In una periferia fosca e feroce - protagonista anch'essa, ben oltre lo sfondo d'ambiente, nel suo essere un inumano "non luogo" ai

    – di Stefano Biolchini

    Il primo «Grande Fratello» è nato in Russia e parla di noi

    La fantascienza ha avuto molti precursori, e con Verne e Wells i suoi fondatori moderni, l'uno fiducioso nelle macchine e nella scienza, ma l'altro, degno lettore di Darwin e narratore della società e delle sue linee di sviluppo, decisamente più pessimista.Si diffuse dopo la seconda guerra mondiale

    – di Goffredo Fofi

    Se pagare non è un peso ma un piacere

    «"Pagare" è ormai un verbo sotto accusa: pagano sempre gli stessi, loro mangiano e noi paghiamo - indignazione digestiva da talk e telegiornali della sera. Pagare troppe tasse, pagare irragionevoli accise sulla benzina, pagare i privilegi dei politici, pagare imposte occulte o penali non dovute,

    – di Serena Uccello

    Memorie e guerre d'oriente di Luigi Barzini

    Luigi Barzini, morto a Milano nel 1947 a 73 anni, resta uno dei protagonisti della cultura italiana del Novecento oltre che giornalista e scrittore. Nel 1900, collaboratore del Corriere della Sera, fu inviato in Cina al seguito della spedizione composta da Giappone, Russia, Gran Bretagna, Stati

    – di Armando Torno

    Le Allegre madame di Shakespeare

    Dante e Shakespeare si dividono il mondo moderno, dicevano Ezra Pound e T.S. Eliot, coloro che lanciarono il Modernismo un secolo fa. Il fatto è, però, che Dante e Shakespeare creano il mondo moderno, creano noi quali ancora siamo. Shakespeare, per esempio, che insegue la felicità terrena, ne

    – di Piero Boitani

    Il Tasso, pittor con le parole

    Come si fa a ottenere a corte il favore del principe e a evitare, nello stesso tempo, l'invidia dei cortigiani? E' a questa difficile questione che cerca di rispondere Torquato Tasso, in un dialogo scritto tra il 1584 e il 1585, quando ancora è rinchiuso nella cella di Sant'Anna, accusato di una

    – di Lina Bolzoni

    Tristi verità di provincia

    Per molti anni ho tenuto l'edizione completa delle opere di Paolo Volponi, curata da Emanuele Zinato per Einaudi, sulla mia scrivania. Mi arrampicavo sulla prosa ardua, visionaria, cogitativa e poetica di uno scrittore di cui sentivo appartenermi i temi e quella lacerazione, tutta italiana, fra una

    – di Alessandra Sarchi

    Guida ai viaggi di nozze per sposi globetrotter

    Luna di miele: la saggia formula ricorda quanto la felicità dei primi giorni dopo il matrimonio sia particolarmente intensa, ma non duri più di una luna (cioè un mese circa). Ma quando si diffuse l'usanza di trascorrere questo periodo lontano da casa, nei luoghi più belli del mondo? Quando nacque

    – di Claudio Visentin

    I baci mancati di Renzo e Lucia

    Nei "Promessi Sposi" di Alessandro Manzoni i baci d'amore non ci sono. Mai un'effusione, nemmeno a labbra sfiorate tra Renzo e Lucia, anche se la casuistica dei gesuiti lo consentiva tra fidanzati. Le passioni della Monaca di Monza, che avrebbero potuto rompere il ghiaccio, sono nascoste dalla

    – di Armando Torno

    Se l'abbandono è il luogo oscuro dell'anima

    «Ci interessiamo alle passioni dei nostri genitori solo quando sono morti e quelle passioni sono morte con loro. Esse assumono allora una valenza misteriosa che irrita, ma finché i cuori in cui hanno albergato battono ancora passiamo loro accanto con indifferenza». Quando lessi per la prima volte

    – di Serena Uccello

    Gli scritti italiani di Ernest Renan

    Ritorna in libreria un testo scomparso da qualche decennio di Ernest Renan (1823-1892), orientalista e storico del cristianesimo, celebre per la sua "Vita di Gesù" del 1863 (suscitò un polverone nel mondo cattolico e protestante perché negava i miracoli e la divinità di Cristo).

    – di Armando Torno

    Libri per l'infanzia: piccoli uomini (migliori) crescono

    Forse per l'impotenza che provano di fronte allo squagliarsi dei Poli, al razzismo che s'impenna, all'orrore della Siria o di Pyongyang, ai piccoli migranti che culla solo la risacca - o forse semplicemente per preparare i propri figli a un ambiente e a una società in evoluzione - i genitori d'oggi

    – di Lara Ricci

I più letti di Letteratura