La camera oscura delle parole

    Era inquieto, Manganelli: da dirimere c'era una grave questione. Alla prima occasione prese da parte Mario Bortolotto e gli chiese di dire lui una parola definitiva: era più brutto lui o Sanguineti? Il musicologo lo tranquillizzò: «che c'entra, tu non sei antropomorfo». Quella dell'antropomorfismo

    – di Andrea Cortellessa

I più letti di Letteratura