L'era del Capitolism

    Cosa sarebbe il rock, senza la sua narrazione? Giocando con l'immaginazione, sarebbe una versione for dummies delle musiche popolari del Secolo breve (il jazz, il blues, il folk). Ma, ancor più, il rock deve la sua fortuna alle sue contraddizioni; nel suo celebre saggio, lo storico Hobsbawn

    – di Riccardo Piaggio

    Sigur Ros, dall'Islanda col post rock

    C'è il rock di quelli per cui il rock non è ancora finito, il rock che continua a cercare sé stesso e, in questa ricerca, approda a nuovi territori musicali, rock che pretende tantissimo dalle soluzioni che propone e offre puntualmente mondi tutti da scoprire al proprio pubblico, appassionato,

    – di Francesco Prisco

    Siamo all'Opera da quattrocento anni

    Che cosa è l'opera? Passione, potere, politica. Ecco fatto il titolo perfetto per una mostra originale, chic, smaliziata: la prima in assoluto dedicata al teatro in musica, nella sua campata complessiva, dalle origini ai nostri giorni. La allestisce a Londra il Victoria and Albert Museum, nella

    – di Carla Moreni

    Procol Harum in tour per i 50 anni di «A Whiter Shade of Pale»

    Cinquant'anni fa, da qualche parte in Inghilterra, qualcuno mise l'organo Hammond al centro della sintassi rock. Scelta di grande raffinatezza che premiava uno strumento fino a quel momento protagonista soprattutto nel jazz, trovata che gettava le basi per soluzioni destinate a durare nel tempo. Fu

    – di Francesco Prisco

    Santa Cecilia, Pappano stupisce con «Re Ruggero» di Szymanowsky

    Sceglie una apertura insolita, Re Pappano, per la stagione di Orchestra e Coro di Santa Cecilia: Król Roger di Karol Szymanowsky, opera unica del compositore polacco, composta nel 1926 e mai rappresentata a Roma. E nemmeno in altre città italiane, tranne Palermo, paladina di questo titolo, fin dal

    – di Carla Moreni

    Tan Dun, sinfonia a colpi di smartphone

    Va bene che a Venezia anche i più esperti perdono l'orientamento. Però un tiro così mancino la Biennale Musica non doveva tirarlo: ci avevano promesso di portarci a Est, con il programma predisposto da Ivan Fedele, confermato alla direzione artistica fino al 2020. E invece ci siamo ritrovati dritti

    – di Carla Moreni

    Morto Tom Petty, rocker «perdente» da 80 milioni di copie vendute

    Negli anni Settanta il rock americano diventa mainstream, grazie a «nuovi eroi» del calibro di John Cougar Mellencamp, John Hiatt e soprattutto Bruce Springsteen. Gente capace di parlare al cuore della working class che compra i dischi, monopolizzare i palinsesti delle radio e finire in classifica.

    – di Francesco Prisco

    «Stiffelio», siete tutti coinvolti

    Bisogna vederlo, per raccontarlo. Viverlo da vicino, per capirne le ragioni. Scoprendo che il famoso "stare in piedi", di cui si parla polemicamente da mesi, non era una trovata. Nemmeno una boutade o una provocazione, tanto per attirare interesse. No, allo Stiffelio di Verdi proposto da Graham

    – di Carla Moreni

    Tra il prog dei Marillion e Moroder con la disco anni Settanta

    L'Italia è terra di grande tradizione progressive. L'«età adulta del rock», coincisa con gli anni Settanta, qui da noi ha prodotto band di livello assoluto e un pubblico competente in materia che i dischi di quella stagione continua a comprarli, collezionarli e soprattutto ascoltarli.Quaggiù ci

    – di Francesco Prisco

    Bowie e la Trilogia berlinese: quando un commercialista cambiò il rock

    E' il 29 settembre, giorno di celebrazioni musicali. No, non è a Battisti, Mogol, all'Equipe 84 e a quel 29 settembre che stiamo pensando. Oggi per Parlophone esce A New Career in a New Town, il box set celebrativo del quarantennale della celeberrima «Trilogia berlinese» di David Bowie che unisce a

    – di Francesco Prisco

    Addio a Mario Bortolotto, musicologo affabulatore

    Aveva un accento, tutto suo, di sapore friulano, inconfondibile. Anche certe furie sferzanti, lo caratterizzavano: spregiudicate, fuori da ogni giro di scuola o di potere. Le liberava senza ritegno già negli intervalli di una esecuzione, e cadevano lapidarie, come oracoli. Ma soprattutto Mario

    – di Carla Moreni

    Ethnos Festival, suoni e idee all'ombra del Vesuvio

    San Giorgio a Cremano e Somma Vesuviana, Casandrino e Bacoli, Torre de Greco e Massa Lubrense, paesi nomadi distesi sotto il monte più precario (e dunque creativo) d'Europa, fino all' 1 ottobre si uniscono per dar vita a una piccola costellazione autunnale di suoni, idee, esperienze. Il suo nome è

    – di Riccardo Piaggio

    Rolling Stones padroni di Lucca (con un mezzo endorsement per la soft Brexit)

    «Ho passato una bellissima giornata ieri a Firenze. Ho incontrato la signora May e abbiamo mangiato un gelato sul Ponte Vecchio: delizioso». Sotto le mura storiche di Lucca, davanti ai 60mila spettatori arrivati da ogni parte d'Italia per assistere all'unica data sullo Stivale dello «Stones No

    – di Francesco Prisco

    Rolling Stones a Lucca: tutto quello che devi sapere sul concerto da 26 milioni

    «Got live if you want it!» Ci abbiamo il concerto, se lo volete! Esattamente come recitava il titolo del loro primo album dal vivo, datato 1966. Stiamo parlando dei Rolling Stones, ma il concerto in questione, stavolta, è quello che sabato 23 settembre terranno alle Mura Storiche di Lucca, evento

    – di Francesco Prisco

I più letti di Musica