E' Natale, ma c'è sempre la guerra

    S'intitolava Natale 1987 e quei versi erano di un poeta un po' appartato, Giovanni Abbo: «Travestiti da pastori / o scorta volontaria dei re Magi / andiamo a Betlemme cianciando d'amore e di pace, / comunque nascondendo / sotto il mantello di ogni evenienza / un kalashnikov ben oliato». Andando un

    – di Gianfranco Ravasi

I più letti di Religione