La Russia riparte e il design made in Italy torna a investire

    Corsie e stand espositivi pieni; visitatori interessati a comperare e non solo a guardare; ordini firmati per nuove forniture e nuovi negozi. Il verdetto sembra unanime: il mercato russo è tornato. Non lo dicono soltanto i numeri sulle esportazioni di mobili italiani verso Mosca (+0,2% nel primo

    – di Giovanna Mancini

    In agosto l'export sale di oltre otto punti

    Quarto mese consecutivo in crescita per l'export tricolore che ad agosto accelera il passo rispetto alla media 2017 e piazza un progresso superiore di oltre tre punti rispetto alla performance di luglio. In attesa dei dati definitivi e dettagliati Istat, in arrivo oggi, dalle tabelle Eurostat si

    – di Luca Orlando

    La Cina nuovo Eldorado per chi esporta robot

    Ci sono cinque Paesi, nel mondo, che da soli valgono tre quarti della domanda mondiale di robot industriali. E di questi, uno ne vale addirittura il 30%. I cinque Paesi in questione sono Cina, Corea del Sud, Giappone, Stati Uniti e Germania, ma di questi la vera gallina dalle uova d'oro per chi

    – di Micaela Cappellini

    l 90% dell'export alimentare italiano negli Usa si concentra in dieci Stati

    Corre l'export negli Usa di alimentare made in Italy, ma solo nei grandi Stati della costa orientale e in California: nel resto c'è poco. I primi tre Stati, New Jersey, California e New York, assorbono il 60% dell'export tricolore e i Top 10 addirittura il 90%. Da un sondaggio emerge che gli

    – di Emanuele Scarci

    L'arredo italiano scommette sul ritorno del mercato russo

    Il mercato russo riparte e così anche l'ottimismo delle aziende italiane dell'arredamento, che da oggi a sabato tornano a Mosca per la 13esima edizione dei Saloni WorldWide organizzati dal Salone del Mobile di Milano, che ogni anno in autunno porta al Crocus Expo della capitale russa una selezione

    – di Giovanna Mancini

    Così gli accordi di libero scambio fanno bene al Made in Italy

    Anche nell'agroalimentare l'Italia è un paese importatore di materie prime ed esportatore di prodotti finiti. Opporsi all'aperura dei mercati e in particolare alla conclusione dei nuovi accordi di libero scambio che l'Unione europea sta negoziando con molti paesi emergenti, dal Sudamerica all'Asia,

    – di Alessio Romeo

    In Sicilia nasce Gustoso e punta sul mercato Usa

    Dodici aziende del food siciliano riunite sotto un unico brand per andare alla conquista degli scaffali della Grande distribuzione degli Stati Uniti. E', in sintesi, la fotografia di Gustoso Sicilian Food Excellence, la rete di imprese nata dall'intuizione di Daniele Cipollina, imprenditore

    – di Nino Amadore

    Francia e Germania trainano la corsa all'estero dell'alimentare di Parma

    Non si ferma la corsa all'estero del distretto alimentare di Parma. Con un balzo delle esportazioni nel primo semestre di quest'anno del 5,1%, per un totale di 772 milioni di euro, il cuore della food valley emiliana conferma il proprio ruolo di protagonista dell'economia del territorio, in una

    – di Natascia Ronchetti

    Al via il piano di internazionalizzazioneper il Sud

    C'è un punto debole nell'export italiano, sempre più chiaro se si leggono i confronti internazionali. Si chiama commercio digitale, ed è qui che si concentrano molte delle novità della fase due del "Piano export Sud" che l'agenzia Ice lancia ufficialmente oggi. Il piano fa perno su 50 milioni di

    – di Carmine Fotina

    Piacciono i prodotti alimentari valdostani: all'estero ci sono più falsi

    Cresce l'interesse sui mercati esteri per i prodotti alimentari valdostani. E, di conseguenza, il fenomeno della contraffazione. A tal punto che il senatore valdostano Albert Lanièce proprio in questi giorni ha dovuto presentare una interrogazione per chiedere al governo italiano di intervenire per

    – di Fabrizio Favre

    Nuovi voucher per gli export manager: criteri di selezione più rigidi

    Ventisei milioni di euro di dotazione finanziaria anziché 18. Invece di uno, due tipi di voucher. E in più nuovi criteri di accreditamento per le società fornitrici. Il ministero dello Sviluppo economico ha appena dato ufficialmente il via alla seconda edizione dei voucher per i temporary export

    – di Micaela Cappellini

    Developer cinesi a caccia di design italiano

    Il rallentamento della crescita dell'economia cinese non spaventa l'industria italiana dell'arredo-design. Innanzitutto perché si parla comunque di un incremento del Pil cinese attorno al 6% per il 2017 e 2018. E poi perché questo rallentamento è accompagnato da una trasformazione verso un modello

    – di Giovanna Mancini

    Tutti pazzi per i gioielli italiani: cresce l'export del settore orafo

    Anche l'andamento del settore orafo-gioielliero - come quello della nautica o della metalmeccanica - sembra confermare la ripresa della manifattura italiana in atto. Nei primi sei mesi del 2017, secondo l'annuale rapporto congiunto Club degli Orafi e Intesa Sanpaolo, le esportazioni sono aumentate

    – di Katy Mandurino

    Export dei distretti: la meccanica italiana supera quella tedesca

    Arriva dalla meccanica il traino per i distretti italiani nel secondo trimestre del 2017. Il monitor di Intesa Sanpaolo sull'export distrettuale evidenzia una crescita media a prezzi correnti del 4,3%, il che porta a nuovi massimi sia il valore assoluto delle vendite (25,2 miliardi) che il saldo

    – di Luca Orlando

I più letti di Export