«Sensemaking», l'arte di ricucire contraddizioni spesso apparenti

    «C'è un filo logico e la gente inciampa». Vi sarà capitato per strada di "inciampare" in questa citazione, riportata su un muro da qualche writer audace o magari sul web, leggendo il pezzo di un blogger. L'attribuzione è incerta ma il senso è intuibile: il rigore della logica, apparentemente

    – di Gianluca Rizzi *

    I profili più richiesti (e pagati) per il 2018? Non ci sono solo quelli digital

    E-mail marketing manager, Chief digital officer, ma anche Data Protection Officer, Project Manager o Program Manager. Vecchie e nuove professioni, dunque, più o meno legate al verbo delle nuove tecnologie, dagli esperti nel trattamento dei dati alle figure deputate a gestire progetti complessi fino

    – di Gianni Rusconi

    Vita privata o lavoro? Sempre più spesso i giovani scelgono la prima

    Ieri ho fatto un colloquio con un giovane candidato che si era da poco licenziato da una delle più note società di consulenza al mondo. Aveva secondo lui un bellissimo lavoro, un fantastico team e un ruolo internazionale. Perché? La risposta è semplice: non aveva una vita. Mi ha raccontato che,

    – di Francesca Contardi *

    Così il «cognitive computing» cambierà marketing e vendite

    L'oceano di dati che pervade i processi aziendali interessa da (molto) vicino anche i professionisti del marketing e delle vendite, perché sono in primis questi manager - attraverso l'analisi delle informazioni raccolte dal mercato e dai consumatori - a poter intervenire sulle strategie di

    – di Gianni Rusconi

    Presentarsi con attenzione sui social ha un effetto diretto sul nostro lavoro

    Vi sarà capitato di incontrare manager o CEO, personaggi apparentemente tutti d'un pezzo e stimati e, una volta usciti dalla riunione, cercando il loro nome sui Social Network, trovarli immortalati in foto improbabili o quantomeno discutibili. La mancanza di consapevolezza rispetto alla visibilità

    – di Consuelo Sironi *

    I robot che selezionano il personale acquisiscono i pregiudizi umani

    I progressi compiuti nell'intelligenza artificiale (IA) e l'uso dei big data stanno cambiando il modo col quale molte grande aziende assumono personale per le posizioni di livello iniziale e per il junior management. Di questi tempi, quindi, i curricula dei laureati farebbero bene a fare colpo su

    – di Emma Boyde

    Come sconfiggere il «mal di vendita» e allinearsi alle esigenze del mercato

    Uno degli elementi più paradossali della cultura del lavoro in Italia è che la competenza professionale trasversalmente più richiesta, quella commerciale, sia anche quella più negletta. Il neolaureato storce il naso se gli viene proposto un ruolo nelle vendite, l'avvocato storce il naso se gli

    – di Lorenzo Cavalieri *

    Per entrare nel venture capital oltre a un Mba aiuta... un colpo di fortuna

    Un diploma MBA conseguito alla London Business School è stato decisivo per Joe Krancki, che si è assicurato un posto di lavoro nel venture capital, ma non grazie a qualcosa di specifico che ha appreso in classe. A contare è stato il fatto di essere uno studente a tempo pieno in un campus, di

    – di Jonathan Moules

    Skill digitali, le carenze universitare pesano sul mondo del lavoro

    Il tema delle competenze, e di quelle legate alle nuove tecnologie, è quanto mai di stretta attualità e diventa (giustamente) oggetto di dibattito anche in sedi istituzionali. Ma quanto sono diffuse le conoscenze digitali e imprenditoriali degli studenti universitari italiani? E come la pensano gli

    – di Gianni Rusconi

    Essere incompiuti, un'opportunità per la realizzazione del sé

    Molte volte mi sono domandata da cosa fossero realmente mosse le persone nel momento in cui si sono trovate ad affrontare una determinata scelta e in base a quale criterio la compissero. Scegliamo per dovere, per convenzione, per abitudine, seguendo regole, principi, prassi, convinzioni,

    – di Veronica Giovale *

    Essere gentili sul posto di lavoro? Ecco perché potrebbe essere crudele

    Insieme alle caratteristiche particolareggiate prevedibili per un posto di lavoro offerto al Financial Times - capacità di risolvere i problemi, tenacia, e così via - ce n'è una che non avevo mai visto prima. Il candidato ideale deve "trasudare gentilezza". Di regola, direi che se si trasuda

    – di Andrew Hill

    Se il cloud è maturo, paga: e la spinta deve arrivare dal business

    Quali sono le opportunità e i vantaggi che le aziende più tecnologicamente mature stanno ottenendo in relazione alla possibilità di attivare modelli di business realmente «data driven», e quindi pienamente guidati dai dati? Un quesito che chiama in causa solo i responsabili informatici e i Chief

    – di Gianni Rusconi

    Così il machine learning crea nuove professioni (e nuovi problemi...)

    Non accade spesso che, quasi dalla sera alla mattina, salti fuori una nuova professione. Altrettanto insolito è che molte delle persone che si fanno strada in questo nuovo campo riescano nel loro intento senza la consueta formazione formale garantita dalle istituzioni universitarie di più alto

    – di Richard Waters

    «Age management», l'arte di valorizzare gli stili di vita

    Le competenze, nel corso del tempo, si perdono. E quindi occorre aggiornarle. I focus group aziendali ad alta disomogeneità sono uno strumento importante per capire meglio lo stato dell'arte della propria popolazione lavorativa. E ancora. Il cambiamento non fa paura a nessuno? Non è vero. Fa paura

    – di Gianni Rusconi

    Sales & Marketing: da nemici ad alleati per assicurare il risultato

    L'orientamento ai risultati è qualcosa che ognuno ha dentro di sé, in modo più o meno marcato. Se questa capacità nell'individuo si può sviluppare, ci sono organismi che devono possederla per la loro sopravvivenza: le aziende. Parliamo di risultati in primis quantitativi (fatturato e margine) ma

    – di Beatrice Niedda *

    Urgente o "solo" importante? Qualche consiglio ai manager

    La gestione delle priorità rappresenta un tema caldo in qualsiasi azienda. Quante volte abbiamo detto o abbiamo sentito dire «ma è possibile mai che sia tutto urgente e che sia tutto per ieri?». No, non è possibile. Urgente significa subito, senza alcuna dilazione temporale. Urgente significa che

    – di Francesca Contardi *

    Fusioni e acquisizioni, il segreto del successo è... non avere segreti

    A quanto sembra, durante la fase di acquisizione e nel periodo immediatamente successivo, le aziende devono far fronte a un maggior rischio di fallimento nel mantenere e motivare i talenti che vogliono conservare. Secondo un'indagine annuale sulle integrazioni delle fusioni e acquisizioni condotta

    – di Tom Dines

    Competenze 4.0 tra formazione inadeguata e gap occupazionale

    Sul tema delle competenze (digitali) le occasioni di confronto e dibattito si sprecano e molto convergono verso l'assunto: le competenze 4.0 oscillano tra formazione inadeguata e gap occupazionale. C'è però un denominatore comune che continua a influenzare negativamente la questione, e cioè

    – di Gianni Rusconi

    Cross-cultural working: incroci, scontri o ponti culturali?

    Gli studi, le analisi, gli esperimenti sulle tematiche delle diversità culturali e degli incroci tra culture sono sempre più numerosi e approfonditi, soprattutto da quando il fenomeno della globalizzazione ha fatto diventare quotidiano e "banale" ciò che in passato era eccezionale e sconvolgente.

    – di Nicola Fedel *

    La partnership tra corsi EMBA aiuta a offrire una prospettiva globale

    Quando si è presa un po' di tempo libero rispetto al suo incarico di direttore esecutivo di un'azienda con sede in Ontario, specializzata in manutenzione e riparazione di impianti, Isabelle Graveline lo ha fatto per uscire dal comfort del suo ambiente e dal consueto tran-tran. Del resto, erano

    – di Jonathan Moules

I più letti di Management