Salone di Basilea, il rilancio degli orologi si gioca all'export

    Si è aperta ieri l'edizione 2017 di Baselworld, la centesima per la più importante fiera europea dedicata ai gioielli e, soprattutto, agli orologi. Il quadro che si delinea a Basilea è fatto di luci e ombre: da un lato si conferma l'importanza del settore e di questo salone mondiale annuale,

    – di Lino Terlizzi

    Piquadro premia l'innovazione delle start-up

    E' partito in questi giorni il progetto Piquadro MyStartup Funding Program, che promuove l'innovazione e l'intraprendenza premiando le migliori idee di business nell'area della tecnologia applicata all'industria della valigeria e dell'accessorio moda. L'impresa giudicata più meritevole riceverà una

    Fedon apre a Hong Kong e punta sulla pelletteria

    Fedon spicca per più d'un motivo, nel panorama italiano. L'azienda veneta è passata da una conduzione famigliare a una co-gestione con manager esterni e, ancora più importante, nel 2014 ha scelto la quotazione a Piazza Affari nonostante le dimensioni da Pmi. Inoltre Fedon, nata nel 1919 con gli

    – di Giulia Crivelli

    La «ricetta» degli occhiali di Nau: formazione continua e 12 collezioni l'anno

    «Ci si aspetta sempre che io parta dal prezzo dei nostri occhiali per spiegare il successo dell'azienda. In realtà preferirei parlare di innovazione, formazione, sostenibilità sociale e ambientale: credo siano questi gli aspetti davvero distintivi di Nau!». Fabrizio Brogi, fondatore e presidente

    – di Giulia Crivelli

    Export di orologi in calo a febbraio, ma arrivano segnali positivi da Cina e Uk

    Cala ancora l'export complessivo di orologi svizzeri, ma dalla Cina e dal Regno Unito vengono dati positivi che incoraggiano quanti pensano che l'onda del ribasso sia vicina al termine. A pochi giorni da Baselworld, il salone mondiale di orologi e gioielli che apre i battenti il 23 marzo, i dati di

    – di Lino Terlizzi

    Save the Duck in crescita a doppia cifra da sei anni

    Una volta alla settimana, se lo desiderano, i dipendenti posso partecipare a una lezione di yoga fatta "a domicilio" nello showroom milanese. La sede di Save the Duck è immersa nel verde, a due passi dalla Fondazione Prada, e confina con il Tag (Talent garden), uno dei più importanti spazi di

    – di Giulia Crivelli

    Swatch presenta a Londra i nuovi modelli di «Skin»

    Con un timing accuratamente studiato, Swatch ha giocato come suo solito in contropiede lanciando a Londra giovedì scorso, a una settimana dall'apertura del Salone di Basilea (a cui il brand non prende parte a differenza delle realtà orologiere dell'omonimo gruppo), la sua novità di punta 2017: lo

    – di Diego Tamone

    Armani sponsor dei giovani registi

    «La vita è affascinante: basta solo guardarla attraverso gli occhiali giusti», diceva Alexandre Dumas figlio. Giorgio Armani sembra essersi ispirato alle parole dello scrittore francese per il progetto Films of City Frames, legato alle collezioni di montature da vista e da sole che portano il suo

    – di Giulia Crivelli

    Nuovo «codice» per la sostenibilità

    Di sviluppo sostenibile si iniziò a parlare solo trent'anni fa, quando, nel 1987, fu pubblicato il rapporto dell'Onu Our Common Future, che parlava però "solo" dell'impatto ambientale delle attività dell'uomo. Passarono altri cinque anni prima di ampliare il concetto di sostenibilità agli aspetti

    – di Giulia Crivelli

    La direzione artistica di Givenchy a Clare Waight Keller

    Clare Waight Keller è il nuovo direttore artistico di Givenchy, con decorrenza dal 2 maggio 2017. Clare Waight Keller assumerà la responsabilità creativa di tutte le collezioni: prêt-à-porter donna, uomo, accessori e Alta Moda. Philippe

    Vhernier accelera sul retail europeo e investe in ricerca

    Sarebbe piaciuto a Italo Calvino, Carlo Traglio. Il presidente e direttore creativo di Vhernier sembra voler "sottrarre peso" a quello che fa, proprio come il grande scrittore, con la sua fin troppo citata idea di leggerezza.

    – di Giulia Crivelli

    Moda e lusso, il risiko è ripartito

    Per le imprese della moda e del lusso internazionale il 2016 è stato l'anno del ritorno alle fusioni e alle acquisizioni: 96 contro le 75 del 2015 e le 89 del 2014, in aumento del 30% rispetto all'anno precedente. Numeri che non eguagliano quelli record registrati nel 2013 (106 tra fusioni e

    – di Marta Casadei

    Il Giappone traina i conti di Furla

    Non è un caso se il Giappone è da moltissimi anni il più importante mercato di Furla: con il 24% dei ricavi complessivi ha persino superato l'Italia, che assorbe il 20% del fatturato. E non è un caso se Giovanna Furlanetto, presidente dell'azienda bolognese e figlia del fondatore, abbia un'affinità

    – di Giulia Crivelli

    Fondazione Armani «essenziale e moderna» per sviluppare l'azienda

    Sono Giorgio Armani, Pantaleo Dell'Orco, manager da sempre vicino allo stilista, e Irving Bellotti, banker di Rothschild i componenti del consiglio che guiderà la Fondazione Armani. A svelarlo è Il Sole 24 Ore Radiocor Plus, che ha visionato in anteprima i documenti legati all'ente costituito a

    – di Marta Casadei

    Borse: i brand Gum e Gianni Chiarini a 21 Investimenti

    Far crescere a livello internazionale una promettente realtà made in Italy. E' con questo obiettivo che 21 Investimenti, gruppo fondato e guidato da Alessandro Benetton, ha acquisito la maggioranza di Contemporary Bags, società a cui fa capo il Gruppo Gianni Chiarini.

    – di Marta Casadei

    Gioielli, web e Millennials rimedio al calo dell'export

    Il 2016 ha segnato un momento difficile per l'industria della gioielleria e della bigiotteria made in Italy, che si è trovata faccia a faccia con una situazione internazionale difficile. Secondo l'indagine condotta da Intesa Sanpaolo-Direzione studi e ricerche, nei primi undici mesi del 2016 le

    – di Marta Casadei

    Confartigianato premia Carla Fendi

    Forse è anche dall'artigianato che è nata la passione di Carla Fendi per l'arte. Quarta delle cinque figlie di Edoardo e Adele Fendi, fondatori dell'omonimo marchio del lusso, da sempre famoso per il know how artigianale (nella pellicceria e non solo), la settimana scorsa Carla Fendi ha ricevuto un

    Dita accelera in Europa con gli occhiali

    Dita è un'azienda di occhiali non molto conosciuta in Europa, ma che negli Stati Uniti, in meno di vent'anni, è diventata uno dei leader di mercato. Ora vuole conquistare anche i consumatori europei e ha scelto il Mido, la grande fiera degli occhiali che si è chiusa lunedì a Milano, per presentare

    – di Giulia Crivelli

    Cpm (Mosca): ordini certi, pagamenti a rilento

    Il termometro della ripresa non è solo nei numeri dell'export di moda italiana verso la Russia, o nel sentiment delle aziende tricolori che tornano a vedere a Milano e Firenze i buyer con i rubli in tasca. E' anche nella fiera più importante dell'Est Europa, Collection premiere Moscow (Cpm),

    – di Silvia Pieraccini

    Russia, il made in Italy è ripartito

    La Russia sembra vicina all'uscita dal tunnel recessivo in cui è entrata (forse sarebbe meglio dire si è infilata) nel 2014. E' un'ottima notizia per le aziende italiane, in particolare della moda, che dal 2009 hanno perso decine di milioni di euro di esportazioni verso quello che era diventato uno

    – di Giulia Crivelli

I più letti di Industria + Finanza