Borse di lusso, Giaquinto lancia il proprio brand

    Per tradizione familiare confezionano borse da donna di alta gamma. E, per antica consuetudine, sono fornitori di maison come Dior. Da quest'anno però la famiglia Giaquinto ha preso una decisione coraggiosa: sbarcare sul mercato con una collezione di borse con proprio marchio, Giaquinto, appunto.

    – di Vera Viola

    Gioielli, Mattioli cresce e accelera sull'export

    L'ultima linea di gioielli che si sta affermando e una nuova proposta che arriverà a settembre, mentre si sta lavorando agli scatti per il prossimo Natale, una campagna ispirata alla natura.

    – di Filomena Greco

    Extro Style cresce con le scarpe mediche

    La filosofia è immutata da 30 anni: progettare e produrre, in modo artigianale calzature di altissima qualità, fatte a mano e 100% made in Italy anche nei materiali. A cambiare è stato il segmento di mercato: dal fashion alla salute. E' il cambio radicale compiuto dal calzaturificio familiare Extro

    – di Ilaria Vesentini

    Gruppo Aeffe, semestre di crescita per tutti i brand

    E' sempre più difficile per un'azienda della moda che possiede quattro marchi noti e distribuiti in tutto il mondo pensare ad agosto come a un periodo di pausa. L'Italia è uno dei pochi Paesi dove, almeno nelle due settimane centrali, tutto si ferma. O quasi. Per il gruppo Aeffe, quotato alla Borsa

    – di Giulia Crivelli

    Teddy, ricavi a 900 milioni nel 2019 ed export al 53%

    E' una crescita discreta, quella del gruppo Teddy. Ma solo nel senso che l'azienda fondata a Rimini nel 1961 non ama fare proclami né grandi annunci. I numeri sono tutt'altro che discreti: nel 2016 il fatturato è cresciuto del 10,4% a 622 milioni e ancora meglio ha fatto l'ebitda (margine operativo

    – di Giulia Crivelli

    Nastri contraffatti, Gucci denuncia la catena americana Forever 21

    Si intensifica la battaglia di Gucci contro la catena americana Forever 21: la maison del gruppo Kering, come ogni marchio della moda e del lusso, deve fronteggiare diversi tipi di contraffazione. Oltre ai prodotti palesemente falsificati che si trovano, fin dall'era pre-digitale, nelle strade

    – di Giulia Crivelli

    Per Rue des Milles l'obiettivo è 4 milioni di ricavi nel 2017

    Ha messo insieme quattro "ingredienti" strategici sul mercato, in via di trasformazione, della gioielleria: made in Italy, design, prezzo accessibile, comunicazione social. E così ha imboccato una strada di crescita a doppia cifra Rue des Mille, azienda lucchese che si caratterizza per i gioielli

    – di Silvia Pieraccini

    Tessuti, per Ratti l'innovazione è sostenibileà

    Se non fosse per la necessaria manutenzione annuale, l'azienda non si fermerebbe neppure in agosto. Sicuramente non smettono di correre i pensieri e i progetti di Sergio Tamborini: l'amministratore delegato di Ratti andrà in vacanza, ma si dedicherà soprattutto a lunghe passeggiate.

    – di Giulia Crivelli

    Aprirà a Pechino il quarto hotel Bulgari

    Era il 2004 quando Bulgari aprì il suo primo hotel: la città prescelta fu Milano e in 13 anni la struttura è diventata un punto di riferimento per l'hotellerie di lusso, anche grazie al giardino esterno e alla spa. A quel passo iniziale seguirono, nel 2006 e 2012, le inaugurazioni del Bulgari

    – di Giulia Crivelli

    Focus Europa e Stati Uniti per Pianegonda

    «Pianegonda è un progetto che stiamo sviluppando molto attentamente. E' un marchio iconico, che ha una storia radicata e un pubblico affezionato. Ha anche bisogno di essere calato nella contemporaneità». Lanfranco Beleggia, presidente di Bros Manifatture, fa il punto a quasi due anni

    – di Marta Casadei

    Il co-branding spinge lo sportswear di lusso Hydrogen

    «Da qualche stagione tutti cercano di cavalcare l'onda del "luxury sportswear". I grandi brand che avevano sottovalutato il segmento ci si sono buttati, altri lo hanno potenziato e sono spuntati anche nuovi marchi, in Italia e all'estero. Hydrogen è nato nel 2002 proprio come brand di luxury

    – di Giulia Crivelli

    Dai cinesi di Gangtai un piano da 200 milioni per i gioielli Buccellati

    Duecento milioni di euro di investimenti in cinque anni e 88 nuovi monomarca a gestione diretta per espandere il brand di gioielleria a livello internazionale. Sono ambiziosi i piani comunicati in sede di closing dell'acquisizione della maggioranza di Buccellati da parte di Gangsu Gangtai Holding,

    – di Marta Casadei

    Lavinia Biagiotti prende il timone, Norsa vicepresidente

    «Mia madre non saltò né rimandò mai una sfilata, neppure quando morirono mio padre, nel 1996, e mia nonna Delia, tre anni dopo. Fece un'eccezione solo nel 1978: era a Milano per le prove, incinta di me. Quando si rese conto che mancavano poche ore al parto volle correre a Roma perché io nascessi

    – di Giulia Crivelli

    Lusso, il rilancio di Ysl con la «ricetta» dell'italiana Francesca Bellettini

    Il New York Times ha appena annunciato che sarà una degli ospiti della prossima International Luxury Conference organizzata dal quotidiano americano, il più importante convegno annuale sul lusso. Francesca Bellettini, presidente e amministratore delegato di Yves Saint Laurent dal 2013, sarà l'unica

    – di Giulia Crivelli

    Nuovi brevetti e accessori: così è rinata Valleverde

    La campagna primavera-estate ha chiuso con una crescita del 60% rispetto all'anno prima, la stagione autunno-inverno 2017-2018 ha fatto ancora meglio, un +70% di vendite, anno su anno, «supereremo le 400mila paia di calzature nel 2017, con una previsione di fatturato di 13,5 milioni di euro

    – di Ilaria Vesentini

    Ruffini (Moncler): «Siamo al 14° trimestre di crescita a due cifre»

    Complice forse un "zic" di scaramanzia, come si dice in Lombardia, la sua regione, Remo Ruffini solitamente non si sbilancia nel commentare i dati di Moncler, di cui è presidente e amministratore delegato. Ma questa volta l'ha sottolineato con forza: «Siamo al quattordicesimo trimestre di crescita

    – di G.Cr.

    Lvmh, il giro d'affari sfiora i 20 miliardi

    Nel 2016 qualche dubbio sulla resilienza del lusso a qualsivoglia fattore esterno o ciclicità economica era diventato legittimo. Dopo anni di crescita a due cifre di ricavi e utili, persino l'alto di gamma aveva dovuto fare i conti con il rallentamento dei consumi globali, in particolare in Cina,

    – di Giulia Crivelli

    Lusso, Céline (Lvmh) investe nel distretto di borse in Toscana

    «Abbiamo deciso di investire qui perché il 100% delle borse Céline è già oggi fatto in Toscana: qui ci sono la manodopera e il savoir faire che ci servono per crescere ancora». Pierre Yves Foucher, amministratore delegato dell'italiana Céline Production srl, spiega così, tra le colline pettinate di

    – di Silvia Pieraccini

    Il brand londinese Coco de Mer passa alla regina della lingerie Lucy Litwack

    La chiamano la "queen of lingerie": dopo anni di esperienza nell'intimo di lusso, compresi periodi da dirigente di La Perla in Italia e Victoria's Secret a New York, Lucy Litwack si è guadagnata il soprannome di "regina della biancheria intima". Direttrice responsabile di Coco de Mer, brand

    – di Nicol Degli Innocenti - LONDRA

    Giorgio Armani, frenano i ricavi 2016 ma utili e liquidità continuano a salire

    «Diventerò vecchio il giorno in cui smetterò di lavorare. Molti amici che incontro per strada sono irriconoscibili: persone della mia età che mostrano tutti i loro anni. Nel mio lavoro non posso consentire che questo accada questo. Devo essere sempre credibile e consapevole di quello che i giovani

    – di Giulia Crivelli

I più letti di Industria + Finanza