Cocchini (ad Rinascente): «Negozi unici per ogni città»

    La proprietà e i manager di Rinascente sono stati i primi al mondo a capirlo: il modello dei department store resta valido, ma va in parte reinventato. Non una volta per tutte, ma continuamente: è il modo per reggere la concorrenza dei network di monomarca e dei multimarca che si sono evoluti in

    – di Giulia Crivelli

    Da Keros piattaforme su misura per lo shopping online di moda e beauty

    «Un cliente può acquistare online due abiti, riceverli a casa o in negozio in due o tre giorni, poi rispedire indietro quello della taglia sbagliata, vedendosi restituire i soldi sulla carta di credito utilizzata per il pagamento. Il livello di complessità di un processo del genere, che agli occhi

    – di Marta Casadei

    Online il nuovo sito (con e-shop) di Richard Ginori

    Il giorno d'inizio dellla Milan Design Week è stato scelto simbolicamente da Richard Ginori per il lancio del nuovo sito, richardginori1735.com, realizzato da Ogilvy. Il nuovo sito racconta in modo innovativo il mondo Richard Ginori, a partire dalla home page suddivisa in tre principali macro aree

    Massimo Alba apre all'e-commerce: online come in boutique

    «Il cambiamento e l'innovazione non dovrebbero spaventarci, se siamo convinti del progetto estetico e di vita che abbiamo costruito. Né dovremmo stupirci di quanto i nostri figli possano essere diversi da noi. Quando e se si ascoltano, le generazioni possono arricchirsi reciprocamente».

    – di Giulia Crivelli

    La spesa mondiale di abbigliamento cresce del 4,4% in barba alla crisi

    Chi, di fronte alla crisi, teorizzava la flessione dell'abbigliamento a vantaggio di investimenti in prodotti più durevoli (accessori e calzature, nella fattispecie), dovrà ricredersi: le vendite di maglioni, gonne, pantaloni e abiti in generale continuano a crescere.

    – di Marta Casadei

    Drexcode porta l'abito da sposa nell'era della sharing economy

    In Italia la sharing economy è oggi un business con un giro d'affari stimato di circa 4 miliardi di euro, e nel 2025 si prevede che crescerà di oltre quattro volte, toccando i 14,1 miliardi, e rappresentando lo 0,7% del Pil, con 12 milioni di utenti. Un business che è anche modlelo di

    Rinascente, vetrine green firmate Dolce & Gabbana a Roma e Milano

    Quelle allestite verso la metà di novembre da Bergdorf Goodman sono, da oltre un secolo, una delle attrazioni natalizie di New York; quelle create da Leïla Menchari a ogni inizio di stagione, per quasi 40 anni, per la storica boutique Hermès di Faubourg-Saint-Honoré, nel cuore di Parigi, nel 2017

    – di Giulia Crivelli

    Farfetch a 21 milioni di utenti al mese. Millennials campioni di shopping

    «La moda non può essere completamente digitalizzata. L'esperienza "fisica" credo rimarrà un pilastro dello shopping anche nel futuro, purché si evolva. Lo stesso vale per la creatività: il lato umano dell'industria della moda è fondamentale, ma può essere potenziato grazie alla tecnologia». Ha

    – di Marta Casadei

I più letti di Retail + Web