Madrid rifiuta il dialogo. La Catalogna ora è più isolata in Europa

    Prima si è spinto fino a dichiarare l'indipendenza della Catalogna, poi ha sospeso gli effetti dell'indipendenza. Infine ha chiesto alla Spagna di aprire una trattativa. «Come presidente della Generalitat - ha detto Carles Puigdemont ieri al Parlament di Barcellona - assumo il mandato perché la

    – di Luca Veronese

    Catalogna, Puigdemont si ferma sull'orlo del baratro

    Si è fermato prima del baratro, Carles Puigdemont, il presidente catalano, prima di pronunciare una dichiarazione di distacco dalla Spagna che avrebbe rappresentato una rottura irrimediabile. La corsa della locomotiva del nazionalismo catalano e quella opposta del centralismo di Madrid sembra in

    – di Alberto Negri

    La Catalogna dichiara l'indipendenza ma la sospende. Madrid prepara la risposta

    Il presidente catalano ha dichiarato l'indipendenza come conseguenza del risultato del referendum del 1° ottobre. Ma ne ha sospeso gli effetti per senso di responsabilità. Aumentata la presenza della forze dell'ordine spagnole in aeroporti e alla frontiera. Domani prevista una riunione di emergenza del governo spagnolo

    – di Redazione Online

    I due volti della Brexit: turismo record in GB e sale deficit commercio

    Mentre Londra rimpalla su Bruxelles le responsabilità dell'impasse nel negoziato sulla Brexit, il Regno Unito continua a confrontarsi con i riflessi economici del divorzio dalla Ue, che - complice l'indebolimento della sterlina - vanno da un'annata record per il turismo al peggioramento del deficit

    – di Giuliana Licini

    Parte la corsa alla guida dell'Eurogruppo: ecco i «papabili»

    DAL NOSTRO INVIATOLUSSEMBURGO - Verrà eletto il 4 dicembre il prossimo presidente dell'Eurogruppo. Jeroen Dijsselbloem, l'attuale presidente del consesso dei ministri delle finanze della zona euro, lascerà infatti la carica in gennaio dopo cinque anni alla guida di un organismo informale che ha

    – di Beda Romano

    Nobel, ecco come funzionano e perché quasi 1 su 2 va agli Usa

    Il più giovane, anzi, la più giovane premio Nobel è stata Malala Yousafza: l'attivista pakistana insignita all'onorificenza per la Pace quando aveva 17 anni. Il più anziano Leonid Hurwicz, premiato all'Economia nel 2007 a 90 anni insieme a Eric Maskin e Roger Myerson per la teoria del mechanism

    – di Alberto Magnani

    Catalogna, pressioni di imprese ed Europa per arrivare a una «tregua»

    Carles Puigdemont si presenterà stasera all'Assemblea regionale catalana per analizzare i risultati del referendum di domenica scorsa e decidere se dichiarare in modo unilaterale l'indipenenza della Catalogna e arrivare quindi allo scontro finale con lo Stato spagnolo. «Faremo quello che ci impone

    – di Luca Veronese

    Barcellona, pressioni per la «tregua»

    Gli analisti di JpMorgan scommettono sul dialogo tra Barcellona e Madrid. Il governatore catalano, Carles Puigdemont si presenterà stasera all'Assemblea regionale per analizzare i risultati del referendum del 1° ottobre e decidere se dichiarare in ...

    – Luca Veronese

    «Banche, rischio tassi ben gestito»

    Le banche europee superano gli stress test della Bce sui tassi di interesse. La promozione arriva direttamente dalla Vigilanza europea, l'Ssm, che ha ieri ha alzato il velo sulle prove condotte quest'anno sui bilanci dei maggiori 111 istituti ...

    – Marco Ferrando

    Brexit, May pronta a un addio senza accordo con l'Ue

    Theresa May ostenta ottimismo sui negoziati con l'Unione europea, ma ha ammesso in Parlamento che è «nostra responsabilità prepararci per ogni eventualità» compresa un'uscita senza accordo.

    – di Nicol Degli Innocenti

    Tra Turchia e Usa scoppia la guerra dei visti: Borsa e lira vanno giù

    Mercati finanziari turchi in forte difficoltà per le gravi tensioni politiche e geostrategiche scoppiate tra Ankara e Washington che hanno portato allo blocco reciproco nell'emissione di visti. Gli Stati Uniti hanno annunciato di avere sospeso le richieste di visti dalla Turchia di breve periodo,

    – di Vittorio Da Rold

    Evangelici e progressisti insieme nel nuovo governo olandese

    Accordo raggiunto in Olanda per un nuovo governo, a 208 giorni dalle elezioni legislative del 15 marzo: un record che quantomeno eguaglia quello del 1977. Ma l'intesa per un nuovo esecutivo di centrodestra - che, salvo ripensamenti dell'ultim'ora, sarà ufficializzata domani dal premier in carica

    – di Michele Pignatelli

    Catalogna, perché aziende e banche scappano in vista della "indipendenza"

    E' scattato il conto alla rovescia. Domani, alle 18, il presidente della Generalitat (il governo catalano) Carles Puigdemont si pronuncerà di fronte al parlamento locale sul futuro della regione: l'intenzione ufficiale è quella di «attuare i risultati del referendum» e proclamare l'indipendenza, ma

    – di Alberto Magnani

    Dai mutui agli Npl, trappola del debito per le famiglie Ue

    Per una volta l'Italia fa meglio della Germania e si distingue dal resto della Zona euro, almeno in apparenza. Stiamo parlando del debito delle famiglie rispetto al Pil che oggi, secondo gli ultimi dati confrontabili, vale circa il 42% contro il 53% ...

    – Chiara Bussi

    Brexit e Catalogna, la grande migrazione dei banchieri

    La City di Londra potrebbe perdere 10mila banchieri e 20mila lavoratori del settore finanziario a causa dell'uscita della Gran Bretagna dall'Unione europea. E questa stima, del think-tank Bruegel, è conservativa: uno studio di Oliver Wyman prevede addirittura che l'emorragia possa arrivare a 40mila

    – di Morya Longo

I più letti di Europa