Siria: Assad restituisce la Legion d'Onore alla Francia

    Il presidente siriano Bashar al Assad ha restituito alla Francia la medaglia di Gran Croce della Legion d'Onore, che gli era stata conferita da Jacques Chirac nel 2001. Lo annuncia la presidenza di Damasco con una serie di tweet, spiegando che la decisione è stata presa "dopo la partecipazione alla

    – di Redazione Online

    Arabia Saudita: le donne possono andare al cinema per la prima volta

    Nel buio della sala di loro si vedranno solo gli occhi, l'unica parte del volto che il niqab permette possa essere vista in pubblico. Quasi fossero delle macchie di inchiostro sedute comodamente su una fila di poltrone. Ma alla fine è quasi irrilevante. Oggi è una giornata storica in Arabia

    – di Roberto Bongiorni

    Il piano di Trump per la Siria: un esercito arabo e i miliardi del Golfo

    Sabato scorso sembrava fossimo sull'orlo di una guerra mondiale con il raid di Stati Uniti, Francia e Gran Bretagna. Sono passati tre giorni e la premier britannica Theresa May è impegnata a gestire la sua debolezza interna con maggioranza e opposizione che chiedono conto e spiegazioni del raid.

    – di Redazione Online

    Siria, il raid non sfiora Assad. Due fronti caldi con l'Iran protagonista

    La Siria colpita dal raid militare venerdì notte non è la Siria che interessa ai Paesi occidentali. Nel centro e sulla costa mediterranea di questo Paese martoriato da sette anni di guerra è saldamente al potere il presidente Bashar al-Assad. Nessun Paese europeo, e nemmeno gli Stati Uniti,

    – di Roberto Bongiorni

    Siria, Trump replica a Macron: «Via le truppe Usa, si impegnino gli alleati»

    Macron giudica «perfetta» l'operazione in Siria e sostiene di aver convinto gli Stati Uniti a rimanere sul territorio del Paese mediorientale? Non si fa attendere a lungo la replica della Casa Bianca: «Il presidente Trump è stato chiaro affermando che vuole un ritorno a casa delle forze americane

    L'esperto dell'Ispi: «In Siria l'Iran sta realizzando un piano settario»

    Poliziotti mondiali nell'era dei social network: sul piano della comunicazione mediatica l'operazione compiuta dagli Stati Uniti in Siria si può davvero considerare un successo, la "missione compiuta" dei tweet di Donald Trump che ha rispolverato il ruolo dell'America in politica estera. Sul piano

    – di Antonella Scott

    Missione compiuta? Storia della (presunta) distruzione dell'arsenale chimico di Assad

    Missione davvero compiuta? L'annuncio, euforico, del presidente americano Donald Trump - «Mission accomplished», a cui ha fatto eco la dichiarazione da parte del ministro francese degli Esteri Jean-Yves Le Drian - «Obiettivi raggiunti, non sono programmati altri raid»- sollevano più di qualche

    – di Roberto Bongiorni

    La guerra in Siria continuerà. Usa, Russia lavorano all'eterno stallo

    Niente di nuovo sul fronte orientale. Ognuno ha fatto il suo lavoro, svolgendo la parte prevista. La guerra siriana può continuare fra alti e bassi per qualche anno ancora: cambiando pelle, alternando vittime e carnefici, protagonisti e comprimari ma continuando a mietere vite e impedire la

    – di Ugo Tramballi

    Raid in Siria, Azione dimostrativa ma l'asse Russia-Iran protegge Assad

    Era nell'aria, era prevedibile, forse - come ha subito precisato la premier britannica Theresa May - «non vi erano alternative». I bombardamenti iniziati ieri notte contro le sospette postazioni di armi chimiche in Siria segnano l'inizio di un'escalation annunciata ma dalle conseguenze

    – di Roberto Bongiorni

    Ora Putin si prepara a colpire il business «made in Usa»

    «E' stata compiuta un'aggressione contro uno Stato sovrano, in prima linea nella lotta al terrorismo - è stata la prima reazione di Vladimir Putin, comunicata dall'ufficio stampa del Cremlino -. E gli Stati Uniti hanno sfruttato la messa in scena dell'attacco chimico su Douma come pretesto per

    – di Antonella Scott

    Tutte le incognite dell'attacco Usa e gli attori della crisi in Siria

    Al di là della retorica e delle minacce, a cui questa notte sono seguite le azioni, il presidente americano Donald Trump è consapevole di un fatto: una risposta militare contro il regime di Damasco, per quanto massiccia sia, non smuoverà gli equilibri della guerra siriana.

    – di Roberto Bongiorni

    Aereo militare si schianta in Algeria: almeno 257 morti

    E' salito ad almeno 257 il numero delle vittime dell'aereo militare algerino precipitato oggi a Boufarik, in Algeria. Lo schianto è avvenuto questa mattina alle 7.50, ora locale. Tra le vittime di ci sono anche 26 membri del Fronte Polisario, il movimento indipendendista del Sahara occidentale

    Attacco chimico in Siria. Più vicino un raid bis di Trump (come un anno fa)

    Sono stati gli americani? Oppure gli israeliani? O forse i francesi insieme agli americani? Il blitz militare avvenuto ieri (questa) mattina contro una base aerea siriana, l'ormai nota T4, nei pressi di Homs, non ha per ora un responsabile ufficiale. Mosca accusa Israele. Damasco punta il dito

    – di Roberto Bongiorni

    Turchia, perché Erdogan rischia di perdere la guerra economica

    E' una regola economica semplice, ma il presidente turco Erdogan non la vuole proprio sentir pronunciare perché vuole stravincere le prossime elezioni. Quando si ha un grosso deficit del commercio estero come la Turchia e si continua a insistere con la Banca centrale su tassi di interesse più bassi,

    – di Vittorio Da Rold

    Escalation Siria: Pentagono non esclude azione militare

    Dopo l'attacco chimico ieri in Siria si potrebbe ripetere il copione che abbiamo già visto nell'aprile 2017 quando un altro devastante attacco chimico contro civili scatenò la reazione di Trump, primo raid del presidente neoletto. A un anno esatto - era il 4 aprile 2017 - si potrebbe ripetere la

    – di Redazione Online

I più letti di Medio Oriente