Non solo Ema: chi sono, cosa fanno e quanto costano le agenzie Ue

    Dal «Comitato di risoluzione unico» per le questioni bancarie all'antiterrorismo della Eurojust (European union's judicial cooperation unit). Dalla Community plant variety office (Ufficio comunitario delle varietà vegetali) all'Ema, l'agenzia del farmaco che sta tenendo col fiato sospeso Milano in

    – di Alberto Magnani

    Macron grande mediatore tra Libano e sauditi

    Nel Golfo e in Medio Oriente la pace e la guerra, così come la ricchezza delle nazioni e la miseria dei popoli, corrono su un filo teso e sottile. La Francia conosce bene questo gioco dove ancora compone e scompone i vecchi frammenti dell'impero coloniale con qualche mai sopita ambizione di

    – di Alberto Negri

    Argentina, sottomarino scomparso nell'oceano con 44 uomini a bordo

    Da più di due giorni la Marina argentina ha perso i contatti con un sottomarino nell'Atlantico meridionale. L'equipaggio a bordo del mezzo, chiamato Ara San Juan, è composto da 44 persone. Unità militari sono state inviate verso la zona da dove sono partiti gli ultimi messaggi. Il sottomarino si

    Turchia ai ferri corti con la Nato

    Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha deciso di ritirare 40 soldati della Mezzaluna impegnati nelle esercitazioni dell'Alleanza atlantica in corso in Norvegia dopo che il fondatore del paese Mustafa Kemal Ataturk e lo stesso Erdogan sarebbero ...

    – Vittorio Da Rold

    Sussidi per le dimissioni volontarie

    Era una promessa elettorale. Una di quelle che sembravano destinate a cadere nel nulla. Il presidente Emmanuel Macron invece ha voluto mantenere la sua parola e ha proposto di estendere i sussidi di disoccupazione anche a chi dà volontariamente le ...

    – Riccardo Sorrentino

    Barcellona, la mente degli attentati fu informatore degli 007

    I servizi segreti spagnoli del Cni hanno avuto come informatore l'imam di Ripoll Abdelbaki Es Satty, capo del gruppo jihadista responsabile delle stragi di Cambrils e Barcellona il 17 agosto. Lo ha rivelato oggi El Pais. La notizia è stata confermata a Efe da fonti del Cni, che non hanno precisato

    Macron, sussidio di disoccupazione anche a chi si dimette

    Un sussidio di disoccupazione anche per chi dà le dimissioni. Mantenendo una promessa fatta in campagna elettorale, il presidente francese Emmanuel Macron ha spiazzato imprenditori e sindacati, che gestiscono l'agenzia per la disoccupazione Unédic, e ha sfidato l'idea stessa del sussidio come

    – di Riccardo Sorrentino

    Draghi convince i banchieri tedeschi: servono ancora gli stimoli Bce

    DAL NOSTRO CORRISPONDENTEFRANCOFORTE - Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi, è ottimista sulla crescita dell'economia dell'eurozona, ma sostiene che la ripresa non è ancora in grado di sostenersi da sola, ma ha ancora bisogno dello stimolo monetario. Nel frattempo, con le sue

    – di Alessandro Merli

    Germania, ambiente e migranti nodi cruciali per la coalizione «Giamaica»

    Niente da fare. Le trattative per la formazione di un governo in Germania sono state sospese alle 5 di questa mattina, dopo essere andati ampiamente oltre la scadenza di giovedì fissata dai quattro partiti coinvolti: la Cdu di Angela Merkel e la Csu bavarese, i liberali della Fdp e i Verdi. Sul

    – dal nostro corrispondente Alessandro Merli

    Nove anni dopo Madoff, lo «schema Ponzi» è più vivo che mai

    Sono passati quasi nove anni. L'11 dicembre 2008, meno di tre mesi dopo il crack di Lehman, l'Fbi arrestava il finanziere e gestore patrimoniale Bernie Madoff, ex direttore del Nasdaq. In pochi giorni la sua colossale truffa da quasi 65 miliardi di dollari, architettata con un colossale "schema

    – di Enrico Marro

    Mugabe si rifiuta di dimettersi, lo Zimbabwe attende nel limbo

    Rinchiuso nella sua residenza, spodestato dal trono su cui è stato seduto per 38 lunghi anni, il "padre padrone" dello Zimbabwe, Robert Mugabe, non vuole cedere. Nonostante il suo destino appaia ormai segnato, il 93enne presidente dello Zimbabwe insiste: è lui il presidente legittimo, e non

    – di Roberto Bongiorni

    Siemens annuncia 6.900 licenziamenti, la metà in Germania

    La Siemens ha annunciato un piano di riduzione dei costi che prevede l'eliminazione di circa 6.900 posti di lavoro «nel corso dei prossimi anni», di cui la metà in Germania. I tagli riguarderanno soprattutto le divisioni attive nell'energia e nell'automazione. «Siemens risponde alla rapida

    #CambiaIkea, arriva la protesta sindacale col sorriso

    #CambiaIkea, la protesta sindacale col sorriso. Contro le politiche del lavoro del colosso svedese arrivano mobilitazioni, slogan, eventi e video virali, con testimonial inconsueti e iniziative inedite. Prevista anche una petizione e volantinaggi vari.

    Ad Airbus il contratto del secolo

    Sfumata, almeno finora, una nuova fornitura a Emirates per l'A380 che aveva movimentato la vigilia del Dubai Airshow, la principale vetrina mediorientale per l'industria di settore, Airbus spiazza tutti al penultimo giorno del salone emiratino che ...

    – Celestina Dominelli

    La Germania «cancella» la crisi

    La Germania cancella la crisi o quasi. In un senso non banale: manca poco perché il pil tedesco ritorni al livello che avrebbe comunque raggiunto in assenza della grande recessione. Eurolandia e, ancor di più, l'Italia sono molto lontane da questo ...

    – Riccardo Sorrentino

    Venezuela, default di un solo giorno con «l'aiutino» di Russia e Cina

    Cinquanta sfumature di grigio e cinque sfumature di default. "Selective", "tecnico", parziale, totale e forse ….."overnight". Quest'ultimo è immaginario, ma dà l'idea di quanto accaduto in Venezuela nelle ultime 24 ore. Dentro e fuori dall'inferno in poche ore, dall'insolvenza alla solvenza. Sì,

    – di Roberto Da Rin

    Ema, la Germania con Milano: «Sede eccellente, ha buone chance»

    In vista del 20 novembre, quando si riunirà il Consiglio affari generali Ue che deciderà la nuova sede dell'Ema, agenzia europea dei medicinali, e dell'Eba (L'authority bancaria), il ministro degli Affari esteri tedesco, Sigmar Gabriel è personalmente favorevole a scegliere Milano. Gabriel,

    L'esercito spodesta Mugabe, Zimbabwe nel caos

    L'anziano Robert Mugabe, il padre padrone dello Zimbabwe, l'eroe che nel 1980 ha portato l'ex Rhodesia all'indipendenza , affrancandola dal giogo coloniale, divenendo in seguito un dittatore sempre più allergico ad ogni forma di dissenso, non siede più sul suo trono. Con una decisa azione militare,

    – di Roberto Bongiorni

I più letti di Mondo