Batterie a stato solido, cosa sono e perché sono il futuro delle auto elettriche

    Il futuro dell'auto elettrica passa (anche) per il Giappone. Al centro l'evoluzione delle batterie. L'ultima notizia arriva da Tokyo e mette in gioco due player di primo piano del sistema Paese giapponese: Panasonic e Toyota. Aziende già legate da un'alleanza proprio per le batterie dei sistemi

    – di Alessandro Marchetti Tricamo *

    Auto green nuova frontiera. In frenata il mercato diesel

    Il panorama automobilistico è pronto a un cambiamento radicale. Senza entrare nel campo della fantascienza con auto volanti o droni per la consegna delle merci, a partire dal 2018 il parco circolante vedrà l'ingresso di un lungo elenco di modelli ...

    – di Simonluca Pini

    Bmw studia la futura gamma iX dei suv elettrici

    Alla Bmw stanno seriamente pensando a una gamma molto più estesa di Suv elettrici, dunque non solo affidata alla nuova X3 che è già stato annunciato sarò il primo Suv elettrico del Gruppo e che di conseguenza dovrebbe diventare il primo modello di una gamma molto più estesa.

    – di Corrado Canali

    Che cosa sono le celle a combustibile

    Le fuel cell, o celle a combustibile, non sono un'innovazione recente, ma si basano su un principio fisico scoperto nel 1839, quasi 180 anni fa, da William Grove e applicato nelle missioni spaziali. Le celle a combustibile sono generatori chimici di energia elettrica che sfruttano il principio

    Prezzo

    Da sottolineare che su entrambe le plug-in Kia non sia presente un bottone per attivare da bordo la modalità solo elettrico. Questo perché il sistema tenderà sempre a privilegiare questo tipo di marcia. Ne è invece presente un'altro per far si che l'unità a combustione interna si occupi della

    Infotainment e dettagli

    Il mondo Kia è trasversale al 100%. Dalla Picanto alla Sorento la componente multimediale è sempre la stessa. Android Auto e Apple CarPlay sono di serie. Facili da usare, la posizione delle porte Usb non crea difficoltà agli utenti di bordo. Altrettanto semplice interagire con l'auto tramite

    L'ibrido Plug-In di Kia Optima SW

    Motore 2.0 GDI, unità elettrica e cambio automatico a sei marce. La potenza complessiva è pari a 205 cavalli e la coppia motrice a 375 Nm. Sulla familiare i consumi dichiararti sono intorno a 1,4 l/100 km e le emissioni di anidride carbonica si limitano a 33 g/km. In questo caso l'autonomia in

    L'ibrido Plug-In di Kia Niro

    Si realizza grazie ad motore ad aspirazione naturale accoppiato ad un'unità elettrica (schema ibrido parallelo). Cambio doppia frizione a sei marce DCT e una potenza complessiva di 141 cavalli. Per un consumo dichiarato nel ciclo combinato di 1,3 l/100 km, che corrisponde ad emissioni di CO2 pari a

    Kia Optima SW e Kia Niro

    Wagon di segmento D la prima, crossover per tutti i gusti la seconda. Ma se la Optima SW deriva da una piattaforma che comprende anche tipologie di motorizzazioni tradizionali, Niro nasce per essere ibrida al 100%. Il pianale è infatti lo stesso di Hyundai Ioniq. Ecco perché in un secondo momento

    Così le auto elettriche trasformeranno le città

    Alla Bmw oltre che sulle future elettriche in arrivo nei prossimi anni stanno lavorando ai possibili scenari che potrebbero derivare dall'utilizzo delle nuove "quattro ruote" a zero emissioni. Come ad esempio una vera e propria strada sopraelevata che potrebbe essere usata esclusivamente dai nuovi

    – di Corrado Canali

    Addio libretto di istruzioni. Arriva l'assistente digitale Ask Mercedes

    Mercedes nei prossimi mesi proporrà per tutti i possessori di Classe E e Classe S una nuova app chiamata Ask Mercedes. Questa applicazione per smartphone è un vero e proprio assistente virtuale che risponde alla domande degli utenti tramite chatbot e realtà aumentata. Le chatbot sono chat vocali

    – di Danilo Loda

    Arrivano gli iDisc, i freni che non inquinano (con le polveri sottili)

    Freni a disco con prestazioni da ceramici e con una riduzione del 90% delle polveri inquinanti. Si chiamano iDisc (la "i" sta per innovazione) e sono dei freni basati sulla tradizionale tecnologia dei freni a disco in ghisa, ma "green". Con la maggiore sensibilità verso la sostenibilità ambientale,

    – di Giulia Paganoni

    Incidenti stradali, le regioni più rischiose per ciclisti e motociclisti

    Le strade della Toscana sono le più pericolose per i ciclomotori (un incidente ogni 1901 abitanti) e i motocarri (uno su 58506), quelle dell'Emilia-Romagna per le biciclette (un sinistro su 3293) e quelle della Liguria per le moto di media e grossa cilindrata (un incidente ogni 357 abitanti).Sono i

    – di Fr.Pr.

    Auto del futuro: autonoma ma ricca di emozioni alla guida

    Una esperienza di guida "potenziata" grazie al progetto sviluppato per Seat dagli studenti dello Ied di Barcellona e di Torino. L'iniziativa nasce nell'ambito del corso triennale in Transportation Design: il punto di partenza è immaginare una vettura in circolazione tra quarant'anni, con sistemi di

    – di Filomena Greco

    La mobilità intelligente secondo Seat

    Seat mira a diventare il marchio trainante del gruppo Volkswagen nell' ambito della connettività, in virtù di una clientela che con un' età media più bassa di circa 10 anni rispetto agli altri marchi della multinazionale è più vicina al mondo dell' hi-tech e del digitale. Il brand catalano sta

    – di Giulia Paganoni

    Così Psa progetta il futuro dell'auto

    Condivisa, connessa, sicura e libera. Sono queste le principali caratteristiche della mobilità in arrivo nei prossimi anni secondo Carlos Tavares. L'amministratore delegato del gruppo Psa, in occasione della presentazione dei servizi di mobilità più recenti sviluppati nel quadro del piano

    – di Simonluca Pini

I più letti di Mobilità e Tech