Mef: si riduce gap redditi, in triennio migliorerà occupazione

    La disuguaglianza dei redditi, in termini di rapporto tra la parte più agiata e quella più povera della popolazione, «nel 2017 è stimata in riduzione di un puntodecimale scendendo a 6,2. Nel 2018 l'indicatore mostra un ulteriore miglioramento rispetto al 2017, riducendosi a 6,1 per poi attestarsi a

    – di Andrea Gagliardi

    #Assise2018, il fenomeno social che non ti aspetti

    Chi l'ha detto che i social sono solo uno sfogo emotivo di odiatori di professione? Le Assise di Verona testimoniano al contrario che le piattaforme digitali possano essere veicolo coerente all'espressione della voglia di far parte del processo di costruzione di un contesto economico più solido per

    – di Marco lo Conte

    Toscana, firmate tre intese con il Mise per 250 milioni di investimenti

    Tre intese per progetti di ricerca e sviluppo di imprese presenti sul territorio toscano dal valore 250 milioni di euro di investimenti fra pubblico e privato conun rilevante impatto occupazionale (previsti 240 nuovi posti di lavoro). Gli accordi sono stati firmati oggi al Mise dal ministro per lo

    – di Redazione Roma

    Gentiloni: esenzione canone Rai per 350mila persone over 75

    «E' stato appena firmato da parte del ministro dell'Economia e del ministro dello Sviluppo economico il decreto per l'aumento della fascia di reddito di esenzione del canone RAI per gli over 75». Lo ha annunciato Paolo Gentiloni. Il presidente del Consiglio è intervenuto alla conferenza stampa di

    – di Redazione Roma

    Università Cattolica: un sistema sanitario con troppe disuguaglianze

    Un neonato di Caserta o di Napoli, complice il degrado ambientale, ha una speranza di vita più breve di oltre tre anni rispetto a un piccolo fiorentino. Chi possiede una laurea vive cinque anni in più rispetto a chi ha un basso livello di istruzione. E in generale, nelle regioni del Nord-est si

    – di Rosanna Magnano

    «Strategia concreta e seria da condividere»

    Come ho detto questa mattina incontrando a Napoli l'Unione degli Industriali locali, (ieri per chi legge, ndr) esprimo grande apprezzamento per le parole pronunciate dal Presidente di Confindustria Vincenzo Boccia ieri a Verona: il suo è un modo di fare serio, giusto, con una visione concreta. Il

    – di Matteo Renzi

    Berlusconi: «Con il nostro Fisco, cuneo azzerato per i giovani assunti»

    Non richieste ma proposte. E' questa la "sfida" lanciata alla politica dalle Assise di Confindustria aVerona con un vero e proprio piano di rilancio per l'Italia che in 5 anni conta di aumentare gli occupati di 1,8 milioni rispetto alle stime attuali e di ridurre il rapporto debito/Pil al 110%. Un

    – di Barbara Fiammeri

    «Una seconda stagione di riforme per l'Italia»

    L'Italia merita una seconda stagione di riforme. E il Piano di Confindustria va in questa direzione con un rilevante contributo di proposte e soprattutto con il giusto spirito del tempo.I nostri governi nella legislatura appena conclusa hanno accompagnato l'economia per un tratto di strada

    – di Paolo Gentiloni

    Furlan (Cisl): «Molte affinità con la nostra visione»

    «In una campagna elettorale caratterizzata da promesse irrealizzabili, è un bene che Confindustria abbia messo al centro dell'agenda i temi del lavoro e della crescita. A differenza dei partiti, preoccupati più di demolire che di costruire, le parti sociali dimostrano di voler portare il dibattito

    – di Giorgio Pogliotti

    Castagna: «Banche pronte a sostenere gli sforzi per la crescita»

    Più crescita con meno debito. La difficile quadratura del cerchio che Confindustria auspica per l'Italia è la stessa che da anni vede affaccendati i banchieri italiani, alle prese con la necessità di creare valore nonostante la zavorra dei miliardi di crediti deterioriati ereditati dalla crisi. «Ce

    – di Marco Ferrando

    Salvini: giusto allargare Industria 4.0, non tutto il Jobs act va cancellato

    «Io gli imprenditori li ascolto. Quando dico che rivoluzioneremo questo Paese non significa che tutto quanto è stato fatto lo cancelleremo. Ad esempio ci sono riforme come il Jobs act che vanno riviste, non azzerate: l'abolizione dei vaucher è stata un errore che ha prodotto moltissimi danni a

    – di B.F.

    Sì a Eurobond e leva pubblica per rilanciare gli investimenti

    Abbattiamo la dicotomia Stato/mercato e rilanciamo la visione di un comparto pubblico che possa dare l'input a nuovi settori e creare nuovi mercati. E' l'idea di uno "Stato innovatore" che aiuti l'Italia a trasformarsi in una "smart nation", il progetto che il M5S coltiva da tempo. In tal senso non

    – di Luigi Di Maio

    Confindustria, Boccia lancia piano da 250 miliardi in cinque anni

    «Ci sono 250 miliardi di risorse da liberare in cinque anni con la partecipazione dell'Europa, del settore pubblico e privato. Con il nostro piano è possibile una crescita del 12% del Pil in un quinquennio». E ancora: «Siamo cittadini europei di nazionalità italiana. Siamo equidistanti dai partiti

    – di Andrea Gagliardi

    Barroso: fiducia nell'Europa, abbiamo le risorse per rilanciarla

    «Apprezzo moltissimo il lavoro che Confindustria e tutti gli imprenditori hanno fatto fino a oggi, per la difesa degli interessi nazionali ma sempre e comunque con un fortissimo impegno nei confronti dell'Europa. L'Italia ha bisogno di restare ben ancorata al mercato comune europeo per la crescita

    – di Andrea Gagliardi

    Alitalia, rinvio a dopo il voto. Calenda: pretendenti vogliono aspettare elezioni

    La cessione di Alitalia con procedura negoziata slitta a dopo il voto. «I commissari (Enrico Laghi, Stefano Paleari, Luigi Gubitosi, ndr) mi hanno confermato che non ritengono di poter concludere prima del 4 marzo, in quanto i pretendenti di Alitalia vogliono aspettare che ci siano le elezioni». Lo

    – di Andrea Gagliardi

    Da Verona parte la doppia sfida della manifattura italiana

    La manifattura allo specchio. I 7mila imprenditori italiani che si sono radunati a Verona rappresentano uno dei principali elementi di solidità del Sistema Paese. Nella fisionomia irregolare dell'Italia e nella sua eterna transizione, il nostro tessuto industriale costituisce una delle architravi

    – di Paolo Bricco

    AirFrance-Klm, EasyJet, Delta e Cerberus: maxi alleanza per acquistare Alitalia

    Nella procedura negoziata in corso per la cessione di Alitalia va configurandosi una maxi alleanza tra quattro candidati, le compagnie AirFrance-Klm, EasyJet, Delta e il fondo di investimento americano Cerberus. I quattro gruppi potrebbero unire le forze per presentarsi insieme, ed hanno chiesto ai

    – di Giorgio Pogliotti

    Boccia, tre parole per il voto: «Lavoro, crescita e debito»

    «Le tre parole di domani saranno lavoro, crescita e debito». Il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, ha fissato i temi cardine delle Assise generali di Confindustria che si svolgeranno domani a Verona. Lo ha sottolineato intervenendo al convegno del Centro studi Confindustria "Le

    – di Nicoletta Cottone

I più letti di Politica economica