Authority, sulle nomine altolà al governo

    Le trattative per dare vita a un esecutivo che possa contare su un'adeguata maggioranza parlamentare segnano il passo. Ma gli schieramenti premiati dalle consultazioni politiche stanno cominciando a lavorare alle nomine. Spinti a trovare una forma di intesa su uno dei dossier più urgenti: la

    – di Laura Serafini

    M5S-Lega, la convergenza dei programmi oltre lo stallo

    A cinque giorni dall'avvio delle consultazioni al Colle, slittato al 4 aprile, oltre allo stallo c'è di più: una trama fittissima di incontri, telefonate e confronti sui programmi che vedono come interlocutori privilegiati Matteo Salvini e Luigi Di Maio, ma che non si fermano a loro. E' la rete

    – di Manuela Perrone

    Il piano vitalizi M5S: stop pensione ai neoeletti, contributivo per gli altri

    Di Maio lo aveva in qualche modo preannunciato: «Vogliamo la presidenza della Camera perché è li che bisogna tagliare più vitalizi». Adesso che il presidente M5S c'è - nella persona di Roberto Fico - il partito di Di Maio insegue un altro obiettivo: fare di Riccardo Fraccaro il questore anziano di

    – di Mariolina Sesto

    Senato, eletti i vicepresidenti: Calderoli, Rossomando, La Russa,Taverna

    L'Aula di Palazzo Madama ha eletto i suoi 4 vicepresidenti: Roberto Calderoli della Lega con 164 voti e Ignazio La Russa per Fratelli d'Italia con 119 voti, Paola Taverna del M5S con 105 e Anna Rossomando del Pd con 63 preferenze. Intanto, sul fronte dellla trattativa per il governo, il Quirinale

    – di Redazione Roma

    Pd/Marcucci, il politico di lungo corso legato all'ex leader

    Andrea Marcucci, fedelissimo dell'ex segretario Renzi, primatista di dichiarazioni a ogni ora in suo sostegno è il capogruppo del Pd al Senato. Viene descritto come un falco ma soprattutto come un esperto "navigatore" in Parlamento. Cinquantatreenne della provincia di Lucca, Marcucci ha una lunga

    Pd/Delrio, il capogruppo "libero" da Renzi

    E' il renziano dal volto buono. In ottimi rapporti con tutte le anime (o quasi) del partito, da Franceschini a Orlando, Renzi compreso. La sua elezione a capogruppo del Pd alla Camera è stata vissuta nel partito come un atto di cesura con il passato. E' infatti noto che l'ex segretario aveva

    Fi/La rivincita di Bernini alla guida dei senatori

    Anna Maria Bernini - bolognese doc, guida di FI in Emilia Romagna - si aggiudica la guida dei senatori di Forza Italia. Si tratta di una piccola rivincita politica, dopo che aveva sfiorato la presidenza del Senato, andata poi a Maria Elisabetta Casellati, anche lei di FI. Proprio sul nome della

    Fi/L'ex ministra Gelmini detta la linea alla Camera

    Dopo Brunetta Gelmini. E' un cambio generazionale, di genere ma è anche la promozione di una fedelissima del Cavaliere in grado di parlare con la Lega. Sarà l'ex ministra dell'Istruzione a presiedere i deputati di Forza Italia alla Camera. Gelmini era stata già vice presidente vicario dei deputati

    Fi/Il ritorno di Tajani come "numero due"

    Antonio Tajani è pronto, nel processo di riorganizzazione di Forza Italia, a rivestire un ruolo di vertice - compatibile con quello di presidente del parlamento europeo - per tenere alta la bandiera azzurra in un momento di grande fragilità fra i due partiti vincenti, Lega e M5S. Il presidente del

    Lega/Siri, il "genio" della flat tax

    Armando Siri è Mister flat tax. Neo parlamentare, è lo stretto collaboratore di Matteo Salvini che ha adattato all'Italia il modello di tassazione lanciato dal politologo Usa e professore della Stanford university Alvin Rabushka. Da giovanissimo è stato attivista della gioventù socialista e poi

    Lega/Giorgetti, lo stratega dell'avanzata leghista

    Giancarlo Giorgetti, capogruppo della Lega alla Camera e braccio destro di Matteo Salvini è uno che la mediazione la possiede nel dna. E' l'uomo che ha gestito tutti i passaggi delicati del Carroccio da vent'anni a questa parte, comprese le non facili trattative sulla legge elettorale. E' lui che ha

    M5S/Fraccaro, fedelissimo di Di Maio e custode del piano-tagli

    Uomo-ombra di Di Maio, il giovane veneto Fraccaro è stato a un passo dal diventare presidente di Montecitorio. Resta comunque uno degli uomini più influenti del Movimento. Nella scorsa legislatura, Fraccaro era l'unico pentastellato a sedere nell'ufficio di presidenza della Camera. E lì ha studiato

    M5S/Toninelli, l'uomo delle riforme che guida i senatori

    Ex ufficiale di complemento dei Carabinieri, il 43enne Danilo Toninelli, appena eletto capogruppo M5S al Senato, è uomo molto vicino al leader Luigi Di Maio. Il lombardo Toninelli si è conquistato la prima linea durante la scorsa legislatura, nella quale si è sempre occupato di riforme. E' a sua

    Camera e Senato, prime capigruppo. Presto votazioni per nuovo giudice della Consulta

    Il tema della costituzione di una commissione speciale alla Camera per l'esame degli atti del governo verrà affrontato in una prossima riunione della conferenza dei capigruppo di Montecitorio. Questo è stato deciso nel primo confronto avutosi oggi alla Camera, a cui mancava l'esecutivo. In quella

    – di Nicola Barone

    Sostegno antipovertà per 900mila italiani. Gentiloni: non buttare il lavoro fatto

    «Non buttare a mare il lavoro fatto: abbiamo uno strumento di inclusione, universale, che puo' essere rafforzato sia in termini di risorse che di meccanismi». Ufficialmente dimissionario dal 24 marzo, il presidente del Consiglio uscente Paolo Gentiloni non rinuncia a difendere l'eredità del suo

    – di Vittorio Nuti

    Lega e M5S, le "sintonie" con Trump e con Putin

    E' solo un pregiudizio quello che ritiene gli americani spesso un po' superficiali rispetto alla politica italiana, specie dopo la scomparsa dei comunisti. E' del 2008, esattamente dieci anni fa (era il 4 aprile), l'incontro che Beppe Grillo ebbe a Villa Taverna con Ronald Spogli, allora ambasciatore

    – di Carlo Marroni

    Sicilia, il governo Musumeci cade su Def regionale

    Il governo di Nello Musumeci cade in aula sul documento di programmazione economico e finanziaria 2018-2020. L'Assemblea siciliana ha bocciato il Defr: 32 voti contrari e 32 favorevoli, su 65 presenti (un deputato non ha votato). Per il via libera al documento servivano 33 voti. L'aula è stata

    – di Redazione Roma

    Mediazione nel Pd, Delrio-Marcucci alla guida dei gruppi parlamentari

    Graziano Delrio sarà il capogruppo del Partito democratico alla Camera.Il nome del ministro dei Trasporti è frutto della mediazione del reggente del partito, Maurizio Martina, che è riuscito a evitare che a guidare i parlamentari dem per la legislatura fossero due esponenti considerati fedelissimi

    – di Redazione Roma

    L'Italia cerca di evitare "escalation" con Mosca che chiudano il dialogo

    Dice un diplomatico russo di lungo corso, con esperienza sovietica alle spalle: «I rapporti con l'Occidente non sono mai stati così difficili e duri, e anche rischiosi, neppure ai tempi della guerra fredda». Già, spiega, perché allora il quadro era chiaro, e c'era un equilibrio. Un ordine. Oggi no.

    – di Carlo Marroni

I più letti di Politica