Pornografia, violenza, spam: ecco perché Facebook ha rimosso milioni di contenuti

    Se dal punto di vista finanziario, lo scandalo Cambridge Analytica pare essere già passato, per Facebook rimane aperta una discussione complessa: quella sui dati. Il social network di Mark Zuckerberg non può abbassare la guardia. Il datagate che lo ha colpito ne ha minato, per la prima volta, la

    – di Biagio Simonetta

    Facebook alla riconquista degli adolescenti: ecco il portale per i teen

    L'obiettivo dichiarato è fare educazione digitale. Dal punto di vista del marketing è una mossa strategica per ri-conquistare un pubblico che negli ultimi anni ha preferito sempre più altri social media. Così si può sintetizzare la mossa di Facebook che ha annunciato il lancio di un portale

    – di Marco lo Conte

    Crescono le donazioni via mobile

    Tramontano gli sms solidali, avanza il mobile. I comportamenti nelle donazioni scontano però l'arretratezza storica sul digitale: gli italiani donano a più associazioni (in media tre) e lo fanno principalmente (al 44%) con denaro contante e resta in auge il classico bollettino (14%), secondo i dati

    – di Alessia Maccaferri

    Google, come fare a meno di Big G: missione difficile ma non impossibile

    Lo scandalo Cambridge Analytica ha catalizzato le attenzioni di mezzo mondo su Facebook. Il social network di Mark Zuckerberg è diventato, nel giro di pochi giorni, il capro espiatorio di un'epoca basata sui dati personali e sul business che gli gravita attorno. Eppure, nonostante Zuck e il suo

    – di Biagio Simonetta

    Facebook si riorganizza in tre divisioni e apre al blockchain

    Facebook è pronto a cambiare i suoi vertici con la più importante riorganizzazione da quando è stato fondato quindici anni fa. La decisione è stata presa direttamente dall'amministratore delegato, Mark Zuckerberg, e segue lo scandalo privacy che ha coinvolto il colosso tecnologico negli ultimi

    Scandalo dati, negli Usa gli utenti restano fedeli a Facebook

    Agli utenti poco importa dello scandalo dati, venduti o sottratti, e continua a rimanere fedele al proprio social network. Secondo un'indagine Reuters-Ipsos, che ha interviatato online 2.194 adulti americani tra il 26 e il 30 aprile scorso, la maggior parte degli utenti di Facebook negli Stati

    Facebook studia la versione «pay»: niente pubblicità e più privacy

    «Facebook è gratis e lo sarà sempre», recitava quello che per lungo tempo è stato il claim del social network per eccellenza. Non è difficile immaginare che gran parte del successo della creatura di Mark Zuckerberg sia attribuibile proprio a questo concetto e all'efficacia con cui è stato

    – di Francesco Prisco

    Twitter ai suoi 330 milioni di utenti: cambiate le password

    Twitter ha invitato i suoi 330 milioni utenti a cambiare password a causa di un problema tencico che potrebbe mettere a rischio la sicurezza dei loro account. La società ha affermato che il problema è stato risolto e che un'indagine interna non ha svelato furti di password ma ha comunque

    Facebook come Tinder: debutta la funzione dating (con più privacy)

    Chi dopo lo scandalo Cambridge Analytica si aspettava notizie a effetto dalla conferenza annuale degli sviluppatori di Facebook, con tutta probabilità sarà rimasto soddisfatto: il social network debutta infatti nel mercato dei siti di incontri dominato da Tinder. E' stato lo stesso patron Mark

    Quello che Facebook non ti dice sul download dei tuoi dati

    Dell'opportunità di scaricare i propri dati da Facebook si è parlato molto in queste ultime settimane. L'opzione è rintracciabile nelle impostazioni, ed è ben visibile per chi - magari colpito dallo scandalo Cambridge Analytica - ha deciso di chiudere il suo account.

    – di Biagio Simonetta

I più letti di Social