Nikon D5600

    La Nikon D5600 è una reflex con sensore Cmos Aps-C (proporzione 3:2) da 24 Mpixel, dotata di un otturatore con tempi di posa da 30 secondi a 1 / 4000, più posa Bulb. In video può lavorare in Full Hd con una velocità di ripresa di 60 fps. La sensibilità varia da 100 a 25.600 Iso, mentre l'autofocus

    Pentax KP

    La KP di Pentax è una fotocamera reflex a obiettivo intercambiabile con sensore Cmos in formato APS-C (proporzione 3:2) da 24 Mpixel e funzione shake reduction a 5 assi. L'otturatore lavora con tempi di posa da 30 secondi a 1 / 6000 in modalità meccanica più posa Bulb, mentre in modalità

    Olympus OM-D E-M10 Mark III

    La OM-D E-M10 MkIII è una fotocamera mirrorless a obiettivi intercambiabili. Unica nella nostra rassegna, utilizza un formato di sensore in proporzione 4:3 da 17,3 x 13,0 mm, con risoluzione di 16,1 Mpixel, Il sensore è dotato di stabilizzatore di immagini a 5 assi. I tempi di otturazione variano

    Fujifilm X-E3

    La Fujifilm X-E3 è l'ultima evoluzione di una serie di fotocamere mirrorless con obiettivo intercambiabile del produttore giapponese. E' dotata di sensore X-Trans di terza generazione (un'esclusiva Fujifilm utilizzato dalle fotocamere della serie X), in formato APS-C (proporzione 3:2), da 24,3

    Canon EOS 77D

    La Canon EOS 77d è una fotocamera reflex ad obiettivo intercambiabile con sensore Cmos in formato Aps-C (proporzione 3:2) da 24,2 Mpixel. L'otturatore prevede tempi di posa da 30 secondi a 1 /4000 di secondo, più posa Bulb, mentre la capacità video arriva alla risoluzione Full Hd con velocità fino

    Il primo negozio di Huawei è a Milano e offre corsi gratuiti di cinese

    Per Huawei l'Italia non è un Paese come gli altri, ce ne si rende conto dalla massiccia presenza di cartelloni pubblicitari del nuovo smartphone Mate 10, con i volti dei testimonial che campeggiano sui tabelloni delle grandi città italiane. O in maniera più rigorosa guardando i dati di vendita

    – di Luca Salvioli

    Addio alla net neutrality: come potrebbe cambiare internet per gli utenti

    La Federal Communications Commission (Fcc), l'authority americana per le telecomunicazioni, ha votato la misura sulla cosiddetta "net neutrality" che modificherà le regole cui si devono attenere i provider di internet e che modificherà in maniera profonda l'internet così come l'abbiamo conosciuto

    – di Pierangelo Soldavini

    Etruria, Vegas riapre il caso Boschi

    L'audizione del presidente della Consob Vegas alla Commissione sulle crisi bancarie riapre il caso della sottosegretaria Boschi: «Mi ha prospettato la sua preoccupazione per l'eventualità che Banca Etruria potesse essere incorporata dalla Popolare ...

    Addio alla net neutrality: la Fcc ha votato per una rete a più velocità

    La Federal Communication Commission ha votato per la rimozione delle regole che garantivano un internet libera e aperta, la cosiddetta net neutrality. L'authority Usa per le tlc ha approvato con una maggioranza di tre voti a due la risoluzione proposta da Ajit Pai, il presidente nominato da Donald

    L'Università Statale di Milano apre agli eSport

    Lo ha ribadito la Statale di Milano: per bocca del Cus, il Centro Universitario Sportivo che da 70 anni favorisce e diffonde il potenziamento delle discipline agonistiche negli atenei milanesi, ha annunciato ieri di "riconoscere e aprire le sue porte al fenomeno dell'eSport, promuovendone

    – di Emilio Cozzi

    Lventure Group e FocusFuturo investono 1,3 milioni in Whoosnap

    Aumento di capitale da circa 1,3 milioni di euro per Whoosnap, startup fondata nel 2015 e salita alla ribalta per una soluzione che permette di ottenere (a pagamento) foto e video in real time e on demand da una selezionata community di fotografi. Il nuovo round è stato sottoscritto da LVenture

    – di G.Rus.

    1.4 miliardi di credenziali scoperte nel deep web

    Il 5 dicembre scorso, un gruppo di ricercato di 4iQ ha scoperto una miniera di dati trafugati, composti da username e password, relativi a ben 1,4 miliardi di utenti. In realtà, l'enorme database contiene per lo più dati provenienti da altri database già noti in passato, ma almeno 385 milioni

    Eye Pyramid, spionaggio politico con mezzi di fortuna

    A gennaio di quest'anno è arrivato all'onore delle cronache una campagna di spionaggio che aveva come bersaglio i politici italiani. Gli autori dell'operazione illegale, iniziata nel 2011 e terminata solo nel 2016, sono stati identificati in Giulio e Francesca Maria Occhionero che avrebbero cercato

    Krack! E il wi-fi non è più sicuro

    Tutti usano reti Wi-Fi e se i più attenti sanno che non è il caso di fidarsi troppo delle reti aperte al pubblico, come in aeroporti, bar e altri locali, la fiducia nei confronti delle reti aziendali o comunque protette da password è molto più elevata. Purtroppo, a ottobre è stata scoperta una

    I dati di 3 miliardi di utenti Yahoo sono stati trafugati

    La vicenda di Yahoo è l'emblema di quanto possa costar cara la trascuratezza nella sicurezza informatica. A partire dal 2013, il famoso motore di ricerca ha subito più intrusioni che hanno portato a una emorragia di dati personali degli utenti gestita malissimo dal precedente management. Secondo

    Industroyer: una spada di Damocle sul comparto industriale

    La maggior parte dei criminali informatici punta a far soldi attaccando le proprietà intellettuali di aziende oppure privati cittadini e quindi gli impianti produttivi o le infrastrutture critiche sono per lo più fuori dalle mire dei gruppi di estorsori. Questo, però, non vuol dire che non esistano

    Brickerbot, il malware che agisce a fin di bene

    Non tutto il malware viene creato da criminali. Brickerbot è un esempio di software catalogato come malevolo, ma che ha una missione encomiabile: chiudere le falle che rendono vulnerabili gli IoT ad attacchi esterni potenzialmente devastanti, come quello accaduto lo scorso anno quando la botnet

    Fireball, una potenziale botnet da 250 milioni di PC

    La Cina è diventata uno dei punti nevralgici dell'informatica mondiale e le sue dimensioni diventano impressionanti anche quando si parla di cyber-crimine. Una società "legittima" cinese nota come Rafotech distribuisce software che contiene dei moduli per lo più mirati a visualizzare pubblicità e

    Wannacry, il ransomware figlio dell'NSA

    Il ransomware è una piaga che da sola meriterebbe il primo posto della classifica, ma abbiamo deciso di prendere Wannacry come esempio perché si è diffuso con un'aggressività mai vista prima grazie all'utilizzo di un paio di vulnerabilità rese disponibili ai criminali dal furto degli strumenti

I più letti di Tecnologia