ILSOLE24ORE.COM > Notizie Norme e Tributi ARCHIVIO

Manipolazione musicale

Pagina: 1 2 3 di 3 pagina successiva
commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
Giovedí 19 Febbraio 2009

DI GUIDO ROMEO
«Una performance musicale è una scultura. L'aria viene letteralmente scolpita in un oggetto» osservava Frank Zappa. A Milano, nei laboratori del Lim, il Laboratorio di informatica musicale dell'Università Statale, Goffredo Haus sembra aver deciso di catturare le forme di quella scultura in un flusso di bit che permette letteralmente di navigare dentro la musica. Un'innovazione che, se adottata da un grande partner industriale, potrebbe contribuire a rilanciare quell'industria dell'entertainment messa in crisi proprio dalla digitalizzazione di note e video. L'ultima fatica di questo informatico, che ha già al suo attivo la digitalizzazione degli archivi de La Scala e del Bolscioi, si chiama Ieee 1599-2008, o più brevemente Mx, uno standard che permette la codifica multistrato di audio, video e testi.
«È la prima volta che dall'Italia arriva uno standard mondiale – osserva Haus, direttore del dipartimento di Informatica musicale e fondatore della task force su musica e informatica della Ieee, la società mondiale degli ingegneri elettronici – e credo che questo tipo di ricerca e sviluppo sia stato possibile solo grazie al fatto che ci troviamo in un'università». Il lungo cammino di ricerca che ha portato, tra le altre cose, allo sviluppo di Mx è infatti un'impresa iniziata negli anni 90 e che ha richiesto oltre 300 anni/uomo di lavoro, 200 tesi di laurea e una ventina di dottorato. Il costo stimato è paradossalmente bassissimo, circa due milioni di euro in 15 anni, senza ricorrere a fondi europei ma finanziati con progetti esterni. «Mx non è altro che un modo di scrivere in Xml tutti i file relativi a un brano musicale – spiega Haus, che al Lim coordina lo studio di circa 500 tra studenti e laureati – e che permette a un computer di riconoscere i legami all'interno delle diverse parti di un'improvvisazione jazz di Coleman Hawkins per estrarne una griglia armonica, ma anche di associare audio e video a una partitura scritta e alle sue annotazioni».
Un'innovazione preziosa perché quando un direttore d'orchestra lavora su una partitura apporta modifiche e chiose, e la sua interpretazione, proprio come la visione di uno scultore, è qualcosa di unico. Uno standard come Mx è per definizione aperto, ma la sua forza viene da ciò che permette di fare a chi ha il know-how per maneggiare diversi pacchetti di software musicale di ultima generazione. «Le applicazioni sono innumerevoli» sottolinea Haus passando da un'interfaccia grafica nel quale ha scomposto «Peaches en Regalia» di Zappa a una che permette di muoversi all'interno di un'opera di Paisiello semplicemente cliccando sulle note della partitura, sulla barra del player o sui singoli strumenti e cantanti, per poi passare a una riduzione canto e piano di un duetto della «Tosca» di Puccini che permette di ascoltare e vedere in video tre diverse performance percorrendole oltre che "per note", "per parole" e per "istanti", anche per frammenti melodici. Di fatto l'ascoltatore ha in mano una vera e propria mappa interattiva della musica. «Gli strumenti che abbiamo sviluppato non permettono solo un ascolto molto più completo e sofisticato – prosegue il ricercatore – ma sono adattissimi al settore educational e renderebbero rapidissime le manipolazioni della musica necessarie nel montaggio, ad esempio, di spot commerciali e clip musicali». Per non parlare dell'archiviazione di materiali video densissimi di informazioni come telegiornali e riprese video.
Mx permette ad Haus di utilizzare un ventaglio di strumenti che di fatto rendono un computer capace di ascoltare e riconoscere la musica in maniera estremamente più sofisticata di quanto oggi avvenga con i metadati utilizzati nei pacchetti commerciali associati ai player mp3. Proprio osservando i piccoli lettori musicali è nata una nuova applicazione. «Le ghiere e pulsanti utilizzati oggi nei player per scegliere i brani sono un controsenso, perché obbligano a guardare un oggetto che invece è fatto per stare in tasca – osserva Haus –, per questo abbiamo sviluppato e sperimentato con successo insieme a 200 studenti, un sistema composto da due cursori, uno per la ritmicità e uno per la melodica, che consente di scegliere il tipo di musica che si vuole ascoltare senza mai guardare il player».
La ricerca di un partner industriale per implementare su vasta scala Mx è ancora in corso, ma i ricercatori del Lim stanno già sviluppando una nuova generazione di applicazioni per gestire non solo la musica, ma anche video, parlato e testi su dispositivi mobili e online. Questi nuovi strumenti potrebbero anche permettere di proteggere musica e video dalla pirateria e dallo scambio che ha messo in crisi il modello storico dell'industria musicale? «La risposta a questo tipo di problemi credo stia nel mercato – osserva Haus, che si è cimentato in produzioni interattive con la tedesca Schott e la Ricordi – perché copiare sarà sempre possibile, ma queste tecnologie permettono di offrire un prodotto talmente complesso e articolato che sarebbe più conveniente acquistare che riprodurre. Si tratta di un salto di qualità nell'offerta, che di fatto aumenterebbe sia il valore creativo dei prodotti che la loro protezione, ma che dovrebbe essere spiegato al pubblico e ai consumatori».
  CONTINUA ...»

Pagina: 1 2 3 di 3 pagina successiva
RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio
L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER
Effettua il login o avvia la registrazione.

 
   
 
 
 

-UltimiSezione-

-
-
22 maggio 2010
21 maggio 2010
21 maggio 2010
20 maggio 2010
20 aprile 2010
 
Gli esperti del ministero rispondono a tutti i dubbi sugli incentivi
La liquidazione: rimborsi e debiti
I redditi da dichiarare
La salute e gli altri sconti
La famiglia e la casa
 
 
Cerca quotazione - Tempo Reale  
- Listino personale
- Portfolio
- Euribor
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-