ILSOLE24ORE.COM > Notizie Italia ARCHIVIO

Eurispes: da 7 italiani su 10 sì all'eutanasia, 3 su 4 approvano il testamento biologico

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
18 genaio 2007

Sette italiani su dieci sono favorevoli all’eutanasia: lo segnala un sondaggio Eurispes presentato al Senato come anticipazione del Rapporto Italia 2007, che avverte già dai primi anni Ottanta il cambiamento di tendenza. I contrari rappresentano invece il 23,5% del totale, mentre uno su dieci (8,5%) non ha saputo o non ha voluto dare una risposta. Rispetto allo scorso anno i favorevoli sono aumentati, facendo registrare un incremento di ben 26 punti percentuali. Il 74,7 per cento degli italiani (tre su quattro) esprimono parere favorevole all'introduzione del testamento biologico, previsto da un recente disegno di legge.
Eutanasia. Gli uomini sono più favorevoli all'eutanasia rispetto alle donne (70,4% contro il 65,7 per cento). Allo stesso tempo, sono più numerosi gli uomini (24,2%) delle donne (22,9%) ad esprimere un dissenso verso la pratica della 'buona mortè. Le donne fanno registrare anche un alto tasso di mancate risposte (11,4% contro 5,4 per cento).
La più alta percentuale di contrari si riscontra tra i rappresentati dei partiti di centro (41,2%) e di destra o centro-destra (31,3%), mentre quella dei favorevoli è rappresentata da coloro che si dichiarano di sinistra e centro-sinistra (78,1 per cento).
Più favorevoli all'eutanasia sono i cittadini residenti al Centro (con il 74,6%), seguiti da quelli del Nord (69,4%) e quindi del Sud e delle Isole (62,6 per cento). I contrari mostrano percentuali simili nelle regioni settentrionali (25,6%) e in quelle meridionali (26,3%), mentre si riducono notevolmente in quelle centrali (14 per cento).
Tra medici di famiglia o infermieri intervistati, il 31,8% sarebbero disposto ad aiutare in
maniera riservata la famiglia che chiede l'eutanasia per un proprio congiunto, mentre il 21,3% non crede a questa ipotesi. Il 41% preferisce non prendere posizione.
Testamento biologico. Le donne sono più propense a dare al testamento biologico un valore giuridico (75,7% contro il 73,7% degli uomini). Regolamentare la scelta preventiva e individuale in materia di trattamenti sanitari è una questione avvertita maggiormente, secondo l'Eurispes, dagli elettori di centrosinistra (83,8%) rispetto a quelli di centro (25,2 per cento). «Il testamento biologico - sottolinea il senatore Ignazio Marino, presidente della commissione Sanità di palazzo Madama e autore, insieme alla senatrice Finocchiaro, del disegno di legge sul testamento biologico - ha il compito di colmare il divario nella pratica di tutti i giorni, cioè quello del consenso informato. Chi non può più, infatti, esprimere la propria opinione perché in coma irreversibile o altro, deve avere una possibilità di farlo attraverso il testamento biologico. Il 75% degli italiani ritiene, infatti, che la questione la debba risolvere il legislatore».

RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio
L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER
Effettua il login o avvia la registrazione.


 
   
 
 
 

-UltimiSezione-

-
-
8 maggio 2010
8 maggio 2010
08 Maggio 2010
8 maggio 2010
8 maggio 2010
 
Prendeva la pensione della madre morta. Arrestato
L'Indagine del Cnr nei mari italiani
IL PUNTO / Il dopo Scajola e gli interrogativi sul governo
Addio a Giulietta Simionato
VIDEO / Le dimissioni di Scajola (da C6.tv)
 
 
Cerca quotazione - Tempo Reale  
- Listino personale
- Portfolio
- Euribor
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-