ILSOLE24ORE.COM > Notizie Economia e Lavoro ARCHIVIO

Digitale terrestre, accordo sulle frequenze in Sardegna

di Marco Mele

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
16 gennaio 2008

Accordo fatto sulle frequenze digitali in Sardegna. Allo spegnimento del segnale analogico - che non avverrà più l'1 marzo ma verso la fine dell'estate - ogni operatore trasmetterà la propria rete (multiplex) sulla stessa frequenza, che, in prospettiva, sarà la stessa sull'intero territorio nazionale.

29 reti digitali
L'aspetto positivo della vicenda sta proprio qui: l'Italia è l'unico paese al mondo nel quale, finora, le frequenze non hanno mai avuto una prima assegnazione da parte dello Stato. Eppure, sono oggetto di trading a partire dalla legge 66 del 2001.
L'accordo prevede che in Sardegna si trasmetterà su 29 frequenze altrettante reti digitali, 21 delle quali copriranno l'80% del territorio, circa il 90% della popolazione. Su ciascuna rete si possono trasmette 5-6 canali tv a qualità standard o un canale ad Alta Definizione.
Di queste 21, 14 andranno assegnate alle tv nazionale e sette a quelle locali, cui per legge spetta il 30% delle frequenze (disposizione che rende paradossale il trading: le tv locali hanno venduto tantissimi impianti-frequenza alle tv nazionali, facendo aumentare ulteriormente la concentrazione delle risorse, sapendo di avere una dote del 30% garantita dalla legge...). Le altre otto frequenze, sei delle quali a copertura inferiore e altre due con minore capacità trasmissiva, andranno alle tv nazionali mentre altre dieci frequenze "minori", che coprono meno del 50% del territorio, andranno alle locali.
Il Ministero delle Comunicazioni, per la prima volta, assegnerà a ciascun operatore una delle 29 frequenze selezionate in base all'intesa raggiunta ieri, non senza uno scontro sotterraneo durato mesi tra lo stesso Ministero, l'Autorità e gli operatori, Rai in testa.

Italia versus Europa
L'Italia, in Sardegna, si allinea alla pianificazione internazionale decisa a Ginevra del giugno 2006, senza la quale non ci sarebbe stato neanche l'intesa di ieri. Perchè dal giugno 2007, con l'entrata in vigore della pianificazione di Ginevra, i paesi confinanti potevano accendere i propri impianti per lanciare segnali digitali su frequenze utilizzate dalle tv italiane, senza che mai vi fosse stato un loro coordinamento internazionale.

Duopolio digitale
Gli aspetti negativi? Si rischia di riproporre in digitale i rapporti di forza esistenti nell'analogico. Bisognerà aspettare l'assegnazione ma circola un'ipotesi: sei reti a Mediaset, di cui una di tv mobile, sei a Rai, di cui sempre una per la tv mobile, quattro a Telecom Italia Media, una ciascuno a Rete A-L'Espresso, H3G per la tv mobile, ReteCapri e D-Free (Tarak Ben Ammar o, meglio, Holland Coordinator & Services). Due reti resteranno a disposizione del Ministero delle Comunicazioni ma l'assetto del sistema, nonostante la cessione del 40% della capacità trasmissiva, resta fortemente duopolistica e, per di più, sempre caratterizzata dall'integrazione proprietaria tra chi gestisce la rete e l'editore di contenuti, al contrario di quanto accade in Europa. Le barriere all'ingresso nel sistema restano elevate, perché l'editore "senza rete" dovrà prima pagare la banda a un operatore-editore già presente sul mercato e poi confezionare contenuti competitivi con chi concentra la maggioranza delle risorse e dei diritti sul mercato (per tutte le piattaforme, non più solo per la tv gratuita).

RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio
L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER   
Effettua il login o avvia la registrazione.


 
   
 
 
 

-UltimiSezione-

-
-
6 maggio 2010
6 maggio 2010
6 maggio 2010
6 aprile 2010
6 maggio 2010
 
 
 
Cerca quotazione - Tempo Reale  
- Listino personale
- Portfolio
- Euribor
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-