ILSOLE24ORE.COM > Notizie Economia e Lavoro ARCHIVIO

Autostrade: l'Antitrust boccia la convenzione sulle tariffe

di Laura Serafini

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
Sabato 05 Luglio 2008

L'Antitrust lancia una bordata sulla nuova convenzione Autostrade. L'autoritÓ presieduta da Antonio CatricalÓ ha approvato, nella riunione di giovedý scorso, una segnalazione inviata al Governo e al Parlamento in cui mette sotto accusa fenomeni distorsivi della concorrenza e i danni per i consumatori derivati dai contenuti della nuova convenzione, siglata a fine 2007 tra Autostrade e Anas ma poi bloccata dal Governo Prodi e infine approvata, saltando il parere del Cipe e delle commissioni parlamentari, via legge attraverso un emendamento al decreto legge anti-infrazioni presentato dal nuovo Governo Berlusconi. Nel mirino dell'AutoritÓ Ŕ finito da una parte il nuovo meccanismo di adeguamento delle tariffe (creato ex novo, dunque esulando da quanto previsto delle norme italiane); dall'altra l'approvazione di nuovi lavori – in particolare la realizzazione di bretelle autostradali – attraverso la convenzione che secondo l'Antitrust dovevano invece essere messe a gara.

Le tariffe. La nuova formula tariffaria introdotta dalla convenzione di Autostrade prevede che alla societÓ siano riconosciuti annualmente adeguamenti non inferiori al 70% dell'inflazione reale, cui si aggiungono parametri di remunerazione degli investimenti. Un sistema che contrasta con quanto previsto dal sistema del price-cap che premia l'efficienza sui costi e che ne prevede la restituzione ai consumatori in termini di riduzione delle tariffe. La nuova formula viene calata in un contesto in cui viene di fatto abolito l'aggiornamento quinquennale che consentiva di riallineare le tariffe ai costi. In sintesi, la societÓ guidata da Giovanni Castellucci ha portato a casa aumenti tariffari garantiti per i prossimi 30 anni.

Nella segnalazione l'Antitrust contesta che a una societÓ che opera in regime di concessione sia stata riconosciuta una sorta di "scala-mobile" per le tariffe a discapito dei consumatori e si ribadisce la validitÓ del sistema del price-cap per remunerare il settore.

I nuovi lavori. La nuova convenzione di Autostrade riguarda investimenti per 18 miliardi di euro. La gran parte di questi, circa 10 miliardi, sono relativi a vecchie opere (giÓ previste nel precedente quarto atto aggiuntivo) tra cui il completamento della variante di valico. In sede di negoziazione del nuovo strumento convenzionale fu l'allora ministro Antonio Di Pietro a "strappare" alla societÓ l'impegno a fare nuovi lavori per circa 7 miliardi: tra questi ci sono in prevalenza la costruzione di terze e quarte corsie. Ma c'Ŕ anche altro: si tratta di bretelle autostradali (nel testo della convenzione si fa riferimento ad esempio alla tangenziale di Bologna, alla bretella di Civitavecchia, il raccordo San Cesario) che secondo l'Antitrust non costituiscono migliorie a opere giÓ esistenti ma rappresentano nuove tratte che andavano dunque messe a gara e non assegnate alla stessa concessionaria attraverso la convenzione.

La segnalazione di CatricalÓ vuole essere un altolÓ al Governo: la convenzione di Autostrade Ŕ stata approvata per legge e difficilmente potrÓ essere rimessa in discussione. Ma ci sono molte concessionarie – rimaste fuori dalla sanatoria che ha toccato Autostrade – in attesa di convenzione che giÓ chiedono le stesse condizioni riconosciute alla concessionaria maggiore. E sullo sfondo si muove anche il sistema degli aeroporti italiani: anch'essi in attesa di rinegoziare le loro tariffe, ispirandosi al caso Autostrade stanno cercando di portare a casa anche loro la "scala-mobile" per gli aeroporti.

RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio
L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER   
Effettua il login o avvia la registrazione.


 
   
 
 
 

-UltimiSezione-

-
-
6 maggio 2010
6 maggio 2010
6 maggio 2010
6 aprile 2010
6 maggio 2010
 
 
 
Cerca quotazione - Tempo Reale  
- Listino personale
- Portfolio
- Euribor
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-