ILSOLE24ORE.COM > Notizie Economia e Lavoro ARCHIVIO

All'asta battuto tartufo da 100mila euro

di Augusto Grandi

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
8 novembre 2009


L'unica certezza sul tartufo bianco è la mancanza di certezze. Così si guarda al l'asta mondiale del Tuber Magnatum Pico, organizzata in Langa a Grinzane Cavour in collegamento diretto con Hong Kong, con la speranza di replicare i fasti di u n recente passato evitando le difficoltà dello scorso anno. E le risposte arriva te sono rassicuranti: un esemplare da 750 grammi, l'ultimo di 11 lotti messi all 'incanto, è stato battuto dopo una serie di concitati rilanci per la cifra di 10 0mila euro. La crisi, insomma, si è fatta sentire un po' meno rispetto allo scorso anno, quando per un tartufo bianco di circa un chilo sono stati pagati nel 2008 "solo" 24mila euro. Il ricavato complessivo dell'asta ha raggiunto la cifra di 250mila euro.

«Ovviamente sono prezzi di un'asta, dove i grandi nomi della finanza non badano al costo reale del tartufo», precisa Mauro Carbone, direttore dell'Atl Langhe Roero. Perché il prezzo effettivo al pubblico si aggira, in questi giorni, intorno ai 250 euro all'etto, pari a 20 euro per una soddisfacente "grattata" al ristorante. Cifre lontane dalla punta di 350 euro delle scorse settimane e dai 500 euro dell'anno scorso. Conseguenza di una maggior quantità di prodotto e di una crisi che ha consigliato di mantenere i prezzi ad un livello ragionevole.

«Per il turismo è un vantaggio – assicura Carbone – perché con un prezzo eccessivo i tartufi si vendono solo all'estero mentre se la cifra è più bassa i turisti arrivano nel nostro territorio e ci sono ricadute positive per ristoranti, alberghi, negozi». Ma proprio per questo ci sono ristoranti che protestano per l'eccessivo anticipo, rispetto alla reale stagione dei tartufi, con cui inizia la fiera di Alba. All'inizio d'ottobre – spiega la Cantina del Rondò di Neive nella sua newsletter – la disponibilità di tartufo nel territorio di Langhe, Roero e Monferrato è limitatissima, di scarsa qualità e di breve conservabilità. E in effetti anche all'Atl ammettono che ormai i turisti di ottobre arrivano soprattutto per visitare la Langa mentre quelli di novembre e dicembre vogliono assaggiare in tartufo.

Quanto alla provenienza del Tuber magnatum Pico, Alba ne produce davvero pochissimo. Il tartufo arriva dall'Alta Langa, o dalle altre zone del Piemonte. Non a caso si sono moltiplicate le fiere dedicate al tartufo. Da Mondovì (Cuneo) a Murisengo (Alessandria), ad Acqui dove l'assessore Carlo Sburlati coniuga il Tuber con la cultura sulla scia del successo di iniziative come l'Acqui Storia. Tutte manifestazioni novembrine, partendo da "Peccati di gola" a Mondovì all'inizio del mese per arrivare ad Acqui Sapori nella penultima settimana di novembre. In effetti il territorio di maggior produzione è concentrato a cavallo delle province di Asti e Alessandria, dove sono più vaste le aree non coltivate. Mentre i vigneti dell'Albese sono incompatibili con il tartufo. Quest'anno, comunque, dovrebbe diminuire l'importazione di tartufo da altre regioni e, soprattutto, da altri Paesi. Perché è ormai noto a tutti che, in particolar modo ad ottobre, i tartufi commercializzati provengono da altre regioni italiane o dall'estero. Soprattutto da Slovenia e Croazia. Ma quest'anno potrebbe anche verificarsi il fenomeno opposto. Cioè i tartufi piemontesi potrebbero essere portati in Croazia per essere venduti negli Stati Uniti.
Banali ragioni di dazi differenti. Che penalizzano il prodotto italiano e avvantaggiano il croato. Così si trasferisce il tartufo piemontese, lo si trasforma in croato e si riesce a venderlo ai ristoranti americani senza ricarichi del 100% dovuti alle guerre commerciali.

8 novembre 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA
RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio


L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER   
Effettua il login o avvia la registrazione.
 
   
 
 
 

-UltimiSezione-

-
-
6 maggio 2010
6 maggio 2010
6 maggio 2010
6 aprile 2010
6 maggio 2010
 
 
 
Cerca quotazione - Tempo Reale  
- Listino personale
- Portfolio
- Euribor
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-