ILSOLE24ORE.COM > Notizie Finanza e Mercati ARCHIVIO

Ermolli: la cordata dopo l'esaurimento dell'offerta francese

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
28 marzo 2008

Se una cordata italiana alternativa ad Air France scenderà in campo per l'acquisto di Alitalia, non accadrà subito: «non basteranno pochi giorni», ma soprattutto prima «dovrà esaurirsi la trattativa con Air France». Lo ha detto ieri sera Bruno Ermolli, presidente di Sinergetica e membro del cda di Mediaset, che ha aggiunto di aver ricevuto da Silvio Berlusconi l'incarico «di valutare la possibilità di individuare degli imprenditori italiani».
Le dichiarazioni di Ermolli sono arrivate al termine di una giornata in cui sono piovute le smentite di tutti i gruppi imprenditoriali che Berlusconi avrebbe indicato secondo un'intervista pubblicata ieri su La Stampa: Benetton, Mediobanca e il gruppo Eni, tutti hanno detto di non avere la questione all'ordine del giorno. Per Benetton le informazioni disponibili sui conti «non sono tali da consentire una manifestazione d'interesse», mentre Ligresti si è limitato a un «no comment».
Lo stesso Berlusconi ha quindi diramato un comunicato per chiarire la propria posizione. «C'è tutto il tempo - ha detto - di condurre in porto le esplorazioni e i contatti già avviati dai consulenti e nessuno è autorizzato a scambiare questi contatti come decisioni già assunte o peggio manifestate». Berlusconi ha anche precisato sulle dichiarazioni che gli erano state attribuite. «Le indiscrezioni sui nomi non sono certamente mie, come è ovvio - ha detto - ma di chi evidentemente ha interesse a far fallire un'ipotesi alternativa all'offerta di Air France che, alle attuali condizioni, non ho esitato a definire inaccettabile e umiliante per l'Italia e per i lavoratori della compagnia di bandiera».
In aiuto al Cavaliere è arrivato ieri sera anche Umberto Bossi, che, viceversa, nei giorni scorsi aveva esternato tutto il suo scetticismo sulla possibilità di una cordata alternativa ad Air France. «Spero - ha detto il leader della Lega Nord - che Berlusconi riesca a convincere imprenditori italiani a recuperare l'Alitalia. Questo è un miracolo che può fare solo Berlusconi».
Veltroni, dal canto suo, è tornato ad accusare il leader del Pdl di leggerezza e ha ribadito la sua posizione: è un errore portare Alitalia dentro la campagna elettorale. Berlusconi «deve stare attento - ha detto il segretario del Pd - a ciò che dice perchè c'è in gioco il destino» di tanti lavoratori, e «non si possono annunciare cordate che poi non si appalesano». Il leader del Pd ha quindi fatto riferimento alle smentite di quanti erano stati indicati come protagonisti della presunta cordata. «Bisogna garantire - ha sottolineato Veltroni - che Alitalia possa uscire da questa crisi».
(G. Sa.)

RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio
L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER   
Effettua il login o avvia la registrazione.