ILSOLE24ORE.COM > Notizie Finanza e Mercati ARCHIVIO

Generali: botta e risposta tra Serra e Bernheim

di Chiara Manzoni

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
26 aprile 2008

L'atteso intervento di Davide Serra, amministratore delegato di Algebris, ha catalizzato l'attenzione dell'assemblea di Generali dopo quasi 4 ore di svolgimento. Serra ha ribadito le critiche espresse lo scorso autunno in materia di governance, obiettivi e remunerazione dei vertici pur rilevando "i buoni risultati ottenuti nel 2007". "Oltre 220 investitori appoggiano la nostra lista di sindaci", ha preannunciato Serra sottolineando come una maggior attenzione da parte di Generali alle istanze sollevate negli ultimi mesi potrebbe giovare all'immagine e ai rapporti del gruppo presso i grandi investitori internazionali.
Il presidente Antoine Bernheim ha immediatamente risposto a Serra: "Non capisco perchè avete preso Generali come obiettivo", ha osservato, in relazione al fatto che tra gli azionisti di Algebris ci sono il Santander e Intesa SanPaolo, nei cui consigli siede lui stesso e di cui Generali è azionista."E' vero che si può sempre far meglio - ha proseguito - ma bisogna vedere da dove si proveniva", ha detto il presidente ricordando le difficili situazioni della compagnia nel 2002. "Vogliamo migliorare e continuiamo a farlo, ma non possiamo essere continuamente criticati: è dura da digerire". I mercati, ha voluto sottolineare Bernheim, non hanno seguito le critiche mosse da Algebris a Generali, visto che il titolo "dai massimi ha perso il 10% mentre le altre compagnie portate ad esempio, che hanno dirigenti giovani e dinamici, hanno perso dal 30 al 50%".
All'intervento di Serra è seguito quello del suo socio Massimo Massimilla e di un legale di Algebris, che ha affrontato nei dettagli il tema della governance del gruppo. Secca e immediata la replica di Bernheim: "Non siamo qui per sentire lezioni di management. Se non siete soddisfatti del lavoro del management basta chiedere in assemblea la revoca del presidente e degli amministratori delegati e si vedrà se avrete una maggioranza".
In avvio di assemblea, alle ore 9.00, era presente il 41,19% del capitale della compagnia, mentre era stato depositato oltre il 50%. L'elenco dei soci in sala è guidato da Mediobanca (14,05%), Banca d'Italia (4,44%), gruppo Dea 2,5%, Carlo Tassara (2,02%) e Delfin (1,99%). Non risulta presente Unicredit, che a libro soci risulta azionista con il 3,6%. Gli aggiornamenti saranno forniti in occasione delle votazioni.

RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio
L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER   
Effettua il login o avvia la registrazione.