ILSOLE24ORE.COM > Notizie Finanza e Mercati ARCHIVIO

Fusione Iride-Hera-Enýa, trattative sul concambio

di Vittorio Carlini

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
25 Luglio 2008

Superato il momento delle grandi visioni strategiche, da un lato gli "sherpa" di Iride, Hera ed Enýa tentano di concretizzare il progetto di aggregazione. Dall'altro alcuni soci importanti, come il comune di Genova, disegnano il loro piano della fusione: una holding quotata e contendibile cui faranno capo almeno quattro business unit.
La strada verso la super-utility, tuttavia, non Ŕ priva di ostacoli. In primis, secondo quanto risulta al Sole 24 Ore, Ŕ il nodo del concambio. Gli emiliani di Hera, infatti, forti di una maggiore capitalizzazione (2,35 miliardi), sembrano voler privilegiare le quotazioni in Borsa delle societÓ. Dall'altra parte della barricata si cerca invece, in particolare Iride che vanta una market cap di 1,4 miliardi, di valorizzare maggiormente gli asset industriali, soprattutto nell'upstream. Il succo del discorso Ŕ il seguente: le attivitÓ industriali, considerato anche il Capex previsto nel triennio di 1,28 miliardi per l'utility del Nord-Ovest, produrranno sý valore, ma non nell'immediato; e Piazza Affari non sconta questa crescita futura. Quindi, basarsi sulle quotazioni di mercato non Ŕ corretto.
Proprio in questi giorni, peraltro, nelle sale operative circola un'analisi di Centrobanca secondo cui Iride ed Enýa sarebbero sottovalutate. Di conseguenza, il report stima uno swap-ratio Hera-Iride di 0,90 (contro lo 0,77 calcolato sui prezzi di Borsa); quello tra Hera ed Enýa sarebbe, invece, di 3,88 (3,19 alle valutazioni correnti). Non stupisce, quindi, che Iride si faccia forte anche di questa analisi per argomentare le proprie tesi.
Ma non Ŕ solo il concambio. Ieri a Genova, il sindaco del capoluogo ligure Marta Vincenzi ha indicato l'impalcatura finanziaria della nuova aggregazione. L'ipotesi Ŕ quella di una holding quotata contendibile (in cui gli enti locali abbiano una quota del 30%), presumibilmente con un nuovo nome . A questa faranno capo almeno quattro divisioni (gas e acqua, energia, rifiuti, e commerciale) e un terzo livello di societÓ territoriali (che manterranno i loro marchi), in cui i Comuni detengano il 51 per cento.
Rispetto a quest'ultimo punto, ambienti vicini al sindaco di Torino sembrano indicare che l'ipotesi non Ŕ cosý condivisibile. Creare una holding contendibile (meglio pensare a una quota del 29,9% per evitare l'obbligo di Opa) per, poi, mantenere la maggioranza assoluta sulle societÓ territoriali Ŕ una sorta di ossimoro. Anche perchÚ, nell'ipotesi che un'eventuale Opa abbia successo, giocoforza il controllo societario dovrebbe estendersi a cascata anche sui soggetti locali. Insomma: la strada sembrerebbe poco praticabile.
Attorno alla contendibilitÓ societaria (anticipata dal Sole-24Ore), il tema rimane comunque complicato. I soci emiliani, infatti, rimangono scettici. źRibadisco la mia visone negativa rispetto all'ipotesi di una holding quotata contendibile╗, sottolinea il sindaco di Reggio Emilia Graziano Del Rio, primo azionista di Enýa con il 21,9%. źL'importante, in questo momento - aggiunge il primo cittadino del capoluogo emiliano -, Ŕ pensare seriamente allo sviluppo dei progetti industriali╗.
GiÓ i progetti industriali. Rispetto, infine, al business dell'acqua, dovrebbe rimanere fuori dall'operazione Mediterranea delle Acque. La societÓ, controllata con il 68,3% del capitale da Iride acqua e gas, sembra destinata a rimanere quotata. Il gruppo, infatti, viene considerato un possibile polo aggregatore di nuove realtÓ e, quindi, non Ŕ strategico (per ora) farlo rientrare all'interno del piano per la grande nuova super utility.

RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio
L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER   
Effettua il login o avvia la registrazione.