ILSOLE24ORE.COM > Notizie Finanza e Mercati ARCHIVIO

Banche, 100 posti per i figli dei dipendenti Mps

di Nicola Borzi

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci

Al Monte dei Paschi piacciono i figli di papà. Piacciono davvero tanto: tanto da avere il posto assicurato! Lo ha deciso il Consiglio di amministrazione che, il 9 aprile, «ha preso delle importanti delibere su temi fortemente caldeggiati dalle organizzazioni sindacali e molto attesi da parte dei colleghi». E quali sono queste importanti delibere? In sostanza, due: da un lato, il prepensionamento volontario, entro fine anno, di 600 dipendenti che utilizzeranno l'accompagnamento alla pensione (lo "scivolo" dura fino a 5 anni ed è totalmente a carico dell'azienda) garantito dal Fondo di solidarietà del settore; dall'altro, 100 nuove assunzioni «tramite lo scorrimento delle graduatorie di figli di dipendenti di Siena (80) e Grosseto (20)», che verranno destinati alle esigenze di organico della rete degli sportelli. Chi lo dice? Ma i sindacati stessi, con un comunicato delle RSA aziendali di DirCredito, Fabi, Fiba /Cisl, Fisac /Cgil, Silcea, Ugl Credito e Uilca.

L'esodo è incentivato
Il sindacato invita chi è interessato a prepensionarsi a prendere sul serio l'offerta. Potrebbe infatti essere "l'ultimo treno" (non per Yuma, ma per il "buen retiro"), perché «l'evoluzione del quadro normativo di riferimento potrebbe inficiare la messa in atto di analoghe iniziative. Le crescenti difficoltà economiche e il clima che si respira in ABI possono far pensare a variazioni degli interventi da adottare in queste situazioni». Inoltre, chi si ritira non lo fa gratis: perché se ne vada gli verrà riconosciuta una serie di incentivi, tra i quali una somma "una tantum" pari a un anno di stipendio (lordo); tuttli gli incentivi economici del 2008, più l'intero premio aziendale e l'equivalente del piano di incentivo azionario, più l'intero premio aziendale 2009 (che sarà pagato nel 2010) per la quota parte maturata al momento del pensionamento.

Una banca "attenta al territorio"
Non è un caso che Banca Mps decida di pescare le nuove leve tra i "figli di papà". L'istituto di Rocca Salimbeni è o non è "attento al territorio"? Che, nel suo caso, significa Siena e Grosseto, appunto. Le graduatorie per l'assunzione dei figli dei dipendenti vennero aperte il 17 aprile aprile dell'anno scorso con una decisione del Cda. Ai pargoli dei bancari Mps vennero riservati 100 posti su 170 nuove assunzioni. Per le selezioni (assunzioni con il contratto di apprendistato) i requisiti erano 28 anni non compiuti, punteggio minimo di 42/60 o 70/100 per i diplomi e di 95/110 per le lauree, residenza di almeno un anno nelle province di Siena e Grosseto (non richiesta ai figli di dipendenti).

Fenomeni simili in Intesa Sanpaolo, Banco Popolare e Ubi Banca
Ma Banca Mps non è la sola a scegliere la "staffetta allo sportello" tra genitori e figli. Negli ultimi due anni, come registrato puntualmente da «Plus24», il settimanale di finanza e risparmio del sabato del «Sole 24 Ore», iniziative simili, sempre in relazione a piani di prepensionamento, sono state prese da Intesa Sanpaolo (come risultato dell'accordo sindacale del dicembre 2006, in estate vennero selezionati 213 figli "idonei" su 390 assunzioni, a fronte di oltre 2.400 dipendenti che hanno aderito volontariamente all'esodo incentivato), dal Banco Popolare (i sindacati ottennero l'assunzione dei figli dei bancari che avessero "precedentemente presentato domanda irrevocabile di interruzione del rapporto di lavoro per l'adesione al Fondo di solidarietà o abbiano formalmente aderito alle altre forme di incentivazione all'esodo" fino al "tetto massimo del 10% delle assunzioni programmate») e da Ubi Banca (con una lettera del 14 agosto 2007 il gruppo attribuì "particolare importanza all'inserimento di figli di dipendenti quale valore di continuità culturale e rafforzamento del senso di appartenenza"… nel rispetto dei criteri di coerenza con i requisiti e i profili professionali tempo per tempo richiesti dalle esigenze aziendali. L'assunzione dei figli sarà attuata contestualmente alla cessazione dal servizio del genitore»; a loro furono riservati almeno il 6% dei 2.200 inserimenti stimati dal piano industriale).

I DOCUMENTI
L'ACCORDO DI MPS SUGLI ESUBERI (primo documento, 18 Kb, .Pdf)
L'ACCORDO DI MPS SUGLI ESUBERI (secondo documento, 18 Kb, .Pdf)

RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio
L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER   
Effettua il login o avvia la registrazione.