ILSOLE24ORE.COM > Notizie Italia ARCHIVIO

Mastella indagato conferma le dimissioni. Interim a Prodi. Oggi il premier alla Camera

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
17 gennaio 2007
Clemente Mastella

Il presidente del Consiglio Romano Prodi riferirà in aula alla Camera oggi, giovedì 17 gennaio alle 14,30 sul caso Mastella; subito dopo andrà al Senato, il suo arrivo a Palazzo Madama è previsto per le ore 17,30. Clemente Mastella avrebbe confermato le sue dimissioni da ministro della Giustizia e il presidente del Consiglio Romano Prodi sarebbe pronto ad assumere l'Interim della Giustizia. È quanto avrebbe reso noto il capogruppo del Pd alla Camera, Antonello Soro, durante la conferenza dei capigruppo di maggioranza che si è tenuta a Montecitorio prima della riunione di tutti i capigruppo della Camera.

Anche il ministro della Giustizia Clemente Mastella è indagato dalla procura di Santa Maria Capua Vetere, nell'ambito dell'inchiesta su presunti casi di concussione nella sanità campana. Al Guardasigilli sono contestati sette reati: concorso esterno in associazione per delinquere, due episodi di concorso in concussione (uno anche ai danni del governatore della Campania Antonio Bassolino) e uno di tentata concussione, un concorso in abuso d'ufficio e due concorsi in falso. In particolare, in concorso con il consuocero Carlo Camilleri e gli assessori dell'Udeur Luigi Nocera ed Andrea Abbamonte, Mastella avrebbe costretto Bassolino ad assicurare loro la nomina a commissario dell'Asi di Benevento di una persona «liberamente designata da Mastella».

Il ministro aveva già deciso di rassegnare le dimissioni in seguito alla notizia degli arresti domiciliari stabiliti per sua moglie, Sandra Lonardo, presidente del Consilgio Regionale della Campania, indagata dalla procura. Il presidente del Consiglio Romano Prodi aveva respinto le dimissioni del Guardasigilli, ma Mastella aveva confermato la sua decisione: «Ringrazio il presidente Prodi per la fiducia confermatami. Ma in questo momento è più importante che io sia accanto a mia moglie. Ogni altra decisione verrà dopo.

Mi dimetto perché tra l'amore per la famiglia e il potere scelgo il primo» ha detto Mastella. E ancora: «Non si illudano coloro che confidano nello sconforto, coloro che credono che le ferite sul piano personale e sentimentale possano essere determinanti per farmi cambiare idea e percorso». «Ce lo ha insegnato Aldo Moro - ha aggiunto - che non siamo chiamati a preservare un ordine semplicemente rassicurante. Lo sapevamo che nello sfidare l' ordinaria grettezza saremmo potuti rimanere intrappolati nella palude degli egoismi, delle diffidenze e delle cattiverie».

Il provvedimento restrittivo nei confronti di Sandra Lonardo è stato deciso in ambito dell'inchiesta sulla sanità campana. Il reato contestato è di tentata concussione nei confronti del direttore generale dell'ospedale di Caserta. L'indagine è condotta dai magistrati di Santa Maria Capua Vetere. Le persone coinvolte sono 23: tra loro, anche due assessori regionali della Campania e alcuni consiglieri dell'Udeur. Tra gli altri provvedimenti emessi, il gip di Santa Maria Capua Vetere ha disposto anche l'arresto dell'ing. Carlo Camilleri, suocero di uno dei figli di Clemente Mastella e di Sandra Lonardo.

La prudenza di Palazzo Chigi. «Non abbiamo espresso giudizi e continuiamo a non farlo. Confidiamo nel prosieguo rapido e sereno delle indagini, ma ribadiamo la necessità di evitare personalismi e ribalte mediatiche, che sono strumentali. Gli atti e i fatti sono ancora da chiarire e quindi oggetto di analisi. Quindi, la certezza del diritto e la tutela delle persone devono essere sempre al centro delle regole». E Prodi starebbe valutando tempi e modi di un suo intervento alle Camere.

«Apprendo la notizia dalla tv».
Sandra Lonardo Mastella si è detta sconcertata per la notizia degli arresti domiciliari che sono stati disposti nei suoi confronti, ma si dice serena. «Apprendo dalla televisione una notizia sconcertante, che sarebbero stati disposti gli arresti domiciliari nei miei confronti per tentata concussione. Mi sento assolutamente serena - ha commentato il presidente del Consiglio regionale della Campania - non ho nulla da temere e fornirò all'autorità giudiziaria qualunque chiarimento che mi venga richiesto». Secondo Lonardo, la vicenda rappresenta «l'amaro prezzo che, insieme a mio marito (il ministro della Giustizia, Clemente Mastella) stiamo pagando per la difesa dei valori cattolici in politica, dei principi di moderazione e tolleranza contro ogni fanatismo ed estremismo». La signora Mastella conclude: «Affronto tranquilla anche questa battaglia».

Prodi chiama Mastella.
Il presidente del Consiglio, Romano Prodi, ha chiamato il ministro della Giustizia non appena appresa la notizia dell'arresto di Sandra Lonardo. Il premier ha rinnovato i sentimenti di affetto nei confronti del Guardasigilli, non facendo mancare a quest'ultimo la propria solidarietà. «Una scelta dei tempi piuttosto sospetta...»: così il capogruppo dell'Udeur alla Camera, Mauro Fabris, ha commentato la disposizione di arresti domiciliari per Sandra Lonardo. «Predisporre addirittura gli arresti domicialiari - ha aggiunto Fabris - per una vicenda che riguarda la sfera amministrativa e che conosco benissimo perchè si tratta di un contrasto che va avanti da anni, mi sembra piuttosto esagerato. Ma mi fermo qua, non voglio commentare oltre...».

RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio
L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER
Effettua il login o avvia la registrazione.


 
   
 
 
 

-UltimiSezione-

-
-
8 maggio 2010
8 maggio 2010
08 Maggio 2010
8 maggio 2010
8 maggio 2010
 
Prendeva la pensione della madre morta. Arrestato
L'Indagine del Cnr nei mari italiani
IL PUNTO / Il dopo Scajola e gli interrogativi sul governo
Addio a Giulietta Simionato
VIDEO / Le dimissioni di Scajola (da C6.tv)
 
 
Cerca quotazione - Tempo Reale  
- Listino personale
- Portfolio
- Euribor
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-