ILSOLE24ORE.COM > Notizie Italia ARCHIVIO

L'escalation dei furti nelle case

di Nicoletta Cottone

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
22 aprile 2008

I topi d'appartamento visitano sempre più le case degli italiani, aumentano dappertutto danneggiamenti e incendi dolosi. Nel 2007 crescono i delitti che colpiscono il quotidiano dei cittadini: aumenta, per esempio, il furto con strappo e quello con destrezza, che lascia senza soldi e carte di credito giovani e anziani. I dati del Viminale sulla criminalità e sull'azione di contrasto nelle 14 città che hanno siglato il Patto per la sicurezza mettono in luce molte spine nel cuore di grandi e piccoli centri. Catania è la provincia dove i dati sui delitti in generale sono in maggiore crescita, seguita a ruota da Modena, Venezia e Asti.

Il Viminale segnala, dopo la firma lo scorso anno dei patti, una drastica riduzione dei delitti nel secondo semestre 2007, ma dall'esame dei dati emerge nelle città un andamento a macchia di leopardo. Se in generale si registra un calo di omicidi, violenze sessuali e rapine, le violenze sessuali, per esempio, risultano in aumento a Roma e Cagliari. I ladri fanno sempre più razzie nelle case a Venezia, Torino e Modena. Le rapine colpiscono sempre più Genova e Modena, mentre incendi e danneggiamenti impazzano a Roma e Firenze. Ecco, città per città, che accade sulle strade e nelle case del Belpaese.

Milano. Fra gli oltre 300mila reati che si registrano, aumentano notevolmente l'azione dei topi d'appartamento (+ 17,1%), i danneggiamenti e gli incendi. In calo le violenze sessuali, in salita gli omicidi.
Roma. Nella Capitale sale l'allarme sicurezza per le donne: si registrano 320 violenze sessuali nel 2007, 26 in più. Oltre 272mila i reati, ma restano stabili rispetto al 2006. Aumentano soprattutto rapine, danneggiamenti e incendi.
Torino. Oltre 171mila reati si consumano in città. Aumentano del 37,91% i furti in casa salgono le violenze sessuali.
Napoli. Imprevisto calo, sia pur lieve (- 1,8%), dei reati generali, ma sono in netto aumento i delitti, che salgono da 97 a 111, aumentano i furti in abitazioni, crescono le lesioni dolose, le rapine in banca e in abitazione. In lieve aumento anche le violenze sessuali.
Bologna. In netto calo i furti nelle case, mentre aumentano incendi e danneggiamenti. In salita anche omicidi volontari, rapine in pubblica via ed estorsioni. In lieve aumento le rapine con un trend in calo nel secondo semestre.
Genova. Più rapine e furti in appartamento. Si registra, invece, un notevole calo, pari al 35,35%, delle violenze sessuali.
Bari. Stabile il numero complessivo dei delitti. Calano omicidi e violenze sessuali, furti con strappo e con destrezza, ma impazzano i topi d'appartamento, aumentano le rapine, in particolare in banca e per strada.
Firenze. Nella città toscana crescono notevolmente rapine (+ 15,12%), danneggiamenti e incendi (+ 15,71 per cento). Attenzione, però alle borse, visto che sono in forte crescita i furti con strappo.
Catania. Aumentano rapine e furti, crescono ladri d'appartamento, danneggiamenti ed incendi. Aumentano notevolmente i furti con strappo e quelli con destrezza..
Venezia. Impennata record dei furti d'appartamento (+ 45,4%) e un notevole aumento delle violenze sessuali (+ 26,32%). Crescono anche furti con destrezza e rapine in banca.
Modena. Criminalità sempre più organizzata (+9,5% il dato sui reati commessi). L'aumento più consistente si registra nei furti in casa e nelle rapine.
Cagliari. Scende dell'8,3% il dato generale sui delitti, in forte calo rapine, furti in abitazione ed estorsioni. In forte aumento le violenze sessuali, da 41 a 59 atti.
Prato. A Prato aumentano furti in abitazione, danneggiamenti e incendi dolosi, mentre si registra un netto calo delle violenze sessuali (- 27,50%). In salita, invece, i furti con strappo e con destrezza. In calo le rapine in abitazione e le estorsioni.
Asti. Nella città delle cento torri azzerati nel 2007 gli omicidi, in calo le violenze sessuali. Sale, invece, nel 2007 rispetto all'anno precedente il totale dei delitti.Sul fronte delle rapine si rischia di più, nel secondo semestre, sulla pubblica via. Notevole poi, nel 2007, l'impennata all'insù di danneggiamenti e incendi dolosi.

RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio
L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER
Effettua il login o avvia la registrazione.


 
   
 
 
 

-UltimiSezione-

-
-
8 maggio 2010
8 maggio 2010
08 Maggio 2010
8 maggio 2010
8 maggio 2010
 
Prendeva la pensione della madre morta. Arrestato
L'Indagine del Cnr nei mari italiani
IL PUNTO / Il dopo Scajola e gli interrogativi sul governo
Addio a Giulietta Simionato
VIDEO / Le dimissioni di Scajola (da C6.tv)
 
 
Cerca quotazione - Tempo Reale  
- Listino personale
- Portfolio
- Euribor
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-