ILSOLE24ORE.COM > Notizie Italia ARCHIVIO

Nella battaglia dei Berlusconi, sul web vince Veronica

di Elysa Fazzino

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
15 MAGGIO 2009
Il presidente Silvio Berlusconi con Veronica Lario

È la «soap opera» che appassiona l'Italia e continua a intrattenere i media esteri: la Bbc punta i riflettori sulla «battaglia dei Berlusconi», il Times Online mette sulla homepage l'ultimo attacco del premier alla stampa, il Nouvel Observateur parla della «vendetta di Veronica», osannata dai blog e vittoriosa sul web, mentre Silvio Berlusconi è il «re del controllo».
Nella vicenda del divorzio, «l'ultima soap opera dell'Italia», l'ex attrice Mrs Berlusconi potrebbe avere «uno dei più grandi ruoli della sua vita», quello di essere «un modello per le sue sorelle italiane», scrive sul sito della Bbc Annalisa Piras, corrispondente da Londra dell'Espresso. Con la sua richiesta di divorzio e la critica pubblica del capo del governo, Veronica Lario ha «scosso la società italiana». Ha detto «basta» e ha denunciato «il suo comportamento, i suoi metodi politici e la cultura del machismo che offende la dignità delle donne». Ha espresso la sua «rabbia» per i piani della coalizione del governo di mettere in lista per le europee diverse attraenti giovani donne.
Messe insieme, la faccenda "Noemi e Papi" e quella delle elezioni «hanno lasciato a disagio molte donne italiane», si legge ancora sulla Bbc. «Le linee di divisione tra destra e sinistra si sono confuse». Intellettuali donne e commentatrici «da ogni parte dello spettro politico si sono mobilitate a difesa di Veronica. Perfino la politica di destra Alessandra Mussolini, nipote del Duce, ha appoggiato la moglie del premier».
Ma per ora «ci sono pochi segnali che la saga stia danneggiando Berlusconi politicamente», continua l'articolo. Mentre i media «per anni hanno nutrito gli italiani con i pettegolezzi e le intrusioni della reality tv nella privacy delle persone, la maggior parte degli italiani pensano che debba essere data totale privacy quando si tratta della sua condotta». Il servizio cita l'opinionista Maria Laura Rodotà del Corriere della Sera, che vede una crescente indignazione femminile online e prevede che il "Noemi gate" avrà conseguenze politiche. Intanto, il partito di Berlusconi ha lasciato cadere dalle sue liste la maggior parte delle attraenti donne candidate. «Sarà una piccola vittoria, ma certamente c'è chi la considera simbolica», conclude l'articolo.
Il Times ha in evidenza il titolo «Berlusconi attacca la stampa per diffamazione» e si occupa della controversia con il quotidiano La Repubblica, che «insiste affinché il Primo ministro italiano risolva le incongruenze per ristabilire la pubblica fiducia nella sua leadership». Berlusconi, scrive il corrispondente Richard Owen, ha lanciato un duro attacco al giornale, accusandolo di diffamazione e denigrazione dopo che l'ha sfidato a spiegare la sua relazione con Noemi Letizia. Il Times pubblica le dieci domande fatte da La Repubblica e rimaste senza risposta. E a proposito del progetto di presentare showgirl come candidate al Parlamento europeo, che il Cavaliere ha negato come «complotto della sinistra», Owen precisa che il suo stesso quotidiano, Il Giornale, aveva confermato che invece questo progetto l'aveva.
È lei che ha vinto, scrive sul Nouvel Observateur la corrispondente da Roma Marcelle Padovani. «Quella che hanno soprannominato "Compagna Veronica" ha vinto la battaglia del web contro suo marito. I blogger hanno moltiplicato i loro omaggi: "Veronica for President", Veronica leader della sinistra", o "Veronica, anche noi vorremmo divorziare da tuo marito". E si trovano già magliette con la sua effigie».
Veronica «ha sferrato un duro colpo alla credibilità del presidente del Consiglio», proprio mentre la sua popolarità era al 75% grazie al suo attivismo al momento del terremoto in Abruzzo. Per il Nouvel Obs, è stato uno «choc» per l'elettorato cattolico moderato, «mortificato» di venire a sapere che il premier frequentava anche minori. «Come Noemi, una lolita napoletana». L'articolo ricorda il richiamo alla sobrietà dei vescovi. Quanto al centrosinistra, «batte sul chiodo, sperando di trasformare il test delle europee di giugno. Supplendo così, grazie a Veronica, all'assenza di progetti, programmi e leader convincenti».
Un'analisi tutta politica di Challenges.fr, che si può leggere sul sito del Nouvel Observateur, mostra inquietudine per quella che l'Economist ha chiamato "berlusconizzazione" dell'Italia. «Berlusconi, re del controllo», forte del suo terzo mandato, «il Cavaliere assicura il proprio dominio sullo Stato, e sa coltivare la sua popolarità». Il servizio constata che il premier «è più potente che mai» e che «gli italiani sembrano perdonargli numerose gaffe». Sottolinea che gli italiani hanno lodato la sua gestione del terremoto, che lui ha promesso 8 miliardi di euro per la ricostruzione «senza precisare che la somma sarà finanziata su…ventidue anni».
L'opposizione è «decimata» - continua Challenges - e «le riforme economiche di cui il Paese ha tanto bisogno, cui Berlusconi presta poca attenzione, fanno le spese della sua preminenza politica. Peccato: secondo l'Fmi il Pil italiano dovrebbe diminuire del 4% nel 2009». L'articolo punta il dito sul «disprezzo costante della legge» e sul «populismo larvato» di Berlusconi. Ma, conclude, «i suoi seguaci negano che sia un neodespota».

15 MAGGIO 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA
RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio
L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER
Effettua il login o avvia la registrazione.


 
   
 
 
 

-UltimiSezione-

-
-
8 maggio 2010
8 maggio 2010
08 Maggio 2010
8 maggio 2010
8 maggio 2010
 
Prendeva la pensione della madre morta. Arrestato
L'Indagine del Cnr nei mari italiani
IL PUNTO / Il dopo Scajola e gli interrogativi sul governo
Addio a Giulietta Simionato
VIDEO / Le dimissioni di Scajola (da C6.tv)
 
 
Cerca quotazione - Tempo Reale  
- Listino personale
- Portfolio
- Euribor
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-