ILSOLE24ORE.COM > Notizie Italia ARCHIVIO

In calo la durata delle cause dinanzi alla Corte di giustizia Ue

di Nicoletta Cottone

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
21 marzo 2007

Diminuisce la durata dei procedimenti, aumenta il numero delle cause proposte dinanzi alla Corte di giustizia europea. In calo le cause definite, pari a 546 nel 2006, contro le 574 del 2005. Lo attestano le statistiche giudiziarie targate 2006 rese note dalla Corte Ue. Sul fronte dei rinvii pregiudiziali la durata media dei procedimenti si attesta in 19,8 mesi, contro i 20,4 del 2005, mentre per i ricorsi diretti e le impugnazioni la durata media è stata, rispettivamente di 20 e 17,8 mesi (contro i 21,3 e 20,9 mesi nel 2005). In calo anche il numero delle cause pendenti, 731 in tutto, nonostante l’aumento delle nuove cause proposte alla Corte (pari, nel 2006, a 537).
Tribunale di primo grado. Aumentano le cause dinanzi al Tribunale di primo grado, ma, per il secondo anno consecutivo, ne sono state definite più di quante ne sono state introdotte: 436 contro 432. Registra un calo, invece, il numero delle cause introdotte, 432 contro le 469 del 2005, anche se in realtà si tratta di un calo solo apparente, in quanto la diminuzione è legata alle cause di pubblico impiego che sono diventate di competenza del Tribunale della funzione pubblica. Escludendo il contenzioso pubblico il numero delle cause introdotte risulta, infatti, in aumento del 33% (387 cause contro le 291 del 2005). Entrando nei particolari aumentano del 46% le cause introdotte in materia di marchi (143 contro le 98 del 2005), mentre le cause diverse dalla proprietà intellettuale e dal pubblico impiego aumentano del 26% (244 contro 193). In diminuzione, invece, il numero delle cause definite (436 contro 610), anche se 117 si sono concluse dopo il trasferimento al Tribunale della funzione pubblica. Stabile il numero delle cause pendenti (1.029 contro le 1.033 del 2005). Qui, però, la durata dei procedimenti è leggermente aumentata, passando da 25,6 mesi del 2005 a 27,8 mesi del 2006. Il procedimento accelerato nel 2006 è stato concesso solo a 4 cause, sulle 10 per cui era stato richiesto.
Tribunale della funzione pubblica. Nel 2006, che rappresenta il primo anno intero di funzionamento del Tribunale della funzione pubblica, sono stati proposti 148 ricorsi, con una leggera diminuzione rispetto al volume di quelli posti in essere nel 2005 (164 ricorsi). Dal momento della sua istituzione il Tribunale è stato direttamente investito di 161 cause, alle quali si sommano 118 trasferite dal Tribunale di primo grado, per un totale di 279 cause dall’inizio attività. Lo scorso anno sono state 53 le cause decise. Sono anche stati registrati apprezzabili sforzi, in linea con l’invito del Consiglio dell’Unione europea, per agevolare la composizione amichevole delle controversie.

RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio
L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER
Effettua il login o avvia la registrazione.


 
   
 
 
 

-UltimiSezione-

-
-
8 maggio 2010
8 maggio 2010
08 Maggio 2010
8 maggio 2010
8 maggio 2010
 
Prendeva la pensione della madre morta. Arrestato
L'Indagine del Cnr nei mari italiani
IL PUNTO / Il dopo Scajola e gli interrogativi sul governo
Addio a Giulietta Simionato
VIDEO / Le dimissioni di Scajola (da C6.tv)
 
 
Cerca quotazione - Tempo Reale  
- Listino personale
- Portfolio
- Euribor
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-