ILSOLE24ORE.COM > Notizie Norme e Tributi ARCHIVIO

Ma le istruzioni restano fondamentali nella pratica

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
Martedí 06 Novembre 2007

Ogni giorno siamo in trepidante attesa delle circolari dell'amministrazione finanziaria, che, pur dirette formalmente agli uffici, finiscono per orientare praticamente i nostri comportamenti.
Ma «la circolare interpretativa esprime, come è stato efficacemente detto, una "dottrina dell'amministrazione", vale a dire l'opinione di una parte (anche se "forte") del rapporto tributario, che, peraltro, può essere discussa e disattesa dal giudice tributario. E, qualora il giudizio di quest'ultimo corrisponda al parere espresso dall'amministrazione, in tal caso sarà pur sempre l'interpretazione del giudice che avrà esclusivo valore ed efficacia». Questa sembra l'affermazione più forte della sentenza (23031/2007) della Corte di cassazione a Sezioni unite che è stata depositata lo scorso 2 novembre (si veda l'articolo riportato sopra).
La configurazione del diritto delle circolari come dottrina del Fisco, diffusa in Francia, era stata da noi ripetutamente sostenuta anche su queste colonne: ora, anche per la Cassazione, gli orientamenti dell'amministrazione espressi nelle circolari non valgono più della dottrina dei privati.
La sentenza, per il resto, non contiene novità dirompenti rispetto alla recente giurisprudenza della Cassazione in materia, non fosse che per un punto: per la prima volta, si dice a chiare lettere che la circolare non vincola neppure gli uffici.
Le sezioni unite affermano, infatti, che agli uffici gerarchicamente subordinati non è vietato disattendere la circolare, senza che per questo il provvedimento concreto adottato dall'ufficio possa essere ritenuto illegittimo per violazione della circolare: infatti, se l'interpretazione contenuta nella circolare è errata, «l'atto emanato sarà legittimo perché conforme alla legge, se invece l'interpretazione contenuta nella circolare è corretta, l'atto emanato sarà illegittimo per violazione di legge».
Questo comporterà indubbiamente una maggiore responsabilità da parte degli uffici nell'interpretare la legge, nel non sentirsi vincolati solo dalla circolare.
La sentenza su questo punto va addirittura oltre, affermando che non deve essere vincolata neppure la stessa autorità che ha emanato la circolare, la quale resta sempre libera di modificare, correggere e anche completamente disattendere l'interpretazione adottata.
Ciò è tanto vero, prosegue la Cassazione, che si è posto il problema dell'eventuale tutela del contribuente di fronte al mutamento di indirizzo (interpretativo) adottato dal l'amministrazione e si è escluso che tale tutela sia possibile anche sotto il profilo dell'affidamento, stante l'evidente collisione che si determinerebbe con il principio di inderogabilità delle norme tributarie, di indisponibilità dell'obbligazione tributaria, di vincolatezza della funzione di imposizione, di irrinunciabilità del diritto d'imposta.
E infatti, in punto di giurisdizione, si legge nella sentenza che la circolare non è impugnabile né innanzi al giudice amministrativo, non essendo un atto generale di imposizione, né innanzi al giudice tributario, non essendo atto di esercizio di potestà impositiva.
Resta, però, il profilo pratico della questione. Le circolari, come detto, influenzano i comportamenti dei contribuenti, quindi di fatto sono loro dirette. E l'unica alternativa, nel caso si ritenga errata la circolare, sarebbe quella di pagare e ripetere, facendo rivivere surrettiziamente (come aveva ammonito Enzo Capaccioli) la regola dichiarata incostituzionale del solve et repete.
La via d'uscita potrebbe essere quella di un accertamento negativo del rapporto tributario in presenza di una circolare che puntualizzi l'interesse a ricorrere. Ma la Corte di cassazione ha sempre negato la possibilità di un accertamento di questo tipo in assenza di una concreta pretesa dell'amministrazione.
di Enrico De Mita

RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio
L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER
Effettua il login o avvia la registrazione.


 
   
 
 
 

-UltimiSezione-

-
-
22 maggio 2010
21 maggio 2010
21 maggio 2010
20 maggio 2010
20 aprile 2010
 
Gli esperti del ministero rispondono a tutti i dubbi sugli incentivi
La liquidazione: rimborsi e debiti
I redditi da dichiarare
La salute e gli altri sconti
La famiglia e la casa
 
 
Cerca quotazione - Tempo Reale  
- Listino personale
- Portfolio
- Euribor
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-