ILSOLE24ORE.COM > Notizie Norme e Tributi ARCHIVIO

Una legge, tre casi: i dubbi da sciogliere

di Francesca Padula

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
4 luglio 2009

Come si intrecciano le regole della legge Bossi-Fini con le nuove norme sulla sicurezza varate dal governo? Vediamone l'applicazione in tre casi concreti.

A.L. (Vicenza), badante
Il dubbio: sono un'immigrata irregolare ma sono entrata in Italia prima della legge sarò soggetta all'espulsione?
Da badante reclusa a donna libera di circolare senza temere controllo. A.L. di Vicenza è confusa: sta in guardia da mesi e dopo le notizie allarmistiche per il nuovo reato di clandestinità, è arrivata inattesa la schiarita.
Lo ha sentito al Tg dell'ora di pranzo, a dirlo era il ministro Maroni: la legge non si applica a chi è già irregolare come lei ma solo a chi entrerà in futuro. «Ma questo significa davvero la mia liberazione?», chiede. Nessun rischio anche per lei che non ha nemmeno in mano una richiesta di assunzione con il decreto flussi 2007? A.L. stenta a crederci e telefona alla zia, immigrata regolare, per avere conferma. Scatta la corsa ai chiarimenti e in poche ore parte la catena telefonica della comunità filippina. All'ora di cena A.L. è ancora più confusa: la zia dice che al patronato non sono ottimisti. Il testo della legge sembra dire una cosa diversa dalle affermazioni del ministro: a rischiare l'ammenda e l'espulsione non sono solo gli irregolari che faranno ingresso in Italia dopo la sua entrata in vigore ma anche le persone che si "trattengono", come lei, lavorando. «E allora, a chi devo dar retta?».

M. H. (Rimini), elettricista
Il dubbio: sono entrato con un visto turistico e non sono mai più ripartito, sono al riparo dall'espulsione?
È un ingegnere italiano in pensione. Ieri ha fatto da "consulente" legale per il fratello titolare di una piccola impresa edile. È così pignolo da riuscire a convincere suo fratello che l'inseparabile elettricista di fiducia, nordafricano clandestino, non è al riparo dal reato e dall'espulsione. Adriano sa che non è facile trovare tecnici preparati e disponibili come M. H. ma la legge, all'unico articolo che mette assieme le modifiche sull'immigrazione, non lascia spazio ai dubbi. «È vero che la legge non è retroattiva - insiste - ma il reato colpisce l'ingresso "ovvero" chi si trattiene nel territorio dello Stato. Quindi anche il nostro elettricista che è entrato con un visto turistico e non è mai ripartito da Rimini. Se volevano fare una sanatoria - sbotta - dovevano dirlo e scriverla diversamente».

O.U. (Roma), badante
Il dubbio: sono in gravidanza, in base alla legge posso ottenere il permesso di soggiorno?
Potrebbe essere la prima clandestina con il pancione a chiedere il permesso di soggiorno per uscire. O.U. di nazionalità peruviana non vedeva l'ora di venire allo scoperto e la frase del ministro Maroni che promette un permesso di soggiorno alle donne in gravidanza l'ha messa di ottimo umore. Già stamattina si muoverà per raggiungere l'ufficio immigrazione della Questura di Roma. O.U. si ritiene fortunata. È arrivata cinque anni fa e lavora in una famiglia di medici che l'ha sempre rassicurata, anche durante i giorni dell'allarme sui medici-spia. Con il pancione va sul sicuro per avere il permesso, ed è già a metà del guado: il nullaosta è stato chiesto con il clickday del dicembre 2007 ed è solo una questione di tempo. Finora, però, ha avuto l'incubo di far nascere un bambino fantasma, cioè di non poterlo registrare all'anagrafe. I dubbi ci sono ancora ma se saranno confermate le anticipazioni di Maroni, a ottobre partorirà serena e andrà al Comune senza timore.

4 luglio 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA
RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio


L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER
Effettua il login o avvia la registrazione.
 
   
 
 
 

-UltimiSezione-

-
-
22 maggio 2010
21 maggio 2010
21 maggio 2010
20 maggio 2010
20 aprile 2010
 
Gli esperti del ministero rispondono a tutti i dubbi sugli incentivi
La liquidazione: rimborsi e debiti
I redditi da dichiarare
La salute e gli altri sconti
La famiglia e la casa
 
 
Cerca quotazione - Tempo Reale  
- Listino personale
- Portfolio
- Euribor
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-