ILSOLE24ORE.COM > Notizie Norme e Tributi ARCHIVIO

Disco verde a un fondo di ateneo per premiare i prof virtuosi

di Claudio Tucci

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
15 marzo 2010
Il senatore Giuseppe Valditara (Pdl)

Niente più controlli preventivi della Corte dei Conti sulle attività delle università e disco verde a un fondo di ateneo per premiare i professori e ricercatori più bravi. Sono alcune delle modifiche al ddl università, presentate dal relatore Giuseppe Valditara (Pdl) in commissione Istruzione del Senato, dove attualmente è all'esame il provvedimento.

Complessivamente il senatore Valditara ha presentato una trentina di emendamenti per velocizzazione alcune attività amministrative degli atenei, valutare, con più attenzione, la qualità dei curricula professionali dei docenti a contratto e consentire alle università più meritevoli, previo accordo con viale Trastevere, di sperimentare nuovi modelli di governace, reclutamento, statuto giuridico.

Verrà poi valorizzata l'autonomia statutaria dei singoli atenei prevedendo che possano scegliere anche un modello di gestione che separi il ruolo di presidente del consiglio di amministrazione (da attribuire a un soggetto esterno) e di rettore, per evitare possibili accordi di spartizione politica dei vertici accademici e per impedire che i rettori non più rieleggibili possano continuare a governare l'ateneo nelle veste di presidenti del cda. Si prevede, anche, un rafforzamento del ruolo di controllo e di coordinamento del Senato accademico e si riconosce la possibilità di stipulare accordi di programma per migliorare la competitività degli ateni situati in aree svantaggiate.

Lo svolgimento dell'attività didattica dei professori dovrà essere certificata e la ricerca andrà valutata in base ai risultati e non in base al numero di ore che vi si sono dedicate. I premi andranno poi legati anche al merito scientifico e le incompatibilità tra insegnamento e attività esterne saranno riservate al giudizio delle autorità accademiche. Con un vincolo, però, che viene confermato. Chi decide di fare il professore a tempo pieno non può continuare a essere contemporaneamente iscritto all'albo professionale (e quindi esercitare privatamente).

Novità in arrivo anche per i giovani ricercatori. Si prevede, in particolare, che i dottorandi senza borsa non paghino le tasse universitarie e si semplificano le procedure per il conferimento di assegni di ricerca. Per il concorso a ricercatore a tempo indeterminato si introduce un esame obbligatorio di lingua straniera e ai vincitori, viene estesa la chiamata diretta, oggi prevista solo per i contrattisti in possesso di abilitazione a funzioni di professore.

15 marzo 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA
RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio


L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER
Effettua il login o avvia la registrazione.
 
   
 
 
 

-UltimiSezione-

-
-
22 maggio 2010
21 maggio 2010
21 maggio 2010
20 maggio 2010
20 aprile 2010
 
Gli esperti del ministero rispondono a tutti i dubbi sugli incentivi
La liquidazione: rimborsi e debiti
I redditi da dichiarare
La salute e gli altri sconti
La famiglia e la casa
 
 
Cerca quotazione - Tempo Reale  
- Listino personale
- Portfolio
- Euribor
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-