Il ministero dello Sviluppo economico detta le istruzioni per l'utilizzo degli incentivi varati con il decreto legge n. 40/2010.
Il fondo di 300 milioni di euro a sostegno dei consumi e della ripresa produttiva prevede bonus destinati ai cittadini e alle imprese.

Le indicazioni fornite dal ministero, attraverso il proprio sito internet, riguardano anzitutto l'acquisto di immobili ad alta efficienza energetica. Chi compra la prima casa "verde" può disporre di un contributo di 116 euro a metro quadrato, fino a 7mila euro se si tratta di un immobile in classe energetica A e di 83 euro a metro quadrato, fino a 5mila euro per gli immobili in classe B. Il Ministero ha precisato i requisiti per ottenere il contributo e la procedura da seguire attraverso l'intermediazione di Poste italiane. Si tratta di adempimenti che spettano soprattutto agli acquirenti.

Analoghe precisazioni sono state fornite sui requisiti tecnici degli altri beni agevolati (dagli elettrodomestici alle macchine agricole) e sulle modalità di prenotazione degli aiuti.
È stato chiarito, per esempio, che i beni devono essere «venduti e acquistati in Italia», ma non è necessario che siano stati prodotti in Italia e/o marchiati made in Italy.

I commenti degli esperti e gli approfondimenti Istruzioni e indicazioni fornite dal ministero sono commentate sul Sole 24 ore in edicola sabato 10 aprile. (di M. Bellinazzo)

Il ministero chiarisce i dubbi sugli incentivi ai motorini: per elettrici e ibridi non serve rottamazione
Le istruzioni del ministero per venditori e consumatori
La mappa degli sconti, dalla moto alla casa ecologica
Dieci domande & dieci risposte sugli incentivi

 

Shopping24