ILSOLE24ORE.COM > Notizie Norme e Tributi ARCHIVIO

Partenza rallentata con il rebus penali

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
22 luglio 2007

Forse questa Ŕ la volta buona per l' avvio della portabilitÓ dei mutui bancari, prevista dal decreto legge "Bersani Bis" di febbraio scorso. Non dovrebbero esserci pi¨ ostacoli per sostituire i finanziamenti vigenti con nuovi mutui pi¨ favorevoli, secondo la circolare dell'agenzia del Territorio del 21 giugno.
La nuova banca pu˛ subentrare nell'ipoteca sulla casa giÓ iscritta dal vecchio istituto di credito senza oneri aggiuntivi per il mutuatario, se non la tassa ipotecaria. ╚ prevista, infatti, l'esenzione dalle imposte di bollo, sostitutiva e ipotecaria. Per ricevere il denaro il sottoscrittore del mutuo dovrÓ informare il nuovo istituto della destinazione della somma erogata e la vecchia banca della provenienza del finanziamento.
źPer completare l'iter di applicazione della norma – fanno sapere dall'Abi - erano necessari i regolamenti dell'Agenzia del territorio. A questo punto abbiamo richiamato l'attenzione degli associati sulla necessitÓ del doveroso rispetto della normativa e di un'adeguata informazione alla clientela╗.
Il viaggio verso la liberalizzazione dei mutui casa Ŕ stato inizialmente rallentato da un altro punto critico del decreto: l'eliminazione delle penali per l'estinzione anticipata. Se per i finanziamenti contratti dopo l'entrata in vigore del secondo "Pacchetto Bersani" le nuove norme vietano le penali, per i mutui preesistenti il decreto prevedeva che l'Abi e le associazioni dei consumatori dovessero concordare un tetto per le sanzioni. Accordo che Ŕ arrivato solo il 2 maggio scorso. Tutti d'accordo quindi? A sentire le associazioni dei consumatori non si direbbe. źSu questi punti le banche sono inadempienti e fanno orecchie da mercante╗ dice Elio Lannutti, presidente Adusbef . Ad alimentare la bufera Ŕ intervenuto anche il presidente dell'Antitrust, Antonio CatricalÓ. Nell'annunciare l'avvio di un'indagine sull'argomento, la scorsa settimana CatricalÓ ha precisato che anche a lui Ŕ stata chiesta, per l'estinzione di un mutuo, una penale pi¨ alta di quella stabilita dagli accordi di maggio. La fiducia della clientela nei confronti delle banche non Ŕ certo ai massimi. Per Abi e associate a questo punto non rimane che passare dalle parole ai fatti.

RISULTATI
0
0 VOTI
L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER
Effettua il login o avvia la registrazione.

 
   
 
  ´╗┐
 
 

-UltimiSezione-

-
-
22 maggio 2010
21 maggio 2010
21 maggio 2010
20 maggio 2010
20 aprile 2010
 
Gli esperti del ministero rispondono a tutti i dubbi sugli incentivi
La liquidazione: rimborsi e debiti
I redditi da dichiarare
La salute e gli altri sconti
La famiglia e la casa
 
 
Cerca quotazione - Tempo Reale  
- Listino personale
- Portfolio
- Euribor
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati

-Annunci-