Il Sole 24 Ore
Stampa l'articolo Chiudi

23 luglio 2007

Tanti vantaggi oltre al soccorso stradale

di Marina Terpolilli

Tariffe e numeri utili


Una delle maggiori preoccupazioni per tutti gli automobilisti è la possibilità di incorrere in un guasto della propria vettura o di essere coinvolto in un incidente, situazioni che richiedono inevitabilmente interventi esterni. Innanzitutto è bene chiarire subito che il soccorsoe la rimozione dei veicoli in autostrada può avvenire solo tramite enti e imprese abilitate a intervenire dalla Società autostrade o da un altro ente proprietario della tratta, come prevede il Codice della strada. La richiesta di aiuto preferibilmente va fatta tramite le colonnine Sos poste lungo il percorso, e se queste sono dotate della funzione di fonia si può scegliere da chi farsi soccorrere tra gli autorizzati. Altrimenti in autostrada si può attendere l'arrivo di un carro dell'Aci o dell'Europ Assistance, e sulla tratta campana dal 2003 anche dell'Esa (Euro service assistance).

Gli interventi sono a tariffa fissa (il costo è pari a 101 euro, 121 se l'intervento è notturno o festivo, lo stesso importo sulla viabilità ordinaria), tuttavia se si è soci Aci o Europ assistance si può beneficiare degli accordi stipulati all'atto dell'associazione. Fuori dall'autostrada, su altre tipologie di strada oppure in città, è necessario contattare direttamente i diversi numeri verdi che offrono il soccorso stradale. I tempi di intervento sono flessibili, dipendono da dove si trova il carro al momento della chiamata e dalle condizioni del traffico.
L'essere associati comprende dei vantaggi, oltre al recupero dell'auto spesso anche un'auto sostitutiva, e servizi accessori quali l'albergo, il taxi e le spese di viaggio. In alcuni casi è compresa anche l'assistenza medica, se necessaria.

È fondamentale, prima di firmare il contratto, leggere bene le clausole e tenere conto delle postille che regolano il caso del traino del veicolo. È importante conoscere i propri diritti relativi a dove dovrà essere portata l'auto da recuperare, le modalità da seguire per avere l'auto sostitutiva, nonché relativamente al tetto massimo di spesa autorizzato per l'albergo o per assistenza medica. Altrimenti ci si può trovare nella situazione di non essere rimborsati.
Esistono diversi tipologie di associazione, ad esempio l'Aci propone l'«Aci Gold» che offre tutti i servizi di assistenza tecnica in Italia e nei paesi dell'Unione europea su qualunque auto o moto il socio si trovi a viaggiare, anche non di sua proprietà, in aggiunta al veicolo indicato al momento dell'associazione, chiunque sia alla guida anche quando il proprietario non sia a bordo.
Europ Assistance ha appena proposto «Viaggi Nostop famiglia », polizza che comprende oltre al classico rimborso delle spese mediche, farmaceutiche e ospedaliere e alla garanzia bagaglio, anche una tutela legale e una copertura della responsabilità civile verso terzi. E inoltre ha dedicato un numero verde speciale per le assistenze mediche (800.111.800). Le proposte sono variegate e personalizzabili e acquistabili via internet anche sul sito www.europassistance. it, della durata non solo annuale.

Il Touring club italiano offre l'assistenzastradale come complemento dell'associazione che resta l'elemento principale. Infatti i soci possono richiedere l'assistenza stradale anche successivamente all'iscrizione al sodalizio pagando la differenza di 20 euro.
Tuttavia prima di chiamare l'assistenza è meglio controllare di avere a portata di mano le varie tessere Aci, Touring club o il numero di polizza di Europ Assistance.
Molte Case automobilistiche per un certo periodo di tempo dall'acquisto dell'auto offrono gratis il soccorso stradale. In questo caso è necessario rivolgersi al numero verde fornito e chi interviene in soccorso si incaricherà del depannage ( la riparazione sul posto) o di rimorchiare l'auto fino alla prima officina autorizzata.
Da poco, inoltre, l'italiana United ha lanciato «Assityre», un pacchetto integrato per il soccorso relativo agli pneumatici, che comprende un kit K Pressure della Pirelli abbinato a una polizza assicurativa Toro Targa per le gomme, che si sigla all'atto dell'acquisto dell'auto. Il kit si compone di quattro cappuccetti per le ruote, che leggono la pressione del pneumatico e lanciano l'allarme cambiando colore qualora questa scenda sotto il limite stabilito. Pagando un canone 192 euro (per due anni) con Assityre si avrà un soccorso specifico in caso di foratura o perdita di pressione del pneumatico.

23 luglio 2007