ILSOLE24ORE.COM > Notizie Sport ARCHIVIO

Pazza Inter salvata da Ibra

di Lara Vecchio

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
14 dicembre 2008

Ottanta minuti circa per mescolare le carte, una decina per ripristinare gli equilibri. Venticinque gol, in attesa di un big match di altissimo livello. E adesso alzi la mano chi ha detto che il campionato italiano non è divertente. A partire dall'Inter che, pur nella sua posizione privilegiata, è riuscita a regalare i brividi della vecchia ‘pazza Inter', scaricando la solita adrenalina nelle vene dei suoi tifosi. Il testa coda di San Siro con il Chievo è stato quanto di meno scontato ci si potesse aspettare, ma solo al netto di Ibrahimovic. che, sul sorprendente 2-2, maturato dopo il doppio vantaggio nerazzurro di Maxuell e Stankovic e la momentanea rimonta di Pellissier e Bentivoglio, dirime la questione a modo suo. Nell'unico modo che conosce. Con due perle, un colpo di testa e una staffilata di destro che spengono le velleità dei veronesi. Così, i punti di vantaggio su Juve e Milan, che cercheranno di annullarsi stasera, sono 9. Ritrova il suo smalto la Fiorentina che batte il Catania 2-0. Tutto nella ripresa. Nel primo tempo la Fiorentina sembra risentire della stanchezza dell'ultimo sforzo infrasettimanale in Champions League, la squadra di Zenga però, anziché approfittarne e spingere sull'acceleratore, si complica la vita sbagliando troppo in fase di ripiegamento e invita a nozze Mutu e Gilardino (che raggiunge Milito e Di Vaio in testa alla classifica cannonieri). Spettacolare la gara dell'Olimpico tra Roma e Cagliari: sardi che si confermano, dalla cura Allegri in poi, una delle migliori realtà della medio bassa classifica. La Roma però sembra definitivamente uscita dalla lunga convalescenza di inizio stagione, così come il suo leader, Francesco Totti, che apre le danze con uno splendido gol. Conti (figlio di un pezzo di storia giallorossa , Bruno, che non muove un muscolo) e Jeda gelano l'Olimpico con il pareggio e il sorpasso. Pecca di ingenuità il Cagliari, che sul finale si chiude a proteggere il suo piccolo tesoro. La Roma sente l'odore della paura e non fa sconti. Perrotta e Vucinic si prendono il piatto. Partita incredibile a Udine tra Udinese Lazio . Bianconeri che sembrano finalmente pronti ad uscire dal tunnel di una flessione inspiegabile. Partenza sprint con tre gol che dovrebbero mettere ko la Lazio (doppietta di Di Natale e rete di Quagliarella) , ma la squadra di Delio Rossi ‘legge' la partita e aggredisce gli spazi al primo tentennamento dell'Udinese. Zarate accorcia le distanze, bianconeri che danno segni evidenti di cedimento, Diakitè pesca il 3-2 e Ledesma, col colpo della disperazione da fuori, pesca il jolly del pareggio. Rischia di perdere la sua imbattibilità casalinga il Genoa che, contro l'Atalanta, va sotto in virtù del gol di Floccari. Partita che si innervosisce, tre gli espulsi (Bellini, Milanetto e Rivalta). In inferiorità numerica l'Atalanta regge bene ma capitola a pochi minuti dal fischio finale sul gol del pareggio di Sculli. Il Palermo batte il Siena 2-0. Cassani e Simplicio gli autori del gol di una partita mai in discussione, con i bianconeri lontani parenti del bel Siena che, seppur a tratti, Giampaolo riesce mettere il campo. Buona notizia in casa blucerchiata: la Sampdoria coglie a Reggio Calabria la prima vittoria esterna della stagione. Vantaggio di Bellucci su rigore, raddoppio di Padalino, conditi dalle solite magie di Antonio Cassano.

RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio
L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER   
Effettua il login o avvia la registrazione.


 
   
 
 
 

-UltimiSezione-

-
-
10 maggio 2010
8 maggio 2010
8 maggio 2010
7 maggio 2010
7 maggio 2010
 
Ormezzano: «Il ciclismo è cambiato come è cambiato l'uomo»
Zomegnan: «Il Giro è la corsa più controllata della storia del ciclismo»
Le immagini del primo "titulo"
L'arrivo dei giocatori dell'Inter a Malpensa (di Sandro Cobelli)
La festa dei nerazzurri a Malpensa
 
 
Cerca quotazione - Tempo Reale  
- Listino personale
- Portfolio
- Euribor
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-