ILSOLE24ORE.COM > Notizie Cultura e Tempo libero ARCHIVIO

La coraggiosa Carmen di Barenboim e Emma Dante

di Valeria Ronzani

Pagina: 1 2 di 2 pagina successiva
commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
7 dicembre 2009
FOTO / Carmen: le prove alla Scala

Toccherà a lei, alla fatale gitana, inaugurare questa sera, 7 dicembre, la stagione 2009-2010 del Teatro alla Scala. «Carmen», il capolavoro di Georges Bizet basato sull'omonima novella di Prosper Mérimée (non senza pesanti modifiche), sarà diretta da quel genio irresistibile che si chiama Daniel Barenboim.
Chi credesse che il titolo inaugurale, uno dei più amati del grande repertorio operistico, sia una scelta "tranquilla", è meglio si metta l'animo in pace. Vero archetipo tracimato ben oltre l'universo lirico, su di esso c'è ancora tanto di verità da spendere. Non solo per il travaglio della partitura, una sequela di lunghi travisamenti di cui forse si vedrà la fine nel 2014, con l'edizione critica curata da Hervé Lacombe.
«Carmen» andò in scena a Parigi, all'Opéra Comique, il 3 marzo 1875. Come era uso per l'Opéra Comique, alternava al canto brani recitati. Il successo non fu secondo le previsioni, anche se probabilmente non fu il fiasco che la vulgata riporta, visto che ci furono quarantotto repliche. Sicuramente era uno spettacolo forte per le certezze del solido pubblico borghese: quella donna libera e spavalda, quel bravo ragazzo che diventa assassino per non perderla, ma soprattutto per la sua debolezza e disperazione (meccanismo a cui ci hanno tragicamente abituato le cronache dell'oggi).
Nell'autunno dello stesso anno l'opera era prevista in cartellone a Vienna, dove non si rappresentavano opere con scene recitate. Da qui la necessita di sostituirle con recitativi (cioè con accompagnamento musicale). Ma ecco che, il 3 giugno di quello stesso anno, Bizet, a soli trentasei anni, muore (come, non è mai stato chiarito). Sarà l'amico Guiraud a preparare quell'edizione con recitativi con cui l'opera diverrà celebre nel mondo. Dagli anni Sessanta iniziano gli sforzi per un'edizione critica, ristabilendo l'autenticità dei dialoghi parlati, ma con un percorso fortemente accidentato, cominciando dalla contestatissima edizione che Fritz Oeser pubblicò nel 1964.
Barenboim a Milano si avvarrà dell'edizione critica di Robert Didion (2000), da lui già utilizzata a Berlino. Ovviamente con i dialoghi recitati. "Sarà una «Carmen» ad altissima tensione", promette il direttore. Amore e morte, quella donna libera che non si arrende mai («Jamais Carmen ne cédera! Libre elle est néè et libre elle morra!», esclama nel quarto atto correndo verso il proprio assassinio), quel Don Josè e la sua discesa agli inferi, un percorso di autodistruzione che travolge l'oggetto della sua passione, il maschile e il femminile, passionalità e istinto, una coppia di protagonisti di inedita raffinatezza psicologica. Oltre al famoso, dibattuto realismo, all'espansione della dimensione teatrale che ben si avverte nell'edizione coi dialoghi. Ha ancora tanto da raccontarci «Carmen», e gli stimoli certo non mancheranno nella serata di Sant'Ambrogio.
Coraggioso il sovrintendente e direttore artistico Stéphane Lissner, che ha fortemente voluto affidare la regia a Emma Dante , drammaturga e regista palermitana al suo debutto nell'opera lirica. Socia dello storico Gruppo della Rocca, fondatrice della Compagnia Sud Costa Occidentale, con cui rastrella tutti i più prestigiosi premi, è portatrice di un teatro certo non per pigri, che pulsa del suo sud, come pulserà di sud questa «Carmen». Comprensibilmente, la Dante era restia ad accettare. L'ha convinta ‘ciclone' Barenboim, uno abituato non solo a vincere le sfide, ma a dare corpo all'utopia (basti pensare alla sua giovane West Eastern Divan Orchestra , musicisti arabi e israeliani insieme, a suonare a Ramallah). Da allora, tutte le prove, palcoscenico e orchestra, vedono Barenboim e la Dante insieme, binomio inscindibile che dovrebbe da solo essere garanzia di equilibrio fra orchestra e palcoscenico. Con buona pace dei tradizionalisti ad oltranza, quelli dell'opera lirica ingessata come il teatro Kabuki (se della Dante è entusiasta Barenboim, che di musica un pochino ci capisce, uno sforzo speriamo lo facciano pure loro).
Sempre in tema di coraggio, Barenboim non è stato da meno. Questa sarà la «Carmen» dei debutti. Nel ruolo della protagonista avremo Anita Rachvelishvili, venticinquenne mezzosoprano georgiano. La sua storia parrebbe la favola di Cenerentola, se non affondasse le radici in quelle tragedie che ti fanno subito diventare adulto. Perché, con alle spalle un'infanzia di fame e terrore, in pieno conflitto Georgia Unione Sovietica, dopo gli studi canori a Tiblisi, approda all'Accademia di perfezionamento scaligero. Nel suo curriculum, solo tre piccoli ruoli, tutti alla Scala. Poi, l'audizione con Barenboim per il personaggio di Frasquita in «Carmen» e il maestro che le chiede di cantare le arie della protagonista. Che sarà proprio lei, un vero tuffo senza rete nell'Olimpo della lirica. Anita si mostra più che tranquilla, dopo le bombe una prima scaligera non è poi così impressionante. Sapremo la mattina dell'8 dicembre se un'altra stella brilla nel firmamento della lirica.
  CONTINUA ...»

7 dicembre 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagina: 1 2 di 2 pagina successiva
RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio


L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER   
Effettua il login o avvia la registrazione.
 
   
 
 
 

-UltimiSezione-

-
-
7 maggio 2010
 
Aguilera ambasciatrice contro la fame
La consegna dei David di Donatello
Man Ray a Fotografia Europea
Elegante e brutale. Jean-Michel Basquiat alla Fondation Beyeler di Basilea
"World Press Photo 2010". Fotografie di autori vari
 
 
dal 13 al 16 Ottobre 2016
1 Pets - Vita da Animali 4579330   
2 Café Society 2518879   
3 Alla ricerca di Dory 14152078   
4 Bridget Jones's Baby 4999594   
5 Mine 597342   
6 La verità sta in cielo 589429   
7 Deepwater - Inferno sull'Oceano 537069   
8 Al posto tuo 992859   
9 Ben-Hur 836723   
10 I magnifici sette 1630774   
tutti i film nelle sale » tutti i dettagli »

Trovo Cinema

Scegli la provincia
Scegli la città
Scegli il film
Tutti i film
Scegli il cinema
Tutti i cinema
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-