NORME &TRIBUTI

 
 
 
Fisco, casa, pensioni, giustizia:
da luglio si cambia
 
HOME DEL DOSSIER
Fisco
Casa
Pensioni
Giustizia

Nuovi limiti di reddito per l'assegno familiare

di Sergio D'Onofrio

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
17 giugno 2009

Dal 1° luglio cambiano i limiti di reddito per l'assegno familiare, di cui possono usufruire le categorie del lavoro dipendente (pensionati compresi) e gli iscritti in via esclusiva alla gestione separata. I nuovi valori sono riportati nella circolare Inps n.81 di ieri, 16 giugno.
La rivalutazione è stata effettuata sulla base dell'aumento (+3,2%) registrato dall'Istat tra il 2007 e il 2008 sull'indice dei prezzi al consumo.
I nuovi valori sono validi fino al 30 giugno del 2010. Al documento sono allegate le tabelle che riportano i nuovi livelli reddituali e gli importi mensili della prestazione.
La regolamentazione attuale (articolo 1, comma 11, legge 296/06) favorisce soprattutto i nuclei con figli minori. A seconda del numero dei componenti viene infatti fissato come parametro di riferimento un importo annuale che diminuisce al crescere del reddito.
Per la famiglia tipo di quattro persone (genitori e due figli minori) si parte da 3.100 euro per redditi fino a 13.119,30 euro. Per ogni 100 euro in più al di sopra di questa soglia l'importo dell'assegno scende in maniera progressiva. Una famiglia con due figli e un reddito annuo di 25mila euro, ad esempio, può contare su un assegno di 134,83 euro al mese, che salgono a 265,75 se i figli sono tre. Mentre un nucleo che dispone di 40mila euro avrà diritto, rispettivamente, a 72,68 o a 158,17 euro al mese a seconda che vi siano due o tre figli minori.
Le stesse condizioni valgono se, a parità di componenti, in famiglia c'è un solo genitore, il quale se ha tre figli potrà usufruire di un importo aggiuntivo di mille euro.
Ai fini dell'assegno familiare, va preso in considerazione il nucleo che è composto dal lavoratore richiedente, dal coniuge non legalmente ed effettivamente separato e dai figli anche maggiorenni se inabili. Dal 1° gennaio 2007 fanno parte del nucleo anche i figli studenti e apprendisti che non superano il 26° anno di età. Una presenza che comporta un assegno più alto solo se hanno un età compresa tra i 18 e 21 anni e se in famiglia ci sono almeno quattro figli.
Per la concessione dell'assegno si valuta la somma dei redditi conseguiti da tutti i componenti il nucleo familiare nell'anno solare precedente il 1° luglio di ciascun anno. Per il periodo 1° luglio 2009 - 30 giugno 2010 si terrà conto, quindi, del reddito conseguito nel 2008.
Anche se il reddito della famiglia rientra nei limiti stabiliti dalle tabelle allegate alla circolare Inps, l'assegno spetta a condizione che sia composto per almeno il 70% da entrate di lavoro dipendente e pensione.
Dell'assegno familiare possono usufruire anche i collaboratori e i professionisti, privi di altra copertura, che sui compensi ricevuti versano un'aliquota aggiuntiva (0,72%) per le prestazioni non pensionistiche. L'assegno spetta anche se il nucleo ha un reddito misto di lavoro dipendente e collaborazioni, fermo restando che, sommati i due importi, devono essere almeno pari al 70% del reddito complessivo. Agli iscritti alla gestione separata l'assegno viene pagato direttamente dall'Inps per i mesi dell'anno coperti da contribuzione. La domanda va presentata a partire da febbraio per le prestazioni che si riferiscono all'anno precedente (nel 2010 per il 2009, e così via).

17 giugno 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA
RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio

L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER
Effettua il login o avvia la registrazione.
 
 
 
 
 
 
Cerca quotazione - Tempo Reale  
- Listino personale
- Portfolio
- Euribor
 
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-