ArtEconomy24

Giulio Turcato (1912-1995)

Libri ed archivi d'artista

Giulio Turcato (1912-1995)
Archivio Turcato

Sede: Via del Pozzetto 117, 00187 Roma
email: archivio@turcato.org
sito web: www.turcato.org

Data di costituzione: L'Archivio Turcato nella sua forma attuale costituisce la continuazione dell'archivio storico-fotografico della vita e dell'opera di Giulio Turcato, che Vana Caruso (la moglie) costituì nel 1972. Quest'ultima ha diretto e sviluppato l'archivio fino alla sua morte, nel 1995, lo stesso anno in cui è scomparso anche il maestro. L'archivio è passato per via ereditaria all'attuale titolare.

Consiglio direttivo: Ettore Caruso (cognato di Giulio Turcato), titolare; Barbara Cookson, vicepresidente; Martina Caruso, consigliere e segretaria; Stefano Caruso, consigliere. Tutti i componenti del consiglio direttivo possiedono una profonda conoscenza dell'opera di Turcato, acquisita attraverso la personale esperienza e la frequentazione quotidiana dell'artista, unitamente a studi di livello universitario e dottorale.

Comitato di expertise: La composizione del comitato di expertise dell'archivio è variabile. Oltre che dai membri del consiglio direttivo volta per volta disponibili, esso è costituito da consulenti esterni quali studiosi, storici dell'arte e critici in possesso di una competenza riconosciuta nell'opera di Turcato, e da periti tecnici, legali, restauratori, grafologi, etc. convocati ad hoc.

Attività: Gli scopi dell' Archivio Turcato sono lo studio, la tutela e la valorizzazione dell'opera dell'artista. Lo studio si divide in una parte storica, nell'ambito della quale l'archivio registra e documenta la produzione dell'artista, e una parte di ricerca, il cui scopo fondamentale è la realizzazione del catalogo ragionato dell'opera di Turcato, che permette l'analisi dello sviluppo del linguaggio dell'artista e l'identificazione dei nuclei più importanti della sua opera. L'attività di tutela consiste nella registrazione, attraverso l'attività di archiviazione, delle opere non ancora registrate nei repertori dell'archivio, e comporta, oltre al rilascio di certificati di archiviazione per le opere riconosciute archiviabili, anche la raccolta di materiale riguardante falsi e contraffazioni di ogni tipo. In questo rispetto l'archivio interviene operando nei modi più idonei, spesso anche in collaborazione con il Comando dei Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale. L'archivio tutela i diritti d'autore dell'opera di Turcato attraverso un contratto di mandato stipulato con la S.I.A.E., e svolge attività di valorizzazione, evidenziando gli aspetti meno noti della produzione dell'artista e promuovendo mostre, esposizioni, ed altri eventi come conferenze, dibattiti, convegni, colloqui e tavole rotonde dedicate all'opera dell'artista. In questo riguardo si adopera per promuovere un evento celebrativo del centenario della sua nascita nel 2012.

Numero di opere archiviate: Attualmente le opere uniche catalogate sono più di 6000, suddivise in tele, disegni, gommepiume, strutture lignee o metalliche, gioielli, scenografie ed oggettistica.

Costi dei servizi di archiviazione: I costi delle prestazioni offerte dall'archivio variano a seconda del servizio di archiviazione richiesto, del supporto pittorico e delle caratteristiche delle opere che di volta in volta gli vengono proposte.

Tempi tecnici di archiviazione: I tempi dipendono in gran parte dalla comprensione e dal rispetto della procedura di archiviazione usata dall'archivio da parte dei collezionisti e degli operatori sul mercato. La procedura, ottenibile via posta elettronica all'indirizzo archivio@turcato.org, prevede una fase documentaria ed una fase operativa, ben distinte tra di loro. La fase documentaria si esaurisce unicamente quando tutte le richieste documentarie dell'archivio sono state soddisfatte, e può concludersi anche con un rifiuto di esaminare l'opera. La fase operativa si realizza con la presentazione dell'opera al comitato di expertise presso la sede dell'archivio.

(in foto Rivolta, 1949, olio su carta intelata 90x115 cm)

© Riproduzione riservata