ArtEconomy24

Investire in arte, un fondo per i tangible asset

ARTE E FINANZA

Investire in arte, un fondo per i tangible asset

Marta Areny, director di Day Star Private Art Fund (”DSPAF”)
Marta Areny, director di Day Star Private Art Fund (”DSPAF”)

«Dopo la crisi che ha colpito il sistema finanziario, gli investitori ricercavano per i loro portafogli tangible asset, in particolare materie prime e fine art. Così nel 2012 abbiamo cominciato a studiare l’ipotesi di un fondo» spiega Marta Areny, director di Day Star Private Art Fund (”DSPAF”). Il fondo d'investimento in arte domiciliato a Gibilterra ha un orizzonte temporale a 10 anni, lanciato nel giugno 2014 dalla Day Star Wealth Management SA prevede l’accesso con un importo minimo di 50 mila dollari. Non sono esclusi conferimenti di opere d'arte previa due diligence e accettazione da parte del board. Gli Asset Under Management hanno raggiunto circa 62 milioni di dollari e l'attuale IRR (Internal Rate of Return) è superiore al 20%. Le commissioni d’ingresso sono pari al 3% e quelle di gestione l’1,5%. Marta Areny spiega i motivi alla base di un investimento in un fondo d'arte.
Perché investire in arte attraverso un fondo?
Un fondo d'arte è la migliore opportunità per diventare un collezionista, senza perdere tempo e cercare art advisor, art dealer, avvocati, ecc. Un team di professionisti in Art & Finance investe in opere d'arte di qualità a prezzi significativamente inferiori a quelli di mercato e minimizza il costo delle transazioni. Non bisogna dimenticare l'elevata incidenza dei costi per la gestione dell'opera d'arte come la custodia in depositi, l'assicurazione e così via. I fondi di investimento, nel lungo termine, hanno registrato investimenti interessanti.
Il focus di investimento di Day Star Private Art Fund?
DSPAF investe in opere di Maestri del XIX secolo e di artisti contemporanei famosi, ovvero arte Moderna, Post War e Contemporary e altre tipologie di arte. Queste opere sono più negoziabile e con il maggiore potenziale d’incremento di valore nel medio-lungo termine. Ci focalizziamo su arte contemporanea quando la strategia d’investimento è molto chiara. Acquistiamo opere di artisti contemporanei quando può esistere la possibilità di un sostanziale aumento di valore nei prossimi tre o cinque anni. Siamo consapevoli che i rendimenti nell'arte contemporanea sono interessanti, ma il rischio è maggiore rispetto agli artisti affermati.
Day Star quanti fondi ha in circolazione?
Al momento, solo DSPAF. Creare un nuovo fondo di investimento è un processo complicato e a lungo termine.
Quando e per quale motivo avete lanciato il fondo?
Abbiamo iniziato nel 2012. Dopo la crisi che ha colpito il sistema finanziario, gli investitori ricercavano per i loro portafogli tangible asset, in particolare materie prime e fine art. C'è stata un'evidente necessità di fornire un veicolo finanziario che potesse unire Art & Finance in modo regolamentato. Inoltre, i fondi di investimento sono il potenziale per diventare una piattaforma di servizi per l'arte per il wealth management offrendo un'esperienza di alto livello nella rendicontazione trasparente e professionale, oltre al funzionamento all'interno di un quadro normativo.
La capitalizzazione attuale? Con quale frequenza e dove pubblicate il NAV?
Il NAV viene calcolato a fine anno, dopo la certificazione da parte dei revisori. DSPAF è registrato con ISIN e Telekurs. La scheda è inviata ai nostri clienti e ad alcune società finanziarie.
Qual è il rendimento medio di un'opera d'arte del fondo?
Attualmente, abbiamo alcune opere d'arte moderna e contemporanea e il return di artisti come Alberto Burri è positivo e presenta un lieve incremento. Burri è un artista molto apprezzato dai collezionisti, ma le sue opere non hanno lo stesso rendimento di Basquiat o Picasso.
È possibile conoscere l'incidenza delle prime 10 opere del NAV?
Questa informazione è riservata ai clienti. Abbiamo opere d'arte di artisti come Jean-Michel Basquiat, Jackson Pollock, Francis Bacon e William de Kooning.
Dove vengono custodite le opere? Le opere vengono prestate ai musei?
In un deposito con elevati standard di sicurezza e controlli di temperatura e umidità. Abbiamo ricevuto proposte da musei molto prestigiosi e fiere.
È previsto il lancio di altri fondi in futuro? Qual è il focus di investimento?
Stiamo lavorando con una banca privata a Bogotà (Colombia), al fine di lanciare un fondo di investimento dedicato esclusivamente all'arte latinoamericana e offriamo la nostra competenza e consulenza in materia di industria dei fondi. Lavoriamo con due importanti team di art advisory. I potenziali clienti saranno in Sud America, Miami e New York. Un nuovo collezionismo si sta sviluppando in America Latina e un fondo d'investimento è la soluzione perfetta quando non si conosce la complessità del mercato dell'arte.

Cosa rende interessante l'investimento in Day Star rispetto ad altri fondi?
DSPAF è un fondo di investimento regolamentato e controllato. Investiamo solo in dipinti, disegni dal XIX secolo ad oggi di artisti ben noti e famosi. Abbiamo già completato il secondo anno e ora il fondo è capitalizzato con oltre 60 milioni di dollari ed è uno dei fondi d'arte più grande in termini di capitalizzazione del mercato dell'arte con un rendimento superiore al 20%.
Le sue previsioni per il mercato dell'arte?
Le ultime aste di New York e Londra hanno visto artisti come Picasso, Modigliani e Jean Michel Basquiat raggiungere nuovi record mondiali. Inoltre, le fiere d'arte come Art Basel, Frieze, FIAC sono appuntamenti consolidati nel settore dell'arte. Le economie emergenti hanno, inoltre, sviluppato un interesse per l'arte. Negli ultimi anni oltre 100 nuovi musei sono stati inaugurati a livello mondiale. Ognuno di questi richiede circa 2.000 opere d'arte e questo ha determinato una grande richiesta di opere d'arte di qualità. Tutte queste opere saranno esposte nei musei o negli spazi di proprietà dei collezionisti privati che contribuiranno a mantenere elevato l'interesse. Tuttavia, le preoccupazione per i conflitti e il crollo dei prezzi del petrolio hanno un impatto negativo sul mercato dell'arte. Quest'anno sono state costituite in Europa numerose società di art lending e di vendita di arte online che hanno avuto un ottimo profitto. Dobbiamo guardare con attenzione al mercato d'arte online per il potenziale di crescita annuale.

© Riproduzione riservata