ArtEconomy24

Amor a primera vista, 2007.

Amor a primera vista, 2007.

Marta Minujín   (1943)

     Marta Minujín (1943). Amor a primera vista, 2007.
Marta Minujín (1943). Amor a primera vista, 2007.

Tecnica: Vernice fluorescente, gomma lacca, filo e gomma piuma su tessuto per materasso, 170 x 190 x 50 cm.
Stima: 45.000 $.
Courtesy opera: Henrique Faria Fine Art, New York.
Archivio: Non esiste.
Catalogo ragionato: Non esiste.
In galleria: È trattata da Henrique Faria Fine Art a Buenos Aires e New York.

Quotazione: 4.375 $ per The Invasion of the Mind, 1983, bronzo con patina nera, 45,7 x 54,6 x 33 cm, da Bonhams a Los Angeles, l'1 novembre 2016 (stima 2.000-3.000 $). In galleria (Henrique Faria Fine Art) le sue opere vanno da 40.000 a 170.000 $.
Top-price: 11.042 $ per Laberinto Minujinda, 1985, olio su tela, 102 x 75 cm, da Arroyo Remantes il 15 luglio 2014, da una stima di pari al risultato.

Commento:
Nata a Buenos Aires nel 1943, pioniera della performance art, soft sculpture e videoart, Minujín persegue una pratica varia e irriverente che dimostra una profonda diffidenza verso l'oggetto d’arte da collezione. Spesso utilizza materiali effimeri come il cartone, il tessuto e il cibo per realizzare un’opera che è al tempo stesso monumentale e fragile. A Parigi ha iniziato una serie di sculture morbide con materassi modificati, cuciti insieme e dipinti con colori vivaci. Invitata alla 14ª edizione di Documenta Kassel (2017) presenterà a 34 anni di distanza l’opera «Partenón de libros prohibidos», una scultura in cui sono accatastati 20.000 volumi messi all’indice dalla dittatura militare, un remake nella Friedrichsplatz di Kassel, dove, nel 1933, erano stati bruciati dai nazisti migliaia di testi "degenerati". Dal 1995 a oggi i passaggi in asta sono stati 33 con un venduto pari al 72%. (S.A.B.)