ArtEconomy24

Porter torna in Christie’s dopo tre mesi dalla rivale Sotheby’s

mercato dell’arte

Porter torna in Christie’s dopo tre mesi dalla rivale Sotheby’s

Marc Porter
Marc Porter

Continua il giro di poltrone tra il management delle case d'asta,Sotheby's e Christie's, ultimo segnale che la concorrenza tra le due rivali è sempre più spietata. Dopo solo tre mesi Marc Porter lascia il suo incarico di presidente della divisione Fine Art di Sotheby's per far ritorno da Christie's, che aveva lasciato nel dicembre 2015 dopo 25 anni come chairman e president Americas e International Head of private sales.

La sua permanenza in Sotheby's è stata brevissima in quanto Porter, per rispettare le rigide clausole di non concorrenza che entrambe le case d'aste inseriscono nei loro contratti di assunzione, aveva dovuto aspettare un anno prima di essere nominato presidente della divisione Fine Art di Sotheby's, nomina avvenuta nel gennaio scorso.
Marc Porter in Christie's avrà lo stesso ruolo che aveva in precedenza e, oltre a continuare a concentrarsi sulle private sale, farà parte del comitato esecutivo e avrà la responsabilità per i progetti speciali con reporting diretto all'amministratore delegato, Guillaume Cerutti.
Un portavoce della casa d'asta ha fatto notare che il mercato dell'arte e la casa d'aste stessa è cambiata notevolmente nell'anno e mezzo dopo l'uscita del manager.

Christie's ha, infatti, deciso di cancellare le prossime di aste di Post War & Contemporary a Londra che avrebbero dovuto svolgersi nel mese di giugno; oltre a adottare il modello delle stagioni di vendita che si svolgono a New York. Londra avrà due stagioni principali per le aste di Post-War and Contemporary Art: marzo e ottobre e pertanto il prossimo appuntamento serale con le aste di Post War & Contemporary quest'anno avrà luogo il 6 ottobre.
Questa decisione arriva dopo una serie di misure di razionalizzazione e ristrutturazione e tra queste quelle più recenti hanno riguardato la chiusura della sales boom di South Kensington che ospita circa 60 vendite ogni anno, e la riduzione delle aste che si svolgono ai Amsterdam.
In questi giorni è stata annunciata l'espansione nella West Coast in risposta alla crescente domanda tra i collezionisti della zona Los Angeles per un maggiore accesso alle opportunità di acquisto e vendita, nonché ai servizi di consulenza e di valutazione di opere d'arte. Il nuovo spazio multiuso ospiterà una squadra di specialisti indirizzati nelle principali categorie di collezionismo di Christie's integrando la presenza nell'area di San Francisco.

© Riproduzione riservata