ArtEconomy24

Roma, la Quadriennale cerca un direttore artistico per un triennio

premi e concorsi

Roma, la Quadriennale cerca un direttore artistico per un triennio

È aperta la procedura per la selezione del direttore artistico della Fondazione La Quadriennale di Roma che avrà il compito di elaborare la programmazione culturale nel triennio 2018-2020, compresa la prossima Quadriennale d'arte, che si è chiusa nel 2016 con 30mila visitatori. I dettagli dell'incarico e le modalità per presentare la candidatura sono descritti nel bando consultabile al link. Il termine ultimo per partecipare alla prima fase di pre-selezione è il 19 giugno alle ore 12. L’incarico sarà conferito con contratto triennale avente decorrenza dal gennaio 2018, con termine al dicembre 2020.

La programmazione della Fondazione nel triennio 2018-2020, definita dal cda del 2 marzo 2017, è orientata al raggiungimento di due seguenti obiettivi, distinti in due macro aree di intervento: a) il consolidamento di Quadriennale come osservatorio delle vicende recenti e recentissime delle arti visive in Italia, considerate nella loro fisionomia più larga, includendo le produzioni propriamente artistiche, gli aspetti teorico-critici di studio, i fenomeni, le pratiche; b) la creazione delle premesse per l'istituzione di una piattaforma di sostegno agli artisti italiani contemporanei. Per perseguire “il potenziamento dell'arte nazionale” (art. 2, comma 1 Statuto).

Le funzioni. Oltre all'elaborazione del programma nel triennio 2018-2020, prevedono anche la collaborazione con la Direzione Generale (Ilaria Della Torre) per la verifica del budget delle singole iniziative e alla costruzione di progetti di co-produzione e/o sponsorizzazione. La prestazione di lavoro avverrà in totale autonomia operativa e senza vincoli di subordinazione, disciplinata in base alla normativa vigente. L'incarico non richiede la prestazione di attività̀ in via esclusiva, ma non sono autorizzati rapporti di collaborazione con altre persone giuridiche in Italia e all'estero che presentino il contenuto di direzione artistica e siano in conflitto con le attività̀ svolte dalla Fondazione.

Il trattamento economico. Il compenso per lo svolgimento dell'incarico è stabilito in 60.000 euro annui al lordo dell'Iva. Al compenso potrà aggiungersi il rimborso di spese sostenute per l'espletamento dell'incarico, se previamente autorizzate dalla Fondazione e dietro presentazione dei giustificativi. Le candidature dovranno pervenire via mail alla Fondazione entro e non oltre le 12 ora italiana del giorno lunedì̀ 19 giugno 2017 all'indirizzo quadriennalediroma@pec.it. Eventuali chiarimenti potranno essere chiesti all'indirizzo mail quadriennalediroma@pec.it entro le 12 ora italiana del giorno lunedì̀ 12 giugno 2017.
Esame delle candidature. Avverrà a cura di una Commissione composta dal Presidente della Fondazione, Franco Bernabè, da un componente del Consiglio di Amministrazione (composto da Umberto Croppi, Damiana Leoni e Ludovica Purini) nominato dal Consiglio stesso, dal Direttore Generale e da un esperto esterno designato dal Consiglio di Amministrazione. Tre le fasi di selezione. I candidati che avranno superato la prima fase ne riceveranno comunicazione entro le 12 ora italiana di lunedì̀ 17 luglio 2017 via mail dall'indirizzo quadriennalediroma@pec.it. Nella seconda fase ai candidati che avranno superato la prima verrà̀ richiesto di redigere uno schema di progetto culturale della Fondazione relativo al triennio 2018-2020. In particolare, ai candidati selezionati sarà̀ chiesta la presentazione, entro le 12 ora italiana del 16 ottobre 2017, di un elaborato (massimo dieci cartelle di 2000 battute ciascuna spazi inclusi) che illustri le prospettive di sviluppo culturale della Fondazione nelle due macro aree di intervento descritte al punto 2 del bando e le possibili azioni da porre in essere per il raggiungimento degli obiettivi indicati. L'elaborato dovrà fornire un inquadramento generale delle tipologie di iniziative da privilegiare, dei relativi format, tempistica, profili professionali da coinvolgere, il tutto sulla base di un dimensionamento budgetario annuo che sarà indicato dalla Fondazione contestualmente alla comunicazione di ammissione alla seconda fase della procedura.
Infine nella terza fase i cinque progetti più̀ interessanti, a insindacabile giudizio della Commissione, saranno chiamati a un colloquio, che si svolgerà̀ tra il 10 novembre e il 30 novembre 2017, al fine di approfondire la conoscenza della personalità dei candidati e dei particolari aspetti del loro progetto nonché al fine di precisare le modalità di un'eventuale prestazione dell'incarico.
La decisione finale sarà assunta dal cda entro il 15 dicembre 2017.
La Fondazione è̀ partecipata dalMinistero dei Beni e delle Attività̀ Culturali, da Roma Capitale, daRegione Lazio, non ha finalità di lucro e, in conformità̀ con gli scopi statutari, provvede all'organizzazione delle esposizioni Quadriennali d'arte, svolge attività di ricerca e servizi di documentazione con competenza scientifica nel settore delle arti visive del XX e del XXI secolo, e promuove la diffusione della cultura artistica italiana.

© Riproduzione riservata